Con oggi possiamo segnare la fine dell’era Unity: GNOME sbarca ufficialmente su Ubuntu 17.10.

Come sapete, ne abbiamo parlato a lungo un paio di mesi fa, Shuttleworth, fondatore di Ubuntu, in un post straordinario, che tutti gli amanti di Unity avranno fatto fatica a digerire,  ha annunciato la fine dello sviluppo di Unity dando vita al matrimonio Ubuntu-GNOME Shell. Unity è stato il desktop environment di Ubuntu dal lontano 2011 fino ad oggi.

Il fatto ha scosso non poco la community ma ovviamente la decisione di Canonical era presa e con oggi si può dire che è anche irreversibile.

L’ultima build di Ubuntu 17.10 rimuove definitivamente Unity

unity-launcher-1 ubuntu 17.10

L’ultima build di Artful Aardvark rimuove completamente Unity e tutti i pacchetti che vi fanno riferimento e inserisce, a titolo sostitutivo, quelli di GNOME Shell. Possiamo dire addio all’Ubuntu notification system Notify-OSD e al control centre.

Lo sviluppatore di Ubuntu Didier Roche ha commentato il passaggio da Unity a GNOME così: “Bye Bye Unity, è stato un viaggio lungo e divertente. Da Unity0 per Ubuntu Netbook Edition a Unity 7 ne abbiamo fatta di strada insieme. Ci siamo divertiti ma abbiamo anche incontrato diverse difficoltà nello sviluppo. Grazie a tutti quelli che ci hanno aiutato, a quelli che sono ancora qui con noi e a quelli che se ne sono andati”

Se state già utilizzando le daily builds di Ubuntu 17.10 potrete aggiornare alla versione con GNOME Shell nei prossimi giorni. Vi ricordo che Unity 7 rimarrà il desktop environment di Ubuntu 16.04 Xenial Xerus che verrà supportato ancora per diversi anni essendo una LTS release. Inoltre sarà sempre possibile installare Unity 7 su Ubuntu 17.10 mediante i repo di Ubuntu.

 

sharing-caring

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

  • jboss

    a sto punto perchè non uniscono le forze con debian

    • Dario Chemello

      Io eviterei… Stanno bene dove sono entrambi 😉

      • jboss

        effettivamente

    • Appianos

      Debian è no profit, Canonical no.

  • Mich. Gio.

    ma gnome è ancora vanilla o hanno iniziato a farci qualcosa?

    • vanilla

    • Aury88

      dubito che canonical ci farà mai alcunchè visto che sarebbe un costo di sviluppo senza guadagni diretti…si limiteranno al massimo ad inserire di default alcune estensioni fatte da terzi….cosa che, con l’attuale filosofia di gnome team, significherà che non potranno mai esserci funzionalità stile HUD che lavorano anche lato applicativo (canonical patchava le app per farle funzionare con HUD e il team gnome ha detto che questo modo di procedere è assolutamente contrario alla loro linea di azione in cui ogni programmatore decide se e come esporre i comandi e solo internamente alla propria app)

  • espirit

    Ma i ragazzi di Ubports continueranno con gli sviluppi di Unity8? Spero di si, perché sinceramente a me Unity piaceva tantissimo come DE; inoltre lo apprezzavo anche tanto per il concetto di convergenza che esprimeva (oddio, forse che voleva esprimere. Staremo a vedere…

    • cerca “yunit”

      in questi giorni gli sviluppatori si sono riuniti per organizzarsi e decidere come procedere

      • espirit

        Ma da quello che ho capito è un altro gruppo rispetto a UBports: ma perché portare avanti 2 progetti diversi, sprecando energie? 🙁
        A questo punto mi auguro che almeno uno dei due ce la faccia!

        • Aury88

          collaborano entrambi i progetti e fanno il merge del codice up o down stream. ma uno si occupa dell’aspetto desk l’altro dell’aspetto phone…è come in canonical in cui c’era un team dedicato ad UT e l’altro era dedicato da unity8 con il codice che poi veniva messo assieme

    • NerdissimoPC

      Io spero, visto come sono andate le cose, che questa cosa della convergenza poi la implementano su GNOME.

    • Spero di sì e spero di vederla sta convergenza in modo da far rosicare chi ha remato contro, che sicuramente è un linuxiano…

      • espirit

        Concordo… il concetto di convergenza che stava portando avanti Canonical poteva davvero far fare il salto di qualità a Linux al fine di riuscire a portarlo per davvero anche nel segmento consumer.
        Oltre al fatto che rappresentava davvero una bella innovazione, ma purtroppo è andata così

    • SalvaJu29ro

      Ma al posto di provare a fare una cosa impossibile, non sarebbe meglio mantenere Unity 7? Non c’è riuscita Canonical

      • Aury88

        perchè impossibile? canonical ha abbandonato non perchè fosse impossibile ma perchè non era remunerativo sviluppare in ambito “consumer” su linux. e infatti non ha finito unity8 ma ha anche abbandonato il supporto di unity7…

        • SalvaJu29ro

          Allora diciamo..difficile? Canonical ci sta lavorando da anni e anni e i dipendenti vengono pagati
          Poi vabbè, nessuno gli impedisce di provarci.
          Anzi, se riescono son contento perchè era un progetto che mi interessava

          • Aury88

            difficile è sicuramente difficile, a maggior ragione se si decide di realizzare anche cose come il display server ad-hoc (ma adesso non sarà più così visto che mir è in fase di declassamento a semplice client di wayland)…la difficoltà in più di unity8 è per lo più dovuta al fatto di doverlo sviluppare tenendo a mente la convergenza ma la base è già stata predisposta da canonical e ora rimane per lo più da mettere i parametri di funzionamento per i vari I/O…non vedo onestamente quali siano le difficoltà particolari dello sviluppare unity8 in più rispetto quelle dello sviluppare gnome o kde (naturalmente prese nella fase di sviluppo equivalente a quella attuale ad unity8)

            canonical ci ha lavorato per anni è vero e di fatto allo stato attuale hai già un DE utilizzabile su smartphone e questo da anni (da un paio di anni dopo l’annuncio di voler portare unity8 su smartphone). ha ritardato lato desk perchè si è concentrata sull’ambito smartphone ma in un anno, da quando cioè è stato annunciato che la 17.10 avrebbe avuto unity8 (sic), le novità sono state rilevanti e giornaliere…imho se continuava così per la 18.04 unity8 completo per desk lo si sarebbe potuto avere… peccato per il cambio di rotta. quindi non stiamo parlando di uno sviluppo fermo al palo per particolari difficoltà tecniche, ma per la scelta (necessaria) di concentrarsi prima su uno e poi sull’altro ambito di utilizzo.

  • user1

    La direzione è quella giusta. Tutto lo sviluppo deve convergere su un unico DE se si vuole sperare di accorciare le distanze con Windows e OSX per quel che riguarda la qualità dell’ambiente desktop. Gnome è chiaramente il DE sul quale convergere.

    • Appianos

      In più, aggiungerei, dovrebbero migliorare Brasero che non è al livello di K3B. E’ antipatico dover installare K3B su Gnome con una marea di dipendenze kde, dato che dvd e bluray sono supporti ancora indispensabili per il backup. E ci vorrebbe anche un sostituto GTK per Kdenlive.

      • Luca Cavedale

        lul gnome senza offesa ma kde è migliore, almeno per me 🙂 a differenza di chi afferma con assoluta certezza che gnome sia il top del top lol

        • NerdissimoPC

          KDE e GNOME sono due DE con obiettivi diversi, non ha senso metterli a confronto.

          • Un de può essere più o meno riuscito o performante, ma tutti hanno lo stesso obiettivo anche con strade diverse. Da ciò si deduce che DEVONO essere messi a confronto.

          • NerdissimoPC

            Lo stesso obiettivo quele sarebbe? A parte quello di far utilizzare il computer nel modo più facile possibile. KDE mira ad essere altamente personalizzabile, GNOME invece mira al minimalismo, a me sembrano diversi.

          • Au stai parlando di funzionalità non di obiettivi… Kde e Gnome e tutti gli altro servono da interazione con il sistema quindi fanno lo stesso lavoro percorrendo strade diverse… Uno ha più rossetto nella bocca e l’altro ha più ombretto negli occhi

          • Luca Cavedale

            io non li metto mai a confronto a differenza dei fanboy 🙂

          • NerdissimoPC

            E il commento di prima?

          • Luca Cavedale

            ? ho detto che per le mie esigenze preferisco kde, che è un confronto? lol

          • gabriele tesio

            a mio parere il fatto che siano dei DE è quanto basta per poterli mettere a confronto, poi se hanno scopi molto diversi non si può allora decretare un ‘vincitore’ assoluto, ma quanto meno si può discutere chessò, l’utilizzo della ram, la presenza più o meno comune di artefatti, funzionalità presenti su uno e sull’altro etc etc.

        • Ho usato ambedue, mi convinceva più KDE che Gnome, quanto meno è diverso anche se mooooolto simile a Windows.

          • Luca Cavedale

            che anche qui è relativo, visto che lo puoi configurare come vuoi

          • Ma cmq Windows centrico…

    • Non ci sono le caratteristiche necessarie per mettere tutti d’accordo su un unico de, siamo realisti. Chi ci prova nel mondo Linux viene trombato…

    • SalvaJu29ro

      Per quanto mi riguarda non lo utilizzerei neanche se mi pagassero.

    • Mechano

      Chissà perché c’è sempre il commento di quello che vuole un solo vestito per tutti.
      Questa è la politica di aziende come Microsoft ed Apple.
      Il mondo opensource è bello proprio per la diversità e la possibilità di scegliere.

      Io trovo spesso persone che provano grande angoscia di fronte ad una scelta.
      Per alcune persone scegliere è stressante, anche per la paura di sbagliare.
      Quando invece dovrebbe essere proprio la principale prerogativa umana.

      Per cui bello poter scegliere.
      Ma sono consapevole che le risorse sono poche e così si disperdono…
      Ma alla scelta non rinuncio, basta solo pazienza e ogni ambiente comunque finché interessa a qualcuno, evolve.

  • Wolfenstein

    Meglio ottima notizia, via Unity grazie!!!

    • Poi mi dai qualche info seria sulla motivazione di base. Gnome è meglio? Oppure xfce? Oppure? Guarda solo Deepin ha senso di citare… Quindi che dici? Serio eh…

      • Wolfenstein

        Ho potuto usufruire per 3 anni di una quarantina di computers, tutti con Ubuntu installato.
        Già dalle prime versioni di Unity si è notato un NETTO calo delle prestazioni (rispetto le ubuntu con Gnome2 poi diventato MATE )oltre che ad una interfaccia che nessuno ma proprio nessuno digeriva (nel senso che non piaceva proprio a nessuno).
        In pratica in 3 anni ognuno di noi in associazione non ha mai avuto una buona esperienza d’uso con Unity, rimpiangendo il buon vecchio Gnome2
        All’uscita della notizia che Canonical utilizzerà GNOME come nuovo DE abbiamo voluto provare la GNOMEUbuntu per vedere come andava.
        Netto miglioramento in praticamente tutti i pc dell’associazione.
        Prestazioni migliorate
        Caricamenti decisamente migliori.
        Dischi meno stressati
        E soprattutto tanti tanti meno crash
        Come estetica pure rispetto Unity siamo su un altro pianeta, molto più bello.
        Abbiamo provato anche KDE (mi piace pure quello) ma è stata bocciata da tutti.
        XCFE pure mi piace molto ed è leggerissimo ma i pc che abbiamo non sono cosi vecchi da usare xcfe quindi per ora rimane solo un esperimento che uso a casa per diletto.
        Questa è stata la nostra esperienza, Deepin non lo cito perché è troppo piccola come distro anche se come estetica è molto piacevole.

        • floriano

          attualmente mi convince di più deepin di Ubuntu…

          • Wolfenstein

            esteticamente si, ma preferisco rimanere con Ubuntu ancora 🙂

      • per me gnome generalmente è meglio (più moderno, basta dire che a unity mancava completamente un centro notifiche) con supporto a wayland espandibile a piacimento con le estensioni, però la soluzione ideale sarebbe stato creare un unity 8 con le funzionalità base di gnome, senza compiz e con supporto a wayland.
        oppure portare in gnome la dock di unity, il global menu e la HUD

        • Mechano

          Se solo funzionasse.
          Mancano un sacco di funzioni avanzate. Per esempio per le stampanti.
          Le impostazioni della stampa non persistono, per esempio se imposto di usare il fronte retro. Poi lo devo ridire ad ogni programma che vuole stampare.

          Le estensioni poi sono belle ma anche loro hanno bei bug, ed ogni nuova versione di Gnome smette di funzionare qualcuna, per esempio G-Paste è il miglior clipboard manager ma non viene più aggiornato.

          Se provi l’estensione Window list per avere la barra sotto con l’elenco finestre tipo Gnome Classic, non sparisce più la barra disabilitandola. Devi proprio uscire e rientrare nella sessione.

          Tema di base e icone brutte. Devi cercare altri temi online e installarli.

          Ed un mare di altri piccoli e snervanti problemini.

          Peccato perché mi piace e mi sono ritagliato un bel desktop. Se solo lo sviluppassero come si deve.

          • Se provi l’estensione Window list per avere la barra sotto con l’elenco
            finestre tipo Gnome Classic, non sparisce più la barra disabilitandola.
            Devi proprio uscire e rientrare nella sessione.

            mai successo sinceramente, su che distro sei?

            Tema di base e icone brutte. Devi cercare altri temi online e installarli.

            non che gli altri DE di default abbiano temi belli, anzi quello di gnome è migliorato nelle ultime versioni e non è così male

        • Sinceramente anche la soluzione gnome del menu non mi dispiace

      • Edmond Dantès

        Con tutto il rispetto per i gusti altrui, e l’utilizzo che si fa di ogni DE, personalmente avrei preferito che ubuntu utilizzasse KDE. Per me è il migliore, specialmente in ambito di prestazioni (steam o winehq) ovviamente parlo per quelle che sono state le mie esperienze, ho provato tutti i DE dunque so di cosa parlo. Poi certo ogni esperienza è soggettiva come tutto nella vita (l’oggettività è solo un invenzione che odio).

  • carlo coppa

    …io ero un soddisfatto utente di Unity, per me che non amo personalizzare troppo era fantastica già dalle impostazioni di default. La sua “morte” però mi ha fatto scoprire Plasma 5 e qui mi trovo davvero bene in tutto.Plasma 5 è fantastico e di certo non tornerei più indietro.

    • Aury88

      sei passato dal non amare personalizzare troppo a plasma 5. è un cambiamento non da poco 😉

      • carlo coppa

        Il fatto che Plasma 5 permetta molte personalizzazioni, non significa che l’utente debba per forza farle. Io utilizzo Plasma 5 così com’è in quanto di default offre una user experience fantastica, come la ricerca globale simile a quella della dash di Unity. Di fatto aggiungo solo qualche plasmoide al pannello, ma questo lo facevo anche in Unity e poco altro. Per mia esperienza utilizzando le impostazioni di default si evitano mal di testa (bug), ovviamente non parlo di piccole personalizzazioni, ma stravolgere un DE non ha alcun senso, anche se permette di farlo. Se dovessi usare Gnome Shell la utilizzerei senza estensioni o quasi. Altrimenti utilizzo altro…Ciao

  • fabbrizio

    siamo salvi era ora rimuovessero quella porcheria e ubuntu ritorni quello buono di una volta

    • gabriele tesio

      come se ubuntu con unity fosse l’unica distro esistente…

      • Wolfenstein

        bè non è l’unica ma è la più diffusa almeno e sarebbe da concentrare tutto il potenziale li o almeno nelle 3/4 distro maggiori.
        Qui invece si spreca tempo in distro inutili e remix di remix -.-.

        Usare una distro che usano in 4 in tutto il mondo è da suicidio.

        • carlo coppa

          Faccio notare che Ubuntu è distribuita con quasi tutti i principali DE, da Gnome a Kde a Xfce ecc., per cui trovo questo odio nei confronti di Unity senza senso.

          • Wolfenstein

            Ha senso invece, quando la DE ufficiale sarà GNOME le risorse maggiori di ottimizzazioni e sviluppo saranno concentrate li. Ora è una “flavour”, c’è una bella differenza purtroppo

          • carlo coppa

            Forse sfugge una cosa che è evidente…Canonical non investe più un centesimo nel desktop, le squadre che si occupavano di Unity non ci sono più, chi licenziato, chi messo in altri progetti interni a Canonical. E’ rimasta una squadra che avrà il compito più che altro di pacchettizzazione. Prendono Gnome e lo mettono in Ubuntu, come prendono Kde e lo mettono in Kubuntu e così via…

          • Aury88

            è una cosa che vedo non è chiara a molti purtroppo…qua c’è ancora chi crede veramente che canonical investirà qualcosa in un progetto esterno e che non da ritorni economici e attira solo critiche…eppure ci siamo già passati…inizialmente canonical utilizzava un DE (gnome2) prendendosi le critiche della comunità perchè non contribuiva al codice. poi ha cominciato a contribuire a gnome shell e li si è presa le critiche del team gnome che gli ha respinto i commit; a questo punto si è staccata e ha avviato lo sviluppo da se di un DE tutto suo (unity7 e poi unity8) ed è stata ancora criticata perchè creava l’ennesima frammentazione (altri DE nati nello stesso periodo evidentemente non lo facevano) oggi canonical ha fatto la scelta più logica: visto che a prescindere si viene criticati, tanto vale farlo per la cosa che costa meno…eccoti ubuntu con gnome vanilla.
            ci sarà un ottimizzazione, ma sarà funzionale alle necessità di canonical (un sistema stabile ed aggiornato per permettere il lavoro degli sviluppatori) ma non ci si aspetti granchè lato contribui a gnome …e perchè poi? per spendere soldi in cambio di critiche?

    • Aury88

      deve proprio essere strana la community linux…con cosi tante distro con DE “buoni” ben il 32% di loro preferiva a tutto questo una distro con su quella “porcheria” di unity

  • ^^

    Ora che usa GNOME, che vantaggi ci sono rispetto a Debian (non ditemi lo Store, mi ci pulisco il cul0). Ho quasi 14 anni ed ho installato la mia prima distro a 9 anni. La mia prima distro è stata Ubuntu Unity, con la quale ho condiviso la maggior parte della mia vita. *Lacrimuccia*, mi mancherai Unity.

No more articles