Disponibile Debian 10 “Buster”!

debian

The Debian Project ha annunciato l’arrivo di Debian 10 “Buster”, si tratta della nuova versione stabile di Debian.

Gli sviluppatori sono al lavoro su Debian 10 da oltre 2 anni: hanno iniziato lo sviluppo a luglio 2017, poche settimane dopo l’arrivo di Debian 9 Stretch. Contemporaneamente lo sviluppo di Stretch è proseguito e sono state rilasciate ben 9 point release, l’ultima è disponibile da circa un mese e mezzo. Tornando a Buster sono disponibili diverse edizioni:

  • Cinnamon 3.8
  • KDE Plasma 5.14
  • GNOME 3.30
  • MATE 1.20
  • LXDE 0.99.2
  • Xfce 4.12
  • LXQt 0.14

Questa major release introduce diverse migliorie e tante nuove funzionalità. Sarà supportata per i prossimi 5 anni grazie al lavoro congiunto del Debian Security team e del Debian Long Term Support team.

Debian 10 “Buster”

debian 10 busterIl sistema operativo si appoggia al kernel Linux 4.19 LTS. L’edizione GNOME vede Wayland come display server predefinito al posto di X.org. Il framework open-source AppArmor è ora installato e abilitato di default su Debian 10: aggiunge un nuovo layer di sicurezza al sistema operativo. La tecnica di sandboxing seccomp-BPF è ora usata di default da APT per una maggiore sicurezza insieme a UEFI. Quest’ultimo è stato migliorato sensibilmente anche in questa versione di Debian. Il supporto al Secure Boot è presente per le architetture amd64, i386 e arm64.

Debian 10 “Buster” supporta ben 10 architetture:32-bit (i386), 64-bit (amd64), AArch64 (arm64), ARM EABI (armel), ARMv7 (EABI hard-float ABI, armhf), MIPS (mips (big-endian), mipsel (little-endian), 64-bit little-endian (mips64el)), 64-bit little-endian PowerPC (ppc64el) e IBM System z (s390x).

Molteplici le app e i componenti aggiornati, ecco una breve lista di ciò che troverete pre-installato: systemd 241, GCC 8.3 e 7.4, GnuPG 2.2, OpenJDK 11, Samba 4.9, BIND DNS Server 9.11, Golang 1.11, Vim 8.1, e LibreOffice 6.1.
Per aggiornare dall’ultima versione di Stretch a Buster è necessario modificare la scritta dentro il file /etc/apt/sources.list da “stretch” a “buster”. Dopodichè è necessario dare i seguenti comandi da terminale:
  • apt update
  • apt -dist-upgrade

Se volete installare Debian 10 da zero potete scaricarlo dai mirrors ufficiali. Per ulteriori dettagli vi rimando alle release notes ufficiali.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram e sulla nostra pagina Facebook. Inoltre è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo! Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.