NTFS-3G è un tool che permette ai sistemi Linux di leggere e scrivere sulle partizioni con il file system della casa di Redmond. Una volta scaricato questo driver, attraverso qualunque gestore di pacchetti, sarà possibile accedere per esempio alla partizione su cui gira Windows. Puntuali come un orologio svizzero gli sviluppatori hanno fornito un aggiornamento stabile. Il rilascio avviene annualmente, sempre attorno al mese di Marzo. Molte le novità, piuttosto succulente.

NTFS-3G 2017.3.28: miglioramenti per il dual boot con Windows

ntfs-3g

La più importante probabilmente è la possibilità di leggere i dispositivi che si trovano in stato di ibernazione. Al momento è stata abilitata soltanto la lettura dei dati. L’ultimo sistema operativo di casa Microsoft fa un uso intenso di questa funzione e spesso non si riesce a disabilitarla del tutto. C’è la possibilità di permettere la scrittura della cache (lowntfs-3g) quando i moduli ACL di Posix non sono usati. Viene effettuato un controllo completo per determinare se un attributo esteso è permesso o meno. Inoltre i componenti usermap e secaudit sono stati spostati sotto ntfsprogs, rinominati in ntfsusermap e ntfssecaudit, rispettivamente. L’intera libreria delle API è utilizzata sui sistemi operativi in cui manca il supporto agli attributi estesi.

NTFS-3G 2017.3.28 è disponibile per i sistemi GNU Linux e derivati da Unix (MacOS) sul sito ufficiale.

Via LinuxToday

sharing-caring

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google PlusDa oggi, poi, è possibile seguire il nostro canale ufficiale Telegram dedicato ad Offerte e Promo!

No more articles