E’ disponibile Geary 0.12: un grosso aggiornamento per il client email open-source.

Geary 0.12 arriva dopo un anno e mezzo dal precedente aggiornamento, Geary 0.11 è stato infatti rilasciato a Maggio 2016.

I fan del client, dopo aver aggiornato l’applicazione, si troveranno davanti ad una miriade di novità, dal text composer alla gestione delle mail provenienti da altri tool (es: Outlook).

Disponibile Geary 0.12

email geary 0.12

Con questo aggiornamento potrete imparare gli shortcut di Geary più facilmente. Vi basterà digitare Ctrl + ? per far comparire un  dialog d’aiuto.

Le modifiche incluse in Geary 0.12 sono davvero molte, ecco una lista delle principali:

  • Insert images inline when composing rich text messages
  • Improved interface for inserting links in rich text messages
  • Choose multiple spell-checker languages when composing messages
  • Support message archiving for Yahoo! Mail and Outlook.com
  • Improved interface when displaying conversations
  • Improved interface when moving and labelling conversations
  • Improved support for right-to-left languages
  • Automatically unfold starred messages in a conversation
  • Support saving remote inline images
  • Improved keyboard navigation for conversations
  • Improved security when displaying messages

Se state usando Ubuntu 17.10 (beta o daily builds) potete installare Geary 0.12 direttamente dall’Ubuntu Software center. Alternativamente cliccate sul bottone qui sotto.

Geary

Per installare l’ultima release di Geary via PPA su Ubuntu 16.04 LTS o 17.04 dovete aggiungere i PPA e in seguito installare l’app. Per farlo aprite il terminale e date i seguenti comandi:

  • sudo add-apt-repository ppa:geary-team/releases
  • sudo apt-get update && sudo apt-get install geary

Una volta terminata l’installazione potere lanciare l’app dalla Unity dash o l’equivalente del vostro desktop environment. Geary 0.12 è disponibile anche in formato flatpak, via Flathub.

Se avete configurato flathub vi basterà dare il seguente comando:

  • flatpak install flathub org.gnome.Geary

Alternativamente se la vostra distro Linux supporta le app Flatpak potete installare Geary cliccando sul bottone sottostante.

Geary Flatpak

sharing-caring-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

  • masand

    Grazie della info. Una cosa… Io ho tutta la mia email in locale con Thunderbird, è possibile importare le email e le relative cartelle con Geary? Grazie ancora 🙂

    • ctretre

      Geary usa soltanto IMAP, e se hai tutto in locale credo che tu preferisca POP.
      Detto questo non ho mai visto un’opzione per importare, se ti va bene usare IMAP potresti trovarla magari nella webmail.
      Se vuoi abbandonare Thunderbird senza lasciare il POP3 puoi provare Evolution.

      • masand

        Grazie della risposta. Effettivamente, avevo visto anche io che geary è solo imap. Io personalmente non capisco il senso di un client IMAP, tanto vale visualizzare dal browser a sto punto no?

        • ctretre

          Ci sono alcuni vantaggi, anche se marginali:
          – viene salvaguardata la piena funzionalità offline;
          – si ha la possibilità di controllare più caselle contemporaneamente;
          – si ha una migliore integrazione col sistema (velocità di accesso; notifiche; scorciatoie)
          – talvolta si guadagnano funzioni che la webapp non ha (ad esempio GMAIL non supporta le notifiche di lettura e ricezione, la webmail universitaria è penosa, molte webapp non supportano la sincronizzazione dei contatti tramite CardDAV).

          Non saranno forse tanti i vantaggi, ma ci sono.
          Fino a poco fa usavo Geary, ora ho smesso in favore di una App Chrome che permette di usare Gmail offline ed ho collegato a monte la mail universitaria a Gmail.
          Non ho le notifiche, ma tanto mi arrivano sul cellulare e non sono dunque così fondamentali.

No more articles