Come sapete Ubuntu 18.04 LTS utilizzerà GNOME e non Unity, quindi che succederà a Ubuntu GNOME?

Ora abbiamo la risposta a questa domanda.

Gli sviluppatori di GNOME hanno rivelato il futuro del flavour in un post sul loro blog. “In seguito alla decisione presa da Canonical in merito allo sviluppo di Unity vogliamo comunicarvi che il nostro flavor non ha più motivo d’esistere. I team di sviluppo di Ubuntu GNOME e Ubuntu Desktop uniranno le risorse e si focalizzeranno sul rilascio di un’unica versione che conterrà il meglio di Ubuntu e di GNOME. Attualmente stiamo collaborando con Canonical per organizzare al meglio il lavoro da svolgere” queste le parole del team di sviluppo.

Shuttleworth torna CEO

Mark Shuttleworth Ubuntu GNOME

Ubuntu 18.04 LTS prenderà poco e niente da Ubuntu e rimarrà fedele alla filosofia GNOME, si parla infatti di ‘minimal Ubuntu customization’. Questa non è in realtà solo una suggestione in quanto Shuttleworth aveva già annunciato che avrebbero lasciato libertà agli sviluppatori di GNOME senza condizionarli in alcun modo.

A proposito di Shuttleworth, Jane Silber, attuale CEO di Canonical (nella foto copertina dell’articolo) ha da poco annunciato che lascerà l’incarico e da Luglio Mark Shuttleworth tornerà al timone di Canonical. La Silber ha affermato che la compagnia affronterà una crescita accellerata nei prossimi mesi e le prime scelte, come sapete, sono già state prese.

La Silber è entrata in Canonical nel 2004 eccitata dalla visione del mondo che offriva un progetto come Ubuntu ed è diventata CEO nel 2010. Resterà comunque in Canonical nel ‘Board of Directors’ e si aspetta numerosi altri anni al lavoro su Ubuntu.

Ci dobbiamo aspettare nuove clamorose scelte in casa Canonical?

sharing-caring

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus. Da oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

  • Dario · 753 a.C. .

    Non capisco perché hanno scelto il DE più scomodo che esista. Per motivi di convergenza?

    Sarebbe stato meglio usare xfce o mate per l’utenza comune

    • muradreis

      La convergenza è morta e sepolta, perlomeno come la intendeva Canonical. Ubuntu è sempre stata “gtk-centrica” per cui credo che la ragione sia quella. Io avrei scelto il nuovo flavor come ufficiale, ossia budgie. Che sarebbe stata una scelta originale, bella e coraggiosa

      • Budgie non è meglio di Gnome…

        • Stefano

          Budgie 11 passerà alle librerie qt5 completamente almeno per quel che riguarda gli stack e la progettazione di budgie desktop .

        • muradreis

          In ottica Qt, e la 11 già è in cantiere? Parliamone..

      • Edmond Dantès

        Io opterei per KDE o Mate, sono responsivi e completi, uno guarda al futuro e uno al passato. però Budgie non l’ho mai usato dunque mi rimane il dubbio.

    • Aster

      forse vogliono un approccio stile macos o deepin elementary,almeno hanno inserito budgie che a me piace molto se non fosse per quello maledetto bug del touchpad sul mio thinkpad

    • Fabio

      Molti (non io che non lo sopporto proprio) trovano Gnome comodissimo e dicono che sarebbe già pronto per un eventuale tablet.
      Inoltre:
      1) KDE non è GTK;
      2) XFCE è troppo lento (quasi fermo) nello sviluppo;
      3) per Mate e Cinnamon c’è già Mint;
      4) altri ambienti sono troppo minimali per quello che Ubuntu vuole continuare ad essere, cioè il riferimento desktop nel mondo linux.

      • Kim Allamandola

        IMVHO chi dice che gnome è pronto per i tablet non l’ha mai usato, non su un tablet ma anche solo su un desktop/laptop con monitor touch…

      • Keziolio

        1) KDE non è GTK;

        Questo dovrebbe essere un punto a sfavore?

        • Fabio

          Per me no, anzi, ma Ubuntu ha sempre preferito le GTK.

          • Tomoms

            Non direi, dato che fino a pochi giorni fa progettavano un DE e un ecosistema volti ad abbandonare le GTK definitivamente.

        • alex

          non è che è meglio l’uso delle gtk in se ma considerando che gli utenti di ubuntu sono abituati per lo più ad utilizzare applicazioni in gtk mi sembra naturale rimanere con queste.

    • xan

      considera che per me gnome shell è la migliore GUI per desktop che esista (compresi i closed source)

    • SalvaJu29ro

      Mate è passabile, ma ha un team “piccolo” dietro
      Xfce invece è un DE vecchio e stravecchio, nessuna società lo utilizzerebbe come DE base
      O almeno, sicuramente non la maggior parte
      E io non sopporto Gnome, è l’ultimo DE che utilizzerei

      • Massimo Windowcolor

        Sono d’accordo.
        non sopporto Gnome,mi piacciono Cinnamon e Mate,e anche Xfce.
        Ma non sono adatte ad una distro universale,diffusa nelle aziende come Ubuntu.
        Non hanno team dietro(tranne,ma solo in parte Cinnanon,che però è di Mint),quindi il bugfix,gli aggiornamenti,in particolare di sicurezza sarebbero lentissimi,cosa che Canonical non si può permettere,proprio come Red Hat.
        KDE neanche a parlarne,sarebbe una rivoluzione tecnologica totale,troppo complicata da fare in un momento in cui,di fatto,hanno detto che si concentrano su altro

        • Edmond Dantès

          “KDE neanche a parlarne,sarebbe una rivoluzione tecnologica totale…ecc” non sono d’accordo o quasi, direi che per me sarebbe perfetto come DE principale di Ubuntu. Cmq in effetti Cinnamon è molto bello come DE un Ubuntu + Cinnamon non sarebbe male.

          • Massimo Windowcolor

            KDE ha un team,ma cambia la base grafica e la sua filosofia (cose non da poco). Cinnamomo lo sviluppa Mint.
            Ubuntu che dipende da Mint?
            Mmmmmmmm… come Natalie Portman chei implora di concedermi…😅😅😅😅

          • Edmond Dantès

            In effetti suona strano visto che Mint viene fuori da Ubuntu, ma si può comunque installare a parte cinnamon. per Natalie Portman be hai ragione non posso ribattere…. XD

          • Massimo Windowcolor

            “Installare” a parte,ma sviluppare? Ubuntu che sviluppa Cinnamon senza un accordo con Mint?

      • Keziolio

        Sia mate che xfce sono roba dell’anteguerra, benvenuto nel 21° secolo

        • SalvaJu29ro

          E’ quello che ho detto io

        • Luca Cavedale

          oh ciao kezio ahuahua, praticamente aggiungendo qualcosa di utile di mio alla discussione, solo gnome e kde in teoria hanno accenni a wayland( anche se vabbe gnome è più avanti per quello che ho capito)

      • Edmond Dantès

        Sinceramente per i miei gusti e preferenze i migliori DE sono KDE e Mate, specialmente con steam mi sono trovato benissimo… ubuntu dovrebbe usare KDE come DE definitivo. (per i miei gusti) Plasma 5 ha fato progressi enormi in stabilità ecc, non capisco perchè molti lo trovino complicato.

    • Tolto unity, la scelta giusta è Gnome

      • Edmond Dantès

        KDE no? Cinnamon? questi due sono gli unici DE che guardano davvero al futuro. (secondo me)

        • gabriele tesio

          su kde concordo, ma non su cinnamon, secndo me pantheon e budgie ”guardano” al futuro più di cinnamon.

          • Edmond Dantès

            Budgie viene da gnome? onestamente “mea culpa” non lo conosco bene, ho visto le immagini, è simpatico, però cinnamon credo mi sembra più modificabile. così ad occhio. tu lo hai provato? budgie intendo.

    • Simone

      GNOME è praticamente la stessa filosofia che trovo su MacOS ma molto più personalizzabile, infatti passo dall’uno all’altro varie volte al gg senza la minima difficoltà. Dovrebbe bastare questo a far capire quanto infinitamente avanti sia la loro concezione del DE. Inoltre è talmente personalizzabile che se uno volesse restare all’età dei Windows-like potrebbe trasformarlo agevolmente in 10-15′ a proprio piacimento.

    • Edmond Dantès

      Ho provato ad usare Gnome ma no davvero usare questo come DE primario è una pessima scelta per Ubuntu, almeno Mate e Cinnamon possono essere configurati facilmente e completamente per esempio.

  • Kim Allamandola

    Un pensiero estemporaneo: per parecchio tempo c’è stata una piccola percentuale urlante di community che starnazzava come Unity ed Ubuntu fossero il male: non è che Mr. Shuttleworth abbia deciso di dargli un cetriolo guadagnandoci pure in prima battuta?

    IOW “avete continuato a starnazzare che Gnome è così bello e Unity così brutto, ok, adesso prendetevi Gnome, poi vediamo come va. Se il rateo di migrazioni a GNU/Linux cala, come ipotizzo, vi sbatterò in faccia questa ulteirore prova. Vi ho già mostrato che la mia via funziona, presa una distro e ritoccata come dico ecco che questa diventa il portabandiera de-facto di GNU/Linux, adorata da aziende come privati, ora pigliate quel che volete e avrete una seconda dimostrazione”.

    È certo una battuta, ma IMVHO le “conseguenze” saran realmente queste se Gnome Shell così com’è diverrà il desktop di default.

    • gedeone

      ottimo post che quoto al 100%. Adesso vedremo all’ opera le meravigliose ” celebri ” o ” famosissime” altre distribuzioni. Quelle che non hanno come capo il cattivissimo S. , ma alle quali manca sempre 1 cent per fare un €

  • gedeone

    Ho provato gnome shell , che non sarebbe male, ma sembra meno dettagliata di unity. Inoltre, kazam non ci funziona e non ha il pulsante per minimizzare.
    E’ vero che con gnome ha una applicazione per registrare il desktop, ma è una ciofeca.
    Anche il calendario non è completo come quello di unity, si vede solo e il mese.
    boh

    • Leno

      Scusa ma cosa c’entra kazam che non funziona con un DE e il calendario di ubuntu non è lo stesso di gnome? cosa gli manca? Per i pulsanti minimizza e massimizza non ci sono in nessun programma perché di default sono disattivi, se ti interessano li devi attivare da dconf o da gnome-tweak-tools.

      • gedeone

        c’ entra eccome. Kazam è un programma utilissimo che con unity funziona, con gnome no. I pulsanti per minimizzare in unity ci sono di default, come è ovvio che sia. Mettersi a maneggiare per avere funzioni che tutti hanno di default è assurdo e non invoglia

        • Leno

          Ripeto il funzionamento di kazam non può dipendere dal DE, le sue dipendenze non sono minimamente collegate con unity, quindi deve funziona sia con unity che con gnome, con kde, xfce, mate……, comunque per scrupolo ho provato ad installarlo e ti garantisco che funziona perfettamente. Il come è ovvio che sia lo hai stabilito tu? Secondo te i pulsanti per massimizzare, chiudere, minimizzare è giusto che stiano a sinistra? E’ da windows 95 che sono abituato ad avere i pulsanti a destra perché quelli di ubuntu devono fare gli alternativi? Forse il loro DE è stato pensato così? E su android che manco c’è il pulsante di chiusura? Secondo te è giusto che unity non presenti un menu classico dei programmi? E’ giusto che la dock stia a sinistra invece che in basso? Dai su…..Comunque non è che bisogna maneggiare più di tanto, ad esempio se installi ubuntu-gnome, gnome-tweak-tools te lo trovi installato quindi è li pronto per l’uso, a differenze di ubuntu classico che unity-teak-tools non viene fornito di default.

          • gedeone

            a me non funziona e ho provato più di una volta. Con unity, nessun problema.
            Sui pulsanti per minimizzare ecc : è una funzionalità comoda e presente da sempre sui maggiori desktop .
            Perchè non qui ?
            Possibile non pensare che il computer si usi anche per altro che non sia modificare il S. O ?

          • Simone

            Gli sviluppatori di GNOME hanno voluto incentrare le operazioni sul tasto Super per passare in overview tra le applicazioni aperte, inoltre scrollando sulle icone delle apps nella dock puoi passare da una finestra all’altra di quella stessa applicazione. Basta sapere come usarlo, e ti renderai conto che la tastiera è molto, molto più veloce del puntatore. Può apparire complesso e spaventare all’inizio, ma dopo qualche settimana mi sono reso conto che usare altri DE mi fa sentire impacciato, mi pare di metterci un’eternità solo ad andare a cliccare sui bottoni quando lavoro si MacOS, che è di per sé mille volte meglio dell’interfaccia di Windows (che infatti non uso più da almeno 3 anni). Non è un DE per smanettoni, anzi, per personalizzarlo devi aggiungere estensioni, è un DE per lavorare senza distrazioni di sorta.

          • gedeone

            Io non do neanche delle colpe a gnome, che comunque mi pare un bel desktop, ma a Canonical che di colpo ha abbandonato Unity proprio quando stava andando bene. Però, penso che che hanno un anno di tempo per adattare gnome a Ubuntu in modo che il trapasso sia liscio e senza problemi. Capisco, anche se mi dispiace, la scelta strategica di Canonical e, da profano, penso che basti un minimo adattamento per far si che Gnome risulti più familiare a chi prima non la usava. Però, il mondo linux dovrebbe capire che la facilità d’ uso è un valore, non un difetto

          • Simone

            Canonical è una azienda, han fatto un gran bel tentativo, ma evidentemente gli sta costando troppo. GNOME Shell può ricreare Unity in 10′ con un paio di applicaioni (Dash to dock e pixel saver) se ti ci trovi così bene, per il resto è talmente versatile, che ripeto, mi sento sacrificato anche su MacOS Sierra, la confronto. Purtroppo riesce molto più facile lavorare con MacOS per la presenza di programmi nativi senza bisogno di emularli o accontentarsi di brutte copie, ma come interfaccia GNOME è migliore senza dubbio e in Apple dovrebbero prendere spunto.

          • gedeone

            d’ accordo che Canonical ha fatto il passo più lungo della gamba e fa bene a cambiare direzione. Penso che canonical ha 1 anno di tempo per adattare perfettamente Gnome shell a Ubuntu e che quindi questi piccoli ( ma importanti ) problemi, verranno risolti

          • Simone

            A quanto hanno detto non lavoreranno direttamente a GNOME, ma una percentuale di sviluppatori Unity andrà da loro. Del resto Ubuntu Gnome era già il flavour meglio confezionato, quindi non faranno altro che continuare così.

          • Simone

            Beh unity 7 andava bene perché era praticamente senza sviluppo da due anni, ma stava rimanendo indietro rispetto a Gnome, che oggettivamente è in costante evoluzione. XFCE ha lo stesso problema di anianità di Unity 7, KDE è roba da ragazzini…la strada è segnata.

        • Simone

          GNOME attinge a piene mani da OSX (e per certi versi l’ha addirittura superato, grazie alla community che sviluppa in modo più aperto). Un tempo era astrusamente difficile, ma ormai già con le estensioni fornite di serie è già fruibile da chiunque. Discutibile che arrivi out of the box nudo e crudo? può essere, ma se non hai provato a capirlo, forse dovresti astenerti dal giudicarlo. Di fatto, è il DE più completo, intuitivo e funzionale che ci sia attualmente a disposizione, e bastano dai 5 ai 10′ per dargli il layout che si vuole.

          • gedeone

            chi ti dice che non abbia provato a capirlo ? Rimane il fatto che un programma che mi serve e che su unity va benissimo, qui non va. Quando prendo un’automobile, mi serve per spostarmi, non per fare modifiche al motore

          • Simone

            Il fatto che un programma vada su Unity e non su GNOME in che modo può dipendere da GNOME? Non vi sono ragioni, il problesa sta sotto al cofano, e Unity e GNOME sono la carrozzeria e gli interni della macchina in questione, non il telaio e non il motore. Possono cambiare il modo in cui accedi alle informazioni, non a quali puoi o non puoi accedere.

          • gedeone

            a me di una automobile interessi che funzioni. Se non va, che sia colpa della carrozzeria o del motore, può interessare poco, visto che non sono un ingegnere meccanico. Per il pc, idem : spero solo che Canonical adatti bene gnome ad Ubuntu, altrimenti dovrò cercare qualcos’ altro che non mi costringa a perdere tempo per sistemare problemi che non dovrebbero esserci

          • Simone

            Va bene, ma prenditela con Ubuntu se sulla tua distribuzione Kazam non funziona, perché non dipende dall’interfaccia grafica. Cmq
            GNOME e Ubuntu sono già perfetti. Anzi, sullo schermo ad alta densità del mio Santech con GNOME scala automaticamente finestre, caratteri e così via, Unity mi faceva bestemmiare avviando tutto microscopico, e mi ci volevano ore di messa a punto per avere tutto in ordine senza sbordamenti delle scritte dei menu e cose così. Quasi tutto il software con cui arriva Ubuntu è sviluppato da GNOME, la stessa Unity nasce da un Fork di GNOME di 5 anni fa. Devi solo rilassarti e provare a capire come l’hanno concepito e ti accorgerai che dietro ogni scelta c’è una ragione ben precisa (o quasi). E’ un DE fatto per essere efficiente, non bello, esattamente come Unity, è solo andato avanti nello sviluppo mentre Unity7 è rimasta lì perché Canonical si è dedicata alla convergenza con Unity8.

          • gedeone

            non mi sono spiegato :
            con Unity7 kazam funziona perfettamente
            con gnome shell, no

          • Simone

            Ripeto, è una concomitanza di avvenimenti non legati tra loro. Potrei dirti che oggi piove e mi si è cancellato un contatto dal telefono, il resto della settimana c’è stato il sole e non mi è successo. C’è relazione tra il meteo e la rubrica del mio telefono? Kazam “non sa” che DE usi, e non gli fa differenza. E’ probabile che un qualche aggiornamento o qualcosa abbiano causato danni. Hai provato a lanciarlo da terminale e vedere se ti restituisce un errore?

          • alex

            e metti mai che l’app meteo interferisca con la rubrica! 😀

          • Simone

            eh, ha preso acqua e s’è scolorito l’inchiostro!

  • Adriano Bassignana

    Io preferisco KDE e il resto mi pare superfluo. …

  • user1

    Gnome è la scelta di redhat e quindi lo standard, esattamente come per tutto il resto.

    • tizioqualunque

      Con un avatar come il tuo non c’e’ da aspettarsi altra affermazione, ma se bisogna parlare di standard nel mondo linux, generalmente lo si fa riferendosi a debian.

  • Jacopo Ben Quatrini

    GNOME proprio non riesco a capirlo come desktop… è vero che non l’ho mai provato estensivamente ma solo per quei 10 minuti giusto per provarlo ma davvero non ci ho capito nulla di sto DE.
    Ora che unity è andato è un problema perchè non so che desktop usare (togliendo DE come MATE o xfce che uso solo su PC poco prestanti ).

No more articles