Che app volete di default volete in Ubuntu 18.04 LTS?

L’utente al centro di tutto’ è una regola che ogni sviluppatore dovrebbe seguire. Il team di Ubuntu è all’opera per la transizione Unity-Gnome che sarà completa con Ubuntu 17.10. Dopo aver lanciato nel mese di Maggio un sondaggio riguardo le GNOME extensions ora l’azienda vuole l’opinione della community circa le app da installare di default su Ubuntu 18.04 LTS.

Ubuntu 18.04 LTS: Canonical lancia un sondaggio.

ubuntu 18.04 lts

Pensate che Chromium debba diventare il browser di default? Volete un IDE o un client IRC installati di default? E se sì, quali? Avete un’opinione sulla suite da ufficio da includere?

Qualunque sia la vostra opinione, questo è il momento giusto per comunicarla a Canonical. Per condividerla dovrete riempire la lista riportata sotto aggiungendo la vostra app preferita per ogni campo.

  • Web Browser:
  • Email Client:
  • Terminal:
  • IDE:
  • File manager:
  • Basic Text Editor:
  • IRC/Messaging Client:
  • PDF Reader:
  • Office Suite:
  • Calendar: 
  • Video Player:
  • Music Player:
  • Photo Viewer:
  • Screen recording:

Per farlo cliccate qui: accederete all’apposito modulo Google creato da Canonical.

Potete anche suggerire più di un’app, l’importante è che lo facciate in ordine di preferenza, ad esempio:

  • Web Browser: Firefox, Chromium, Vivaldi.

Potete anche consigliare software non libero e non open-source indicandolo nella lista con la dicitura “non-free”.

Se non usate una desktop app per un certo servizio potete dire cosa state utilizzando (es. Gmail-web per le e-mail). Se invece non avete alcuna preferenza per una certa categoria lasciate il campo vuoto.

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

No more articles