In arrivo diverse nuove interessanti funzioni per GNOME Disks.

GParted è stato per diversi anni il tool più usato per la gestione del file system su distribuzioni GNU/Linux ma GNOME Disks sta migliorando sempre più e potrebbe presto reclamare il trono.

Disks (anche noto come GNOME Disk Utility) viene usato per gestire gli hard disk. Vi permette di formattare i dischi, montare e smontare le partizioni oltre alla gestione delle SMART features.

Nuove importanti funzioni per GNOME Disks

gnome disks

L’utility ha sempre avuto diverse mancanze rispetto alla concorrenza. Ad esempio, almeno fino ad oggi, era impossibile andare a ridimensionare le partizioni oppure andare a riparare il file system.

Proprio queste sono le due principali novità introdotte dagli sviluppatori. Guidati da Kai Luke sono riusciti a implementare queste due importantissime funzioni.

Nonostante siano già funzionanti vengono considerate ancora “In sviluppo” anche perchè mancano alcuni ritocchi. Ad esempio non è ancora stata implementata la barra che indica il progresso dell’operazione in corso.

GNOME 3.26 è atteso per il mese di Ottobre e non è garantito che queste nuove funzioni saranno incluse in Disks 3.26 anche se è altamente probabile, vi terremo aggiornati.

sharing-caring-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

  • ctretre

    Con gparted non compatibile con Wayland se ne sente il bisogno, spero che arrivino presto queste funzioni

    • Tomoms

      Cosa intendi dire con “Gparted non compatibile con Wayland”?

      • ctretre

        Se si è in una sessione con Wayland e si clicca sull’icona di gparted questo chiede la password per avviarsi ma non si apre.
        Su bugzilla è un bug riconosciuto, e in questo sito se ne discuteva nell’articolo sull’adozione di Wayland per Ubuntu 17.10.
        Me n’ero avuto da molto tempo usando Fedora GNOME come distro principale.

        • Tomoms

          Ho trovato come farlo funzionare.
          Apri una shell, diventa root, dai ‘xhost +local:’ e poi fai partire gparted normalmente dal menu applicazioni.

          • ctretre

            Appena posso ci provo, grazie per la dritta!

          • Tomoms

            Prego! Aggiungo che ho notato che quel comando non serve darlo da root.

No more articles