Disponibile RetroArch 1.7.0: ecco come installarlo su Ubuntu

1
65
retroarch

Rilasciato RetroArch 1.7.0: ecco tutte le novità.

RetroArch è uno degli emulatori più completi in circolazione. Altri emulatori sono in grado di offrire l’accesso ai cataloghi di una o due diverse console, ma RetroArch può potenzialmente emulare migliaia e migliaia di giochi.

L’elenco di console supportate è davvero sorprendente, eccone un picollo elenco: PlayStation 1 (PCSX ReARMed), Super Nintendo (SNES9x Next), Nintendo Entertainment System (FCEUmm / NEStopia), GameBoy / GameBoy Color (Gambatte), GameBoy Advance (VBA Next), Neo Geo Pocket Color (Mednafen NGP), Sega Genesis/Mega Drive (Genesis Plus GX), Sega Master System/Sega Game Gear (Genesis Plus GX), Sega CD / Mega CD.

Disponibile RetroArch 1.7.0: ecco come installarlo su Ubuntu

retroarch 1.7.0

RetroArch 1.7.0 è stato rilasciato pochi giorni fa con diverse migliorie importanti:

  • Badges per gli achievements;
  • Migliorato il supporto per lightgun;
  • Supporto per Windows 95/Windows 98 (non-SE);
  • Migliorie per PS3;
  • Il porto per PSP e Wii U è tornato a funzionare.

L’installazione su Ubuntu (16.04, 17.04, 17.10) è particolarmente semplice mediante PPA. Aprite il terminale e date il seguente comando:

  • sudo add-apt-repository ppa:libretro/stable

Se richiesto inserite la vostra password. Fattò ciò potete installare RetroArch e una lista di giochi mediante il Synaptic Package Manager o dando i seguenti comandi:

  1. sudo apt-get update
  2. sudo apt-get install retroarch libretro-*

Per rimuovere il software procedete come segue:

  • sudo apt-get remove –autoremove retroarch libretro-*

e rimuovete il PPA recandovi in “Software & Updates” –> “Other Software”.

sharing-caring-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.