Canonical rilascia una nuova versione di Snapcraft

0
267
snapcraft 1

Canonical nel weekend ha rilasciato Snapcraft 2.42. Snapcraft, come sapete, è il command-line tool che permette agli sviluppatori di creare Snap packages.

Questa release arriva due settimane dopo la versione 2.41. Quest’ultima è stata una minor-release che ha migliorato alcuni aspetti del tool (migliorato il meccanismo per l’overriding lifecycle steps, il report degli errori, è stata aggiornata la dotnet, nodejs, e i python plugins).

Snapcraft 2.42: cosa c’è di nuovo?

snapcraftIn Snapcraft 2.42 c’è una nuova funzione chiamata Multipass Cleanbuild che risulterà utile agli utenti di Snapcraft che hanno multipass installato (snap install multipass --beta). Per provare questa feature dovrete dare il seguente comando da terminale

“$ SNAPCRAFT_BUILD_ENVIRONMENT=multipass snapcraft cleanbuild”

Questa nuova release va a rimuovere il supporto per i persistent-containers remoti che sono stati in fase sperimentale per diverso tempo e ora sono stati bocciati. Era disponibile solo come feature flag che permetteva agli utenti di abilitare un’istanza remota di LXD.

Questa funzione è sempre stata in uno stadio sperimentale, rimuoverla è stato giusto in quanto non abbiamo più intenzione di svilupparla. La mancanza della funzione non va ad inficiare i local-containers di LXD e nemmeno le remote-cleanbuilds” queste le parole di Sergio Schvezov, sviluppatore di Snapcraft.

Ci sono poi tante altre piccole novità incluse in questa versione, trovate tutti i dettagli nelle note di rilascio su GitHub ove potete anche scaricare i sorgenti e compilarli. Questa release dovrebbe essere presto disponibile nei repositories di tutte le distro Ubuntu supportate.

sharing-caring-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.