LosslessCut è un tool molto comodo che ci permette di tagliare al volo un video.

I video editor per Linux non mancano da Kdenlive a Openshot passando per Lightworks e Blender. Sono strumenti utili e completi ma adatti per l’editing professionale.

Oggi voglio parlarvi di uno strumento più semplice da utilizzare ma che offre tante  funzioni di base che possono servire all’utente medio. Spesso in un video ci sono parti che vorremmo tagliare perchè inutili o magari venute male, e con LosslessCut risparmieremo un sacco di tempo.

LosslessCut: tagliare i video non è mai stato così semplice

losslessCut

LosslessCut è un tool open source e multi-piattaforma che potremmo ridefinire cutting-tool. Funziona anche con i file audio ed è incredibilmente semplice da utilizzare, basta uno sguardo all’interfaccia per capire come usarlo. Potete dimenticarvi la curva d’apprendimento.

Supporta la maggior parte dei formati audio e video, offre comodi shortcuts da tastiera (tasto h per mostrare gli shortcuts). Il rendering è immediato e soprattutto senza perdita di qualità.

Ecco come procedere:

  • Eseguite il drag&drop di un video nel player di LosslessCut, oppure aprite il file dal menù;
  • Usate la barra spaziatrice per mettere in pausa o per riprendere la visione;
  • Selezionate l’istante di taglio (cut start, tasto I) e di fine taglio (tasto O);
  • Cliccate sulle forbici per esportare il nuovo video che viene salvato nella stessa cartella del video originale. Il video originale non è stato modificato;
  • E’ possibile catturare uno snapshot pigiando sul camera button;

L’installazione su Linux è assolutamente semplice. Vi basterà scaricare lo Zip dalla pagina GitHub ufficiale, cliccando sul bottone sottostante, estrarlo e lanciare l’eseguibile.

Download

sharing-caring-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

  • nokonqueror

    Credevo di poter togliere gli ads dai video di vcast.

  • Kim Allamandola

    Mh, Node/Electron mi stà MOLTO sulle scatole. A questo punto, frontend per frontend Vidcutter (ffmpeg fe) è mooooooolto più leggero e dipende solo dalle PyQt. Per me pollice verso.

    Ps su qualcuno volesse qualcosa di più semplice mplayer ha una feature molto carina (edlout) che permette di salvare istante di inizio e di fine di un video per poi tagliarlo (sul keyframe, ovvero senza ricodificare). Se siete curiosi qui è la mia versione org-mode paste2. org/O76w4eXg per tagliare comodamente.

    • Viktor Kopetki

      come visualizzatore io uso VLC, ci sono alternative migliori?
      e come convertitore?
      grazie

      • Kim Allamandola

        Bé il “migliore” è una questione personale, VLC ha un supporto eccellente e fa un mucchio di funzioni carine, a meno non piace solo per i keybindings non proprio comodi. MPV permette il “resume” di un video di default (VLC lo permetteva via plugin in passato ma ora non più) ovvero puoi chiudere un video e quando lo rilanci riparte da dove si era fermato. Mplayer è un classico per chi usa sopratutto la CLI… ‘Somma la teoria è: cerca qualcosa, se ti ci trovi tienilo. Se non ti ci trovi o sei curioso prova altro. mpv ed mplayer sono il primo suggerimento che mi viene in mente.

        Come “convertitore” dipende. La maggior parte di quelli grafici sono frontend a ffmpeg o mencoder per i video, più altri per l’audio (lame, sox, normalize, …). Se vuoi qualcosa di “generico” grafico Avidemux è molto quotato, ffmpeg da riga di comando con qualche oneliner pronto secondo quel che devi fare spesso torna molto semplice… Qui per rispondere serve sapere che usi vuoi. Per es. se devi rimuovere lingue in più da un video ffmpeg è un attimo, idem se vuoi ruotare/flippare un video che magari hai girato col cellulare tenuto male, se vuoi passare da un formato ad un altro anche vlc offre molti codificatori. Se vuoi fare i classici DVD a partire da un video DeVeDe è una GUI molto semplice e carina… Non c’è una risposta valida in assoluto.

        • SickBoy

          Ciao, in realtà la feature del resume è presente su VLC già da un po’. Infatti almeno su Ubuntu MATE, con la versione 2.2.2 ti appare la barra popup del resume sotto il menu ogni qualvolta riapri il filmato che stavi vedendo in precedenza. Sia se stoppi, sia se chiudi direttamente, che quando stoppi e chiudi.
          Il plugin che se non erro si chiama srpos, era comodo perché aveva una memoria di venti filmati mi pare, ma se non dico una scemenza, dovrebbe funzionare ancora. Infatti la v0.5 era uscita proprio per essere compatibile con VLC 2.2.2. Però non garantisco, perché non uso più il plugin da quando VLC ha integrato il resume.

          • Kim Allamandola

            Mi era sfuggito, grazie 🙂

        • Aster

          Concordo mpv e migliore

      • Aster

        Mpv come player,anni luce avanti vlc con mkv e file pesanti

      • Samael

        Esiste solo mpv.
        Come front-end consiglio GNOME MPV se sei su GNOME e IINA se sei su macOS.

  • Aster

    Lo provo

  • Ph4$3On3

    avidemux-gtk non vi basta?

  • DigiDavidex

    kdenlive>>>> peccato che sia un pò buggato sennò era ottimo

  • vivaio

    avidemux..

No more articles