Linux: NVIDIA rilascia i driver 418.56 con supporto alle schede MX230/MX250

nvidia overclock

Nvidia ha rilasciato i nuovi driver 418.56 per GNU/Linux, FreeBSD e Solaris con supporto per nuove schede video tra cui la MX230 e la MX250.

GeForce MX250 e GeForce MX 230 sono due nuovi modelli di GPU per notebook che l’azienda californiana proporrà ai partner per i dispositivi di fascia medio/bassa. Nvidia ha affermato che la GeForce MX250 non offrirà un sostanziale aumento delle frequenze di clock rispetto a GeForce MX150, tuttavia, sarà ora possibile utilizzare fino a 3,5GB di memoria GDDR5 dedicata, superando il limite imposto dall’attuale MX150 (3GB).

Sempre secondo l’azienda, la GeForce MX230 offrirà invece un netto salto prestazionale rispetto a GeForce MX130. Quest’ultima utilizzava una GPU con architettura Maxwell, mentre la nuova MX230 sfrutta la più recente Pascal, nettamente più prestante ed efficiente.

Nvidia driver 418.56

nvidia driver 418.56 linuxIn tutte le piattaforme questi driver aggiornano l’nvidia-settings control panel per indicare con maggiore accuratezza la presenza di impostazioni dedicate alla tecnologia G-SYNC. E’ stato inoltre disabilitato il line wrapping nella command-line mode.

Solo per gli utenti Linux, i driver Nvidia 418.56 implementano un nuovo meccanismo per limitare l’utilizzo dei performance counters della scheda grafica ai soli amministratori di sistema (utenti root). Potete modificare questo aspetto settando nel modulo nvidia.ko il seguente parametro: NVreg_RestrictProfilingToAdminUsers=0.

E’ stato poi corretto un bug che comportava il blocco della scheda grafica da parte di alcune apps Vulkan quando venivano liberati grossi quantitativi di memoria.

L’aggiornamento ai driver 418.56 è caldamente consigliato, potete scaricarli dal sito ufficiale di Nvidia.

sharing-caring-1Seguiteci sul nostro canale Telegram e sulla nostra pagina Facebook. Inoltre è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo! Nel campo qui sotto è possibile commentare e creare spunti di discussione inerenti le tematiche trattate sul blog.