web analytics
finix sysadmin GNU/Linux

Finnix 120 rilasciato dopo 5 anni di stallo

Ultimo aggiornamento:

Con un post pubblicato sul sito ufficiale, il team di sviluppo di Finnix ne ha annunciato la release 120, codename “Oneida”. Si tratta di una storica distribuzione GNU/Linux per sysadmin.

Finnix 120, la distro per sysadmin orientata al system rescue

Finnix è una live Debian based di circa 500MB. Permette all’amministratore di sistema di effettuare molte operazioni, tra cui: il system recovery, il monitoraggio di una rete, la gestione delle partizioni, l’installazione di altri sistemi operativi o il repair del boot record. Questa distribuzione, quindi, non è pensata per un utente inesperto. Spesso, infatti, è utilissima per salvare interi sistemi.

finnix boot sysadmin GNU/Linux

Tra le novità principali di questa questa release troviamo:

  1. Supporto nativo per le architetture a 64bit. Per le 586/686/PowerPC si consiglia l’utilizzo di Finnix 109;
  2. Compatibilità con il Secure Boot sia per Bios che Uefi;
  3. Aggiunti centinaia di nuovi software ed utility;
  4. udisksctl sostituisce la precedente gestione di device a blocchi complessi;
  5. Core USB/CD booting.

Creare una USB avviabile con questa distribuzione GNU/Linux è semplicissimo. Bisogna prima procedere al download dell’immagine .iso da qui. È possibile scaricare la distribuzione direttamente dal server o tramite i torrent. Successivamente, dopo aver collegato una penna USB, aprite il terminale e recatevi nella cartella del download. Digitate, quindi, la seguente direttiva:

dd if=finnix-120.iso of=/dev/sdb bs=1M

/dev/sdb va ovviamente sostituito con il vostro device. Per conoscerne il path, basta dare il comando fdisk -l con i privilegi di amministratore.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram, sulla nostra pagina Facebook e su Google News. Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.

Altre storie
shuf
Linux, Shuf: il comando UNIX che sta facendo impazzire la rete