Non solo Ubuntu: ecco le novità dei principali Flavors.

E’ già possibile scaricare l’ultima release di Ubuntu Budgie 17.10, Ubuntu MATE 17.10, Kubuntu 17.10, Xubuntu 17.10 e di tutte le altre derivate di Ubuntu, che oggi compie 13 anni. Ognuna di esse introduce diverse novità, alcune grosse migliorie altre ritocchi minori.

Tutte le derivate usano il kernel Linux 4.13, e sbarcano dopo ben 9 mesi di lavoro da parte degli sviluppatori.

Non solo Ubuntu: ecco le principali novità di tutti i suoi Flavors

Andiamo ad analizzare le maggiori novità introdotte dai principali Flavors di Ubuntu.

Ubuntu Budgie 17.10

ubuntu budgie flavors

Ubuntu Budgie 17.10 arriva con Budgie desktop 10.4. Budgie 10.4 introduce applets, nuove panel options, migliorie alla sidebar Raven e uno switcher che viene attivato con Alt + Tab.

Ubuntu Budgie 17.10 permette di cambiare il colore delle cartelle in Nautilus ed è stata sensibilmente migliorata l’app Budgie Welcome.

Potete scaricare Ubuntu Budgie 17.10 cliccando sul bottone qui sotto.

Ubuntu Budgie

Kubuntu 17.10

Kubuntu 17.10 sbarca con Plasma 5.10 e KDE Applications 17.04.3. Il video player di default ora è VLC e Cantana music player va a sostituire Amarok.

Il package manager prescelto per questa release è Muon, che ritorna dopo aver abdicato per diverso tempo.

Potete scaricare Kubuntu 17.10 cliccando sul bottone qui sotto.

Kubuntu 17.10

Ubuntu MATE 17.10

ubuntu mate

Gli amanti di Unity devono assolutamente provare Ubuntu MATE 17.10. Questa distro presenta un sacco di funzioni che si ispirano proprio a Unity, dal global menu all’HUD fino al layout dei pannelli.

Tutte queste features sono ovviamente opzionali, MATE offre un livello di personalizzazione molto alto.

Ubuntu Mate

Xubuntu 17.10

Xubuntu 17.10 presenta solo piccole novità, niente di particolarmente rilevante.

Il tema Greybird GTK è stato leggermente rivisitato. Presente un nuovo wallpaper e un piccolo aggiornamento all’icon set. A bordo troviamo tutte le app aggiornate all’ultima versione: da Firefox a Thunderbird passando per la suite LibreOffice. Presente anche una novità: GNOME Font Viewer.

Download Xubuntusharing-caring-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

  • CharlieP

    Nonpopodameno da citare secondo me, per gli affezionati di unity, il layout mutiny di Ubuntu mate che lo imita perfettamente.

  • rico

    Non solo le varie interfacce dei pannelli (Mutiny=Unity, Cupertino=Mac, Redmond=windows ecc.)
    Ubuntu MATE è più reattivo e completo di Gnome: ha già VLC, già abilitati i partner di Canonical e i repo multiverse, quindi è tutto installabile al primo colpo.

  • Red/

    Qual’è il consumo di ram per ciascuna?

    • secondo me non consumeranno molto appena avviate.
      tieni conto a me debian 9 con gnome shell all’avvio occupa 500MB scarsi di ram su 8GB totali, praticamente niente.
      magari su ubuntu qualche servizio in più c’è ma sicuramente i DE più leggeri non occuperanno più di 500MB

    • Aster

      Appena trovo la sfide te lo posto

    • Aster

      https://www .reddit. com/r/linux/comments/5l39tz/ linux_distros_ram_consumption_comparison_updated/togli gli spazi

No more articles