web analytics
devuan debian

Devuan 3.0 Beowulf, nuova release per il fork di Debian

Dopo sei anni dalla nascita di questa distribuzione GNU/Linux, e a due anni dal precedente rilascio, è stata pubblicata la versione 3.0 di Devuan, nome in codice “Beowulf”. Andiamo ad elencare le novità di questa Debian based, indipendente da Systemd.

Devuan = ( Debian – SystemD )

Punto di forza del pinguino e, per alcuni, anche un po’ di debolezza, è l’estrema varietà delle distribuzioni sviluppate. La gamma delle versioni di GNU/Linux è ampissima, espressione di una delle migliori comunità informatiche, attivissima ed estremamente eterogenea.
Devuan è nata dopo che il team di Debian ha scelto systemd come sistema di init predefinito per “Jessie”, andando contro l’opinione della community. Come detto, molti utenti non furono d’accordo e montò un vespaio di proteste in particolare all’interno del gruppo VUA (Veteran Unix Admins) il quale, sentendosi inascoltato, decise di effettuare un fork del progetto Debian.
devuan debian gnu/linux

La release 3.0 di Devuan si basa su Debian 10.4 ed incorpora il kernel Linux 4.19. Questo sistema operativo, già compatibile con le architetture i386, AMD64, ARMEL, ARMHF e ARM64, guadagna ora anche il supporto della PPC64EL. Tra le altre novità troviamo:

  • Runit disponibile come alternativa a /sbin/init;
  • Introdotto OpenRC come scelta alternativa a sysv-rc service e runlevel;
  • Disponibili i pacchetti Eudev and Elogind, come alternative di alcune funzionalità di systemd;
  • Nuovo boot menu, display manager e temi desktop.

Per provare Devuan sul proprio sistema, basta recarsi sul sito ufficiale per scaricare l’immagine ISO. Durante la fase di installazione, è possibile scegliere quale DE utilizzare. Compresi di default troviamo XFCE, MATE, Cinnamon, KDE e LxQT. Sono comunque disponibili ulteriori ambienti nei repository ufficiali. È disponibile anche una guida ufficiale, che accompagna l’utente durante le fasi dell’installazione.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
kernel linux news
[Guida] Kernel Linux: come gestirne i parametri con sysctl