Il team Khronos ha rilasciato la versione 1.0.46 delle librerie Vulkan. Spulciando la lista delle modifiche si potrebbe pensare che non siano state introdotte nuove funzionalità. Molte sono le patch volte a risolvere diversi bug. Un occhio attento, però, si potrebbe soffermare sull’aggiunta di una nuova estensione, VK_KHR_incremental_present.

La classe incremental present delle Vulkan 1.0.46

Sbirciando la documentazione si riesce a capire meglio di cosa si occupa questo componente. Durante il normale utilizzo il motore d’elaborazione del flusso di immagini si occupa di effettuare i calcoli. Ogni volta che cambia qualcosa tra un fotogramma ed il successivo vengono impiegate delle risorse per elaborare l’informazione. Sia che si tratti di una piccola porzione o dell’intera schermata. Grazie all’estensione VK_KHR_incremental_present si riduce il processo di elaborazione all’area che presenta i cambiamenti. Si ha, così, una riduzione delle risorse impegnate dal processo. All’interno delle librerie il modulo richiama una serie di figure (per lo più rettangoli) dall’estensione VK_KHR_swapchain. Questo è stato integrato all’interno del modulo slink:vkQueuePresentKHR che si occupa di supervisionare tutte le transizioni. Il lavoro di manutenzione a questa parte di codice è stato realizzato da Google. La casa di Mountain View è sempre più impegnata in progetti open source. Le Vulkan 1.0.46 si possono scaricare direttamente dalla pagina del repository Git.

Via Phoronix

sharing-caring

No more articles