Due news dal mondo Ubuntu: nuovo login manager e HAVP anche su schede nVidia e AMD.

Una prima novità che deriva dall’adozione di GNOME Shell al posto di Unity e già operativa nelle daily builds di Ubuntu 17.10 (Artful Aardvark) è il cambio del display manager di default: si passa da LightDM a GDM (Gnome Display Manager). Se ben ricordo Ubuntu ha usato LightDM di default da Ubuntu 11.10.

Ubuntu News: GDM ha rimpiazzato LightDM, HAVP anche su schede nVidia e AMD

ubuntu news havp gdm

Lato utente GDM non è così diverso da LightDM, avrete comunque la possibilità di passare da una desktop session all’altra (presumibilmente incluso Unity 7, nel caso siate interessati ad usarlo ancora). Avrete anche alcune funzioni extra, ad esempio il controllo della musica nella lock-screen. Speriamo solo che Canonical dedichi del tempo a migliorare l’aspetto estetico (skin/theme) di GDM che attualmente lascia molto a desiderare.

Un’altra notizia interessante arriva dallo sviluppo dell’HAVP. Come sapete Canonical era intenzionata ad abilitare di default l’hardware-accelerated video playback su Ubuntu 17.10 (Artful Aardvark).L’obiettivo del team di svilupo inizialmente prevedeva di abilitare l’HAVP per sole Gpu Intel, il supporto per le schede Nvidia e AMD sarebbe dovuto arrivare in seguito.

Stando alle ultime informazioni di servizio gli sviluppatori hanno fatto diversi passi in avanti (correggendo diversi problemi nel driver Intel Va, in Totem e in GStreamer) e subito dopo il supporto per le GPU Intel dovrebbe arrivare a stretto giro di posta anche quello per le schede dedicate di nVidia e AMD.

Il lavoro di Canonical procede anche sul fronte LivePatch: la Software Properties window è stata aggiornata per mostrare lo stato attuale delle patch installate e di quelle disponibili.

sharing-caring

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

  • Dario Chemello

    Quali sono le motivazione di una scelta come questa? Dico quelle tecniche…

    • penso si tratti solo di coerenza gdm è il default di gnome, scelto gnome scelto gdm
      poi oh puoi sentire la musica a schermo bloccato vuoi mettere

      • michele

        penso solo per investire il meno possibile

        • carlo coppa

          Infatti, vogliono solo consegnare Gnome, a Ubuntu non frega più molto del desktop e li capisco.

    • Emanuele Cavallaro

      Perché GDM è troppo legato a gnome e c’era troppo lavoro da fare per far andare lightdm in modo coerente e integrato con GNOME.
      Comunque, non ho mai visto un DE cosi instabile, esoso di risorse come GNOME shell…

      • jboss

        lo uso dalla 3.14 e devo dire che è molto stabile, forse con ubbundu è instabile, ma con altre distro (fedora, opensuse, etc) è una roccia.
        Riguardo la ram si aggira attorno ai ~ 1.4 GB (solo DE) che sono troppi effettivamente.

        • Emanuele Cavallaro

          Evidentemente non conosci i problemi di GNOME, gira per le mailing list e bugzilla, e vedrai che sei troppo fanboy per essere obbiettivo 😉
          I memory leaks, i problemi di rendering che ha gnome shell li conoscono anche i DEV stessi! Cioè a parità di unity7, gnome usa molto piu ram e cpu in rendering.
          Quindi, pure Fedora ha i problemi che ho elencato 😉

          “For example: CPU usage playing Big Buck Bunny 1080p 60FPS, on a Xeon desktop:

          Unity7/Xorg (fullscreen)
          totem 80%
          compiz 4%
          Xorg 5%

          Unity7/Xorg (windowed)
          totem 80%
          compiz 6%
          Xorg 4%

          Gnome/Wayland (fullscreen)
          totem 120%
          gnome-shell 40%

          Gnome/Wayland (windowed)
          totem 120%
          gnome-shell 40%

          Xmir/mir_proving_server (windowed)
          totem 80%
          Xmir 4%
          mir_proving_server 2%

          Note this is a separate issue to the video decode acceleration task. That one is about the CPU usage of totem. This one is about the CPU usage of gnome-shell.”

          • altermetax

            Scusa, ma non hai parlato dell’instabilità qui, ma solo dell’uso esagerato di risorse, che jboss aveva già ammesso. E gli hai dato anche del fanboy, lol.

        • lindgren

          Gnome e KDE sono pesanti. Fortunatamente ci sono lxqt, lxde, xfce, lumina.

          • Aster

            E mate e budgie

          • Emanuele Cavallaro

            No, plasma KDE è molto più leggero di Gnome!

          • Tiziano Di Gennaro

            Sono anni che uso i3 … sinceramente tutto il resto è troppo pesante 🙂

      • Dario Chemello

        A me pare che ldm giri senza troppe cazzate con Gnome dietro.

        Poi come scrivevano sotto magari “non ascoltiamo la musica con il blocca schermo”.

        Il punto è: perché buttare via eoni di sviluppo così, tanto per fare?

      • altermetax

        GNOME Shell è decisamente esoso di risorse, ma in fatto di stabilità batte KDE.

        • carlo coppa

          …e ci mancherebbe che non lo sia ! Plasma5 è ancora giovane, anche se con le ultime versioni ha raggiunto un buon grado di stabilità, Gnome Shell è un bel po che c’è, ci mancherebbe che non sia almeno stabile !

    • ma si, ma di cosa vi arrabbiate… tanto frà poco, sia il de che la gnome shell saranno fagocitate da systemd… a quel punto sarà tutto più bello, pulito, e non servirà lamentarsi di questo o quello, perchè tanto sarà già tutto integrato.

  • Idntfllow

    HAVP … clickbait

  • Aster

    Speriamo risolvono anche i problemi di login su alcune de

  • Kim Allamandola

    E io son quasi arrivato ad avere un Arch usabile per l’utente finale enterprise, mi manca solo una gestione abbastanza robusta dei dkms e poco altro…

    Triste che la distro che ha fatto esplodere GNU/Linux finisca così…

  • perchè così facendo possono spingere ancora di più systemd ?

    • michele

      systemd è una creatura di RedHat

      • vero… ma mi pare che tutto sommato motumbu, l’abbia abbracciata molto ma molto rapidamente.

        • michele

          dopo che l’ha fatto debian, gli restavano ben poche prospettive di usare upstart.
          Come MIR, da sola non poteva andare lontano, come molte iniziative (non renumerative)

          • ok, e in debian chi l’ha costretto al passaggio ? non ditemi che han fatto la votazione che mi pare tanto una farsa… vista la diatriba e il fork che ne è nato, potevano almeno tentare di lasciare la libertà di scelta, e invece hanno preferito puntare tutto su systemd con la scusa di gnome.

          • michele

            C’è stato un sondaggio, poi se non sei convinto pazienza, io do per scontato la buona fede della comunity. Se non ricordo male c’era la possibilità di scegliere il sistema di init, quando systemd faceva solo quello, ora credo si sia incancrenito talmente a fondo in gnome che i due non si possono più sganciare.
            Il fork è nato perché il sondaggio non era 99% contro 1% ma il delta era risicato.

            Io ero più per upstart (non ho votato) systemd fa cose (ad esempio i log in binario) che mi piaciono poco. Ora che sta inglobando tutti i servizzi mi piace ancora meno

    • ekkekkk

      ma basta con ste menate su systemd, sei una piaga.
      Non ti piace usa Osx o Windows o una vecchia distro.
      Neanche a me piace molto, ma non rompo i mar0ni ogni articolo…

      • hahahahaha guarda che la stai facendo più grossa di quel che è… alla fine non è che non ci dormo la notte… poi che io sia un rompiballe su systemd, ci stà… e che c… altrimenti se tutti son allineati e d’accordo dove stà il bello ?

        • ekkekkk

          si abbiamo capito, ma ogni discussione fai la piattola su sto cacchio si systemd..
          e basta… lol
          Un’ossessione.

          • E evidente che non ci sbatti molto il naso, oppure hai la fortuna di averci a che fare in situazioni standard dove non crea grossi problemi.

      • michele

        distro vecchie? Ci sono distro attualmente mantenute senza systemd (slackware e devuan ad esempio)

        • Per fortuna si, ma temo che abbiano poca “massa critica”… mi auguro veramente che Devuan possa crescere in termini di installato, ma temo seguirà la strada appunto di slackware o gentoo… distribuzioni sicuramente valide, ma che difficilmente incontri in ambienti di produzione…

        • ekkekkk

          anche gentoo mi pare, dillo alla “piaga” … lol

No more articles