Con la scelta di Canonical di adottare Gnome come ambiente desktop predefinito, il numero di utenti scontenti potrebbe crescere. Chi dovesse rispecchiarsi in questo profilo deve prendere prima in considerazione Arc Menu, un’app launcher alternativa per Gnome Shell.

Il pulsante attività della barra superiore sarà sostituito da un ben più familiare menu, simile a quello Start di casa Microsoft. Questo add-on funziona anche con Dash to Dock e Dash to Panel.

arc menuArc Menu: un’ottima alternativa al launcher predefinito di Gnome Shell

Ispirato dalla versione in Zorin OS, Arc Menu permette di cercare tra le app sia per categoria che per nome. Presente anche una barra a lato per l’accesso rapido a cartelle locali, Gnome Software app, Impostazioni e Attività. Ci sono i tre pulsanti Spegni, Disconetti, Blocca ma è possibile aggiungere anche altre azioni. Unica nota negativa è data dall’impossibilità di aprire il menu con la pressione del pulsante Super.
Arc menu funziona su Gnome 3.14 e successive versioni. Per installare l’estensione basta recarsi sul sito con un browser compatibile (Firefox, Chrome, Epiphany), cliccare sul pulsante in corrispondenza di Arc Menu e accettare l’installazione. Per vedere le modifiche sarà necessario riavviare Gnome Shell.

sharing-caring

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

  • tra tutti i menu delle applicazioni alternativi, penso sia il migliore, ma sinceramente preferisco tenerlo vanilla.
    inoltre l’ho provato, l’icona non è personalizzaible e da me era enorme, molto più grande delle dimensioni che dovrebbe avere, era alto praticamente quanto il pannello

    • vortex67

      Penso sia ancora all’inizio come sviluppo,spero che in futuro metta delle impostazioni per personalizzarlo. Tra le altre cose proprio sul tema Arc ha dei problemi (il che è abbastanza ironico)

    • gert

      Io la trovo molto ben fatta, sicuramente migliore di quella di defaul di Gnome. Anche se non uso praticamente più questo genere di menù, a volte fanno ancora comodo.
      Peccato per la scarsa integrazione estetica dell’icona.

  • IlTizioCheNonVuoleRegistrarsi

    Non voglio essere troppo critico, ma in “Ispirato dalla versione in Zorin OS” sostituirei la parola “ispirato” con “copiato”. Almeno PER ADESSO, chissà forse in futuro lo svilupperanno e miglioreranno in maniera eccelsa 🙂
    Buona giornata a tutti!

  • Antonio Martino

    Si può installare su linux mint?

    • Aster

      se hai gnome penso di si

  • cosmon560

    A questo punto tanto vale usare Cinnamon o Budgie.

  • luX0r.reload

    Sinceramente non capisco questi menu alternativi, ma forse mi sfugge qualcosa.
    Se uno vuole un app launcher old style perché non installa direttamente una delle tante distro old style?
    Installare Gnome per poi caricarlo di extensions per renderlo diverso secondo voi ha senso?

    • gnome

      No, non ha senso. Uso GNOME vanilla ed è una bomba.

    • Simone

      La mission di GNOME è che il loro DE sia quanto più versatile possibile, quindi sì, ha senso. Chiunque abbia voglia di spenderci qualche h può ottenere il DE cucito sulle sue preferenze e necessità, e secondo me è il più grande traguardo che si possa raggiungere.

      • gnome

        Dove trovi la dichiarazione che la loro missione è di essere il più versatile possibile?

        • Simone

          In un’enormità di dichiarazioni da parte del team. Lo trovi così strano?

          • gnome

            Puoi linkare una di queste dichiarazioni? Lo trovo strano, sì. Difficilmente in GNOME il motto è “essere il più versatile”, sul sito non ne parla mai e se guardi come viene fatta la progettazione di features pensano più per “casi d’uso” piuttosto che “lasciamo l’utente decidere e mettiamo configurazioni ovunque per ogni singolo dettaglio”, il che è meglio secondo me.

  • Vitalus Florens

    Ma non era meglio se copiavano il whisker di xfce che è il migliore, non sanno nemmeno copiare, io stimo e ammiro gli sviluppatori di gnu linux in generale, ma dei creatori dei DE non ho nessuna considerazione, sono dei neanderthal, credono ancora che la terra sia piatta, poveracci!

    • luX0r.reload

      Beh qualcuno potrebbe dire la stessa cosa di chi nel 2017 si ostina a volere a tutti i costi i menu “a tendina” che andavano tanto di moda nei sistemi operativi degli anni ’90 😉

      • Vitalus Florens

        I menu sono tutti a tendina, anche windows 10 ha il menu a tendina, windows 8 aveva il menu a tendona…a tutto schermo, poi lo ha rimesso a tendina con delle opzioni aggiuntive, non vedo alternative a questi menu perchè sono sempre comodi, sparpagliare tutte le applicazioni in un posto senza ne capo ne coda non ha senso.

        • luX0r.reload

          Il menu a tutto schermo di Windows 8 non era a tendina… e secondo me era di gran lunga più usabile, anche con mouse e tastiera.
          E poi dai, nel 2017 chi è ancora che si va a cercare i programmi scorrendo la lista quando puoi trovarlo digitando le prime lettere?
          E se lo dico io che non ho più 20 anni… e neanche 30… 🙂

          • Maudit

            il menu a tutto schermo di windows 8 è stato un fallimento totale.
            A prescindere dall’anno.
            Infati sono tornati sui loro passi col musetto pestato, come un cagnolino che fa la cacca sul tappeto.

            Fine.

          • luX0r.reload

            Se uno non digita le lettere del programma cercato, deve per forza sceglierlo da una lista e cliccarci con il mouse. Anche in questo caso è più comodo avere menu il fullscreen con icone più grandi perché più veloci da cliccare.
            Infine, anche se sono pochi, bisogna anche considerare gli utenti che hanno schermi touch. In questo caso penso che non ci sia da sindacare su quale sia il menu migliore.

          • Maudit

            Una griglia di elementi non è più comoda di una lista verticale.
            Sono due dimensioni di lettura contro una sola.

          • luX0r.reload

            Secondo me è molto più comoda, e non lavoro con il touch. Le icone, poichè il menu è in fullscreen, sono più grandi e quindi più comode da cliccare.
            Rimango dell’opinione che si sta rimanendo aggrappati al vecchio solo per non imparare ad usare il nuovo.
            A riprova conosco parecchie persone che prima schifavano l’impostazione di Gnome Shell, e ora invece dopo averla utilizzata per un po’ di tempo, ci si trovano benissimo.
            Anche la scelta di Canonical di scegliere Gnome come DE la dice lunga. Ora che Canonical possa piacere o meno ci può stare, ma non credo che la loro scelta sia stata casuale.

          • Maudit

            Le icone le devi anche identificare oltre che cliccarle.
            Io non so come le usi tu, ma nel mio caso il 90 % degli avvi è realizzato tramite avvio rapido (fuori dal menu quindi) e tramite preferiti (presenti appena si apre il menu e che non richiedono ricerca di alcun genere).
            Non mi serve un coso che si impossessa di tutto il monitor per avviare i 5-6 programmi ulteriori ai 3/4 presenti in avvio rapido.
            La ricerca interna al menu è delegata a programmi o funzionalità che uso saltuariamente, di cui a volte ricordo il nome (ed uso le iniziali), ed altre di cui non ho la più pallida idea di come siano nominate. Per questo è utile una struttura gerarchica (non esistono solo le “tendine”) a scorrimento verticale: perché è più chiara e pulita di un elenco di icone buttate a caso su una griglia.
            Il DE non c’entra nulla con la forma del menu, anche KDE consente di usare un menu a griglia, così come su Gnome puoi usare menu gerarchici.
            Red Hat, che Gnome lo paga, lo distribuisce in classic mode. Non credo che la scelta sia casuale, ma nemmeno me ne frega, in piena franchezza.

          • luX0r.reload

            Per avviare i programmi uso shortcuts oppure i preferiti… al menu delle applicazioni non accedo quasi mai.

            Ogni DE ha uno stile di default, e naturalmente quando parlavo di menu mi riferivo alle impostazioni vanilla. Poi ognuno è libero di “sporcare” la distro come vuole… questo è il bene e il male del mondo linux.

            Per me un menu applicazioni come quello che c’è di default in gnome shell è perfetto. Se permettesse anche di organizzare le apps in maniera gerarchica attraverso le categorie, probabilmente sarebbe perfetto anche per altri.

          • ghirlandaio

            Io. Lo trovo molto più veloce che ricordarsi il nome del programma e mettersi a scriverlo.

          • luX0r.reload

            Beh se non si ricordano i nomi dei programmi che si utilizzano, c’è poco da fare… hai vinto! ^__^

          • ghirlandaio

            Vedi, non è il fatto di non ricordare i nomi dei programmi; il fatto è che a me piace provare nuovo software, magari installo 5 o 6 lettori video (tanto per dire) e poi vado nel menu (uso Cinnamon) e vedo tutto quello che ho a disposizione. Poi magari c’è il programma specifico che usi solo qualche volta e non ricordi manco più di avere. Poi a me piace la suddivisione in categorie, poterle sfogliare con calma… non tutti i software buttati lì in un unico calderone (per lo stesso motivo detesto il cosiddetto “desktop semantico”: i miei documenti sono tutti suddivisi ed organizzati in cartelle e so dove andarli a cercare).

          • luX0r.reload

            Messa così ti do ragione. Se sei uno smanettone che installa decine di programmi la suddivisione in categorie è gradita.
            A dir la verità non mi dispiacerebbe vederla implementata in Gnome Shell, anche se il mio work-flow è molto diverso dal tuo e tra applicazioni usate di frequente e applicazioni favorite non penso che alla fine la utilizzerei.

        • Simone

          GNOME Shell si ispira a MacOS, e a voler vedere lo ha abbondantemente superato grazie ad alcune estensioni (e sto scrivendo da un Macbook) niente a che vedere con la tradizione: cercano la fluidità e l’intuitività e la massima personalizzazione e razionalizzazione. E lo stanno facendo bene.

  • Ci sono CInnamon, Budgie, xfce, ecc ecc. Perche’ fare un affare nuovo invice di portare il proprio effort nel creare un ambiente degno del 2017?
    Questo lato dello sviluppo open source non lo capiro’ mai. Dovrebbero convergere, non fare forks ogni pisciata di cane

    • ma infatti dove lo vedi il fork?
      il team di gnome è stato chiaro, fornisce gnome in maniera molto minimale, con la possibilità di espanderlo facilmente tramite l’uso delle estensioni.
      poi parli di fork, ma cinnamon cosè? è un semplice fork di gnome shell.
      budgie e xfce invece non sono fork di niente.

      • Fork o non fork (vedila come vuoi) sono risorse buttate nel cesso.
        Sempre sostenuto che il team di gnome shell non abbia preso una decisione giusta in sfornare quel DE staminale.
        Non serve a nulla se non a creare altre decine di varianti diverse che fanno la stessa cosa ma con lo scappellamento a destra o a sinistra.

        • mahh sinceramente dopo aver provato gnome seriamente (e non solo un test veloce) lo sto trovando fantastico (vanilla senza estensioni che lo stravolgono) e l’hot corner con il menu delle attività è un qualcosa di comodissimo che in altri DE o in windows mi manca tantissimo.
          l’unico problema è che a volte si perde nelle cavolate gnome, e che quando passi da attività al menu delle applicazioni, è tutto molto lento

          • alex

            “quando passi da attività al menu delle applicazioni, è tutto molto lento”
            vero e non ho mai capito perchè visto che non mi sembra una cosa complessa, per dire le attività le mostra subito e con tanto di immagine degli schermi.
            Capisco quando si digita qualcosa e deve magari fare una ricerca, ma la semplice apertura della lista delle applicazioni no… spero che prima o poi sistemino anche questo

          • ma infatti non capisco nemmeno io.. le attività sono fluidissime e veloci ad aprirsi anche se hai tante finestre aperte, la ricerca idem è abbastanza veloce, ma l’apertura del menu delle applicazioni fa passare la voglia di usarlo, infatti uso più spesso la ricerca dell’apertura del menu perchè la ricerca ci mette meno tempo.
            se migliorassero questo aspetto sarebbe molto gradito

          • Leno

            Ma cosa intendete per lento ad aprirsi? che è lenta l’animazione?….io ho disattivato tutte le animazioni (come faccio sempre su qualsiasi dispositivo) e l’apertura è istantanea.

          • no che a volte proprio ci mette quei 2-3 secondi prima che parta l’animazione.
            sinceramente ho provato anche a disattivare tutte le animazioni ma non mi ci trovo bene, preferisco le animazioni.
            comunuqe ad esempio ora si apre istantaneamente, altre volte invece ci impiega non poco.
            comunque ha circa un mezzo secondo di ritardo l’apertura (non sono su ssd) del menu delle applicazioni, l’unica differenza che c’è tra avere le animazioni o no è che con le animazioni, dopo mezzo secondo parte l’animazione, senza invece, dopo mezzo secondo mi mostra immediatamente le applicazioni.
            con altri menu delle applicazioni questi mezzo secondo di ritardo non c’è.
            però ti dico adesso sta andando bene, altre volte invece è molto più lenta l’apertura

        • ekkekkk

          ” sono risorse buttate nel cesso”
          no perchè ci fa questi fork non lavorerebbe MAI per gnome e nomenclature varie.
          Fa il fork e fa CHE AZZO vuole.

        • Maudit

          Serve a non trovarsi con l’1-2% di diffusione.

  • Alessandro Giannini

    Ho usato a lungo Cinnamom su Mint e Xfce con Whisker sul netbook, entrambi launcher concettualmente analoghi a questo. L’ennesimo tentativo di reinventare la ruota, a occhio e croce. Mi assale sempre più l’impressione che Canonical non abbia nessuna chiara strategia circa il futuro del suo DE, ma spero di essere smentito!

    • alex

      Cosa centra Canonical? non l’ho mica capito…

    • canonical in questo articolo non c’entra assolutamente niente visto che gnome non è di canonical, e questa estensione nemmeno, quindi il nesso quale sarebbe? solo che gnome sarà il DE predefinito di ubuntu dalla prossima release?

    • Giuseppe De Rossi

      Ma se non hai la minima idea di quel che stai dicendo, perchè parli? Tanto per confermare che il nostro è il paese degli insegnanti che non hanno mai studiato o degli allenatori senza abilitazione?

  • gert

    Vabé ragazzi, ma quante paranoie: uno sviluppatore vi fa un lavoro a gratis, vi da un’opzione in più (che tra l’altro trovo molto carina, posto che non uso praticamente più questo genere di menù), e vi lamentate pure?

    Ancora-ancora posso capire quando si parla di DE o di distribuzioni, ma starsela a menare sulla storia della “frammentazzzione” pure per una semplicissima estensione mi pare eccessivo…

No more articles