raspberry

RaspAnd porta Android 8.1 Oreo su Raspberry Pi 3!

Arne Exton ha ufficializzato l’arrivo della prima versione di RaspAnd che porta l’ultima versione dell’OS di Google (Android 8.1 Oreo) su Raspberry Pi 3.

Nonostante questa build (numero 180707) non sia ancora da considerarsi stabile Android 8.1 Oreo funziona già abbastanza bene e viaggia a meraviglia sulla Pi 3. A bordo troverete: Google Play Services, Google Play store, Google Play Game via GAPPS, YouTube, Spotify 4.6, Jelly Browser, TeamViewer, Aptoide TV, ES File Explorer 4.1.7.2, 8, AIDA64, Termux 0.60 e Quick Reboot Pro 1.8.4.

Android 8.1 Oreo su Raspberry Pi 3

raspand raspberry pi 3 android 8.1 oreoRaspAnd Build 180707 è gratuito per tutti coloro che hanno una versione precedente di RaspAnd (quindi RaspAnd Nougat 7.1.2 Build 180529 e precedenti).

Sono emersi problemi di compatibilità con diversi monitor e schermi TV a riprova del fatto che questa build non è ancora stabile. Lo stesso Exton l’ha definita “sperimentale” confermando che non funziona tanto bene quanto RaspAnd Nougat. Le performance, inoltre, sono inferiori rispetto a quelle con Nougat, però gli sviluppatori sono al lavoro per migliorare la situazione. Potete installare RaspAnd Oreo anche su Pi 2 ma l’usabilità cala drasticamente.

Potete testare l’OS e riportare i bug e le problematiche che riscontrate. Per quanto concerne l’installazione trovate la procedura da seguire sul sito ufficiale.

89,99€
non disponibile
3 nuovo da 89,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 4 Dicembre 2019 16:04

sharing-caring-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

Altre storie
linux android
Scrcpy 1.11: controllare lo smartphone Android dal proprio desktop Linux