Rispettando la tabella di marcia Linus Torvalds ha annunciato il rilascio del kernel Linux 4.11

Questo kernel è un major update che introduce numerose migliorie e nuove funzioni. E’ stato sviluppato durante gli scorsi due mesi, la prima release candidate è stata rilasciata i primi giorni del mese di Marzo. Le release candidate sono state otto in totale e ora possiamo scaricare e compilare la final release.

Kernel Linux 4.11

kernel linux 4.11

Veniamo alle novità introdotte da Torvalds e Co: da segnalare un nuovo perf ftrace tool, il supporto per i dischi OPAL e per il protocollo SMC-R (Shared Memory Communications-RDMA). Presente una nuova system call, statx() che va a rimpiazzare stat(2) e il supporto SMB3 è stato introdotto nel file system CIFS. Da segnalare l’introduzione del supporto per numerosi nuovi device ARM e SoCs (per la lista completa si faccia riferimento all’annuncio ufficiale). Tra i filesystem che hanno ricevuto aggiornamenti minori troviamo EXT4, Btrfs, XFS e F2FS.

Abbiamo fixato alcune piccole cose durante quest’ultima settimana ma niente di preoccupante. Il cinquanta percento del nostro lavoro è stato dedicato ai driver (sound e networking su tutti) mentre il restate cinquanta riguarda fix (filesystem, networking) e aggiornamenti vari” queste le parole di Torvalds.

Da segnalare, come da titolo, l’introduzione del supporto per i chip Intel Gemini Lake, ovvero una serie di cpu low-cost e Atom-based sviluppate usando la tecnologia Intel a 14nm.

Se volete provare il kernel Linux 4.11, che arriverà nei repository della vostra distribuzione di riferimento dopo il rilascio della prima point release (atteso a breve), potete scaricarlo da kernel.org. Per ulteriori informazioni vi rimando all’annuncio ufficiale di Linus Torvalds.

sharing-caring

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

  • Aster

    Speriamo in qualche miglioramento delle prestazioni delle schede WiFi intel

    • lordronk

      Con che scheda ti da problemi? (Io ho la 3165 e funziona bene ma prima avevo la 6235 e mi dava un sacco di problemi)

      • Aster

        Esatto avevo una serie 6200 sul mio thinkpad e poi cambiato con una 6300,migliorato un po ma ancora va a meta rispetto a windows,non ho problemi di disconnessione o altro,solo prestazioni ,5ghz va come 2.4ghz non supera mai 60-70 mbp/s

        • IlTizioCheNonVuoleRegistrarsi

          Ciao Aster,
          dove abito io la maggior parte della gente va a 6 mbp/s…quindi accontentati che c’è gente messa peggio XD
          Buona giornata!

          • jboss

            premetto che aster si riferiva alla rete interna, cmq ritornando al tuo discorso io dopo il passaggio a telecom sono arrivato a 3 mbps, prima andavo a 2,4 peggio di me non sta messo nessuno, la sfiga peggiore è che c’è la fibra ad 1 km di distanza e solo la mia cabina non è coperta

          • IlTizioCheNonVuoleRegistrarsi

            Lo so e credimi, non sei l’unico… conosco persone che vanno a 1mbps (e non sto scherzando). Diciamo che il mio era un commento puramente ironico e un poco provocatorio 🙂
            Buona giornata a tutti!

          • Aster

            Non mi sto lamentando della banda :)ma con il driver linux,se pago per 100 o 1gbp/s pretendo di avere almeno 80% e non tutti usano il portatile o internet per netflix o facebook,c’e gente che lavora anche:)ho detto vado a 60 vuol dire che la comunicazione e quella,per lavoro ricerca o altro,non che non mi bastano 60mpb/s

  • GianLaz

    Una volta scaricato il kernel come si fa ad installare?

    • se lo scarichi da kernel. org devi prima compilarlo, è una procedura lenta (e varia molto in base alla cpu che hai) e anche di una certa “difficoltà”, perchè devi vedere bene cosa ti serve e cosa no.
      certo volendo puoi anche lasciare tutto a default, compilandoti un kernel generico senza “ottimizzazioni”

      • GianLaz

        Ah ok… credevo fosse una cosa semplice. Esiste invece un modo semplice per installare il kernel? Ricordo negli articoli di Roberto che venivano anche rilasciati i comandi da usare nel terminale, li usavo sempre!
        Grazie

        • quelli erano precompilati.
          se vai su kernel. ubuntu. com/~kernel-ppa/mainline/
          li trovi le varie versioni del kernel gia impacchettati in formato deb, quindi pronti ad essere installati su ubuntu.
          ti basta scaricarli (devi prendere ovviamente quelli della tua architettura quindi molto probabilmente o amd64 o i386 e scegli se scaricarti il kernel generic o lowlatency e poi ti scarichi gli header e l’image)
          quindi per esempio se vuoi scaricare il kernel 4.10, entri nella sua cartella e ti scarichi questi 3 file:
          kernel-headers-…-generic…-amd64.deb
          kernel-headers-…..-all.deb
          kernel-image-…-generic…-amd64.deb
          (al posto dei puntini, ovviamente c’è il numero di versione del kernel, che ho omesso)
          finito il download li metti tutti e 3 in una cartella, e li installi con il comando
          dpkg -I *.deb

          spero che ti sia chiaro

          • GianLaz

            Si mi è chiaro, sei stato gentilissimo. Ti chiedo ancora un’informazione: cosa cambia fra lowl-atency e generic? Quale dovrei scegliere? Io ho un lenovo y50-70 che gira su Intel® Core™ i7-4710HQ CPU @ 2.50GHz × 8, con architettura x64 (quindi amd64). Grazie mille

          • il kernel lowlatency è indicato sopratutto per chi fa uso di applicazioni multimediali, tipo per la produzione di musica.
            serve per far in modo che il sistema dia massima priorità alle applicazioni multimediali.
            in pratica, se non fai largo uso di applicazioni audio/video che necessitano di bassissima latenza (perchè ad esempio sei un professionista che crea musica o cose del genere), è meglio avere un kernel normale (generic) visto che con il lowlatency, le performance generali potrebbero essere inferiori.
            se invece ti serve lavorare in real time con contenuti audio-video allora meglio il lowlatency, in quanto con queste patch, lo scheduler da massima priorità alle applicazioni multimediali

          • GianLaz

            Grazie mille ad entrambi, davvero gentilissimi! Io sono un web developer quindi direi decisamente il generic. Oggi provo ad aggiornarlo. Grazie ancora!!

          • ottimo.. be allora per il tuo uso (come per la maggior parte degli utenti, come ha detto anche @gabrieletesio:disqus ) un kernel generic è meglio

          • GianLaz

            Lo leggerò per approfondire. Grazie mille

          • GianLaz

            Ho installato con successo e con facilità il kernel 4.11 però ho questi due problemi:

            – tutta la parte grafica è inchiodata (ad esempio un video full screen su youtube va a scatti). Ho installata la versione 375.39 dei driver proprietari nvidia
            – vmware non ne vuole sapere di andare, pur avendo installato la version 6.3 di gcc (continua a non trovarlo)

            Con la versione 4.4.0 del kernel ad esempio funziona tutto. Mi chiedevo questo: come faccio ad avere un’idea di quale possa essere la versione più appropriata da installare? Banalmente mi verebbe da pensare alla più recente del kernel più recente (es la 4.11 rispetto alla 4.4.67) ma nel mio caso, ad esempio, non si è rivelata la scelta migliore.
            Grazie in anticipo

          • gabriele tesio

            un kernel a bassa latenza è utile se hai bisogno ad esempio di applicazioni che si scambino informazioni tra loro nel modo più veloce possibile, un kernel a bassa latenza da precedenza a queste operazioni rispetto ad altre di sistema. Un esempio è Ubuntu studio che viene distribuito con un kernel a bassa latenza, questo per rendere il più veloce possibile la manipolazione audio, il cui segnale, tramite “jack” (un programma), può passare da una tastiera midi fisica esterna, ad un sintetizzatore (ad esempio del programma ”bristol”) dopo poi ad una serie di effetti forniti da un altro programma, tipo equalizzazione, riverbero etc, e infine in contemporanea tra la registrazione di audacity e la riproduzione dagli altoparlanti, in ogni caso, la maggiorparte delle persone non ha bisogno di un kernel a bassa latenza, quello normale va più che bene (ci sono poi anche kernel ”in tempo reale” che però sono principalmente per server.)

          • PS: per approfondire meglio il concetto ti consiglio di leggerti questa paginetta sulla wiki di ubuntu, parla proprio del kernel lowlatency e a cosa serve nello specifico.
            wiki. ubuntu-it. org/AmministrazioneSistema/KernelBassaLatenza

            sicuramente te lo spiega meglio di come ho fatto io 🙂

  • Marco Galassi

    Potrei avere guide ufficiali dal team di Linus per compilarmi il kernel linux ?

No more articles