Se stai usando Debian GNU/Linux 8 “Jessie” è arrivata l’ora di aggiornare il sistema operativo. Gli sviluppatori hanno da poco rilasciato una nuova release, Debian GNU/Linux 8.7.

Debian GNU/Linux 8.7 porta con sè una miriade di migliorie e soprattutto sistema tutti i bug trovati dal rilascio di Debian 8.6, che è avvenuto ormai quattro mesi fa, ad oggi.

Sono stati sistemati 87 bug e introdotti 86 aggiornamenti di sicurezza che riguardano una lunga lista di componenti pre-installati. Debian non necessita di presentazioni e il lavoro costante degli sviluppatori lo sta rendendo sempre più affidabile e sicuro, una certezza.

debian GNU/Linux 8.7

Chiaramente se avete tenuto aggiornata la vostra installazione di “Jessie” l’update alla versione 8.7 è avvenuto in maniera del tutto automatica, se invece volete effettuare un’installazione pulita dovrete attendere ancora qualche giorno perchè le ISO di Debian 8.7 non sono ancora state caricate. Installare l’ultima ISO conviene per evitare di  scaricare centinaia di MB di aggiornamenti.

Aggiorneremo questo articolo non appena verranno rese disponibili le immagini ISO.

Update:

Le immagini ISO sono state rilasciate, potete scaricarle da qui.

 sharing-caring-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus.

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

  • nel frattempo Stretch sta venendo fuori particolarmente bene. Nonostante manchino ancora diversi mesi al suo effettivo rilascio, mi sta dando decisamente meno problemi di Ubuntu GNOME LTS*, o meglio, non me ne sta dando affatto. Persino GNOME in Stretch non ha alcuni bug che invece sono presenti in Fedora**.

    *= non mi compaiono le tty, non si riconnette dopo la sospensione, alcune applicazioni da “universe” sono evidentemente buggate (come openscad, pitivi, kdenlive).
    **= le applicazioni GNOME dopo un tempo random diventano in inglese o non si aprono. Spesso Avahi smette di trovarmi le condivisioni samba nella mia rete locali.

    il tutto su una configurazione “ultra standard” per il mondo Linux, ossia un vecchio thinkpad (x230).

    • Aster

      E come temperature e velocità ventole sul thinkpad?

      • come per tutti i laptop, dopo aver installato tlp la situazione diventa decente.

        • Aster

          Capito,sara il mio thinkpad con BIOS sfigato,devo usare per forza tpfan

    • granatos

      Infatti sia Ubuntu LTS che Fedora non sono mai 100% affidabili. Se la stabilità è importante meglio indirizzarsi verso Debian/Centos/Scientific, non ci sono alternative.

      • beh insomma… in Fedora i bug posso capirli, ma quando i bug riguardano proprio GNOME rimango interdetto.

        In Debian/Centos/Scientific paghi la stabilità con l’avere pacchetti vecchi. Nella mia esperienza con Ubuntu ho incontrato sia i pacchetti vecchi che i bug.

      • Aster

        O opensuse,fedora non ha senso paragonarlo

        • granatos

          Fedora con TLP configurato bene è usabile tranquillamente. Mi chiedo cosa aspettino a preconfigurarlo di default su tutte le versioni.

          • Aster

            Sulla maggior parte c’è,ma sul mio thinkpad t420s sia su Linux che windows non ce verso di far girare piano le ventole senza tpfan

      • dipende ovviamente dall’hardware.
        se hai un hardware recente, una debian stable fa pena perchè è vecchia di 2 anni, mentre magari allo stesso tempo una rolling release va alla perfezione.
        per i miei gusti, debian per un pc di tutti i giorni è un po troppo vecchio, magari va bene per pc di 4-5 anni fa dove ormai nuovi aggiornamenti del kernel o di mesa non servono praticamente a nulla, anche se comunque bisogna accontentarsi di firefox ESR e non dell’ultima versione (e pensare che attualmente firefox ESR non supporta il multiprocesso, mi vengono i brividi ad usarlo… da quando firefox mi ha abilitato il multiprocesso, è tutta un’altra esperienza…. è infinitamente più veloce e fluido, quando una volta mi è capitato di riutilizzare sullo stesso pc firefox senza e10s, mi sono meravigliato di come facevo ad usarlo prima).

        PS: nemmeno debian 7 (quindi la penultima versione che è ancora più rodata) è affidabile al 100%, vuoi o non vuoi i bug ci saranno sempre, e nessun software (o sistema operativo) sarà mai affidabile al 100%, e comunque dopo qualche mese ho notato che anche le LTS di ubuntu diventano parecchio affidabili e funzionanti (i primi mesi hanno sempre qualche problema, ma problemi nei primi mesi di vita li ho sempre visti anche su debian stable)

        • granatos

          E’ vero che la stabilità 100% è impossibile, ma una stabilità 99,9% invece è raggiungibile. Tra “stabilità 99,9%-minore velocità” e “minore stabilità-maggior velocità” io scelgo la prima e ho un hardware “vecchio” di 2 anni. Poi se uno vuole sperimentare è libero di scegliere le rolling.

          • non è solo questione di minor velocità, ma sopratutto per i notebook, se il kernel non ha un buon supporto potresti avere temperature alte e ventola sempre a palla e il notebook soffre molto, va in throttling (ammazzando le performance) e da fastidio per via del rumore.
            ad esempio io col mio notebook (dotato di APU AMD carrizo, che quindi a giugno fa 2 anni questa APU) prima del kernel 4.8 avevo temperature molto alte, col kernel 4.8 (che è uscito verso settembre/ottobre, quindi oltre 1 anno dopo di questa APU (questo per dirti che non parlo di supporto per hardware uscito pochi mesi prima, ma oltre 1 anno)).
            infatti su questo notebook sarebbe assurdo installare debian, o anche ubuntu 16.04 (anche se credo che la 16.04.2 andrà bene grazie al kernel 4.8), e magari con debian avrei si un OS molto stabile e con pochi bug, ma mi ritrovo con la ventola sempre a palla e temperature anche oltre ai 70° senza grossi sforzi.
            però magari per un vecchio fisso poco performante da tenere in vita, debian ce lo vedrei anche bene, ma sinceramente su un PC moderno, o peggio ancora su un notebook recente, non userei mai debian.

            con questo non dico che debian fa schifo (anzi…) dico solamente che per l’uso che ne faccio io del pc e per le mie esigenze, debian non è affatto adatto, mentre invece debian testing, mi convince poco, è troppo lenta per essere una rolling release ma allo stesso tempo le patch di sicurezza arrivano in ritardo e quindi gli manca anche lo spirito base di debian.
            tra le rolling preferisco decisamente arch

          • Windows

            E di SID che ne pensi? Come velocità di aggiornamento é quasi al pari di Arch .

          • sid non l’ho mai provata, ma è anche vero che è si una rolling pura, ma è più che altro una versione di “test” per la stable, al contrario archlinux è una rolling pensata per essere una distribuzione da usare come distro principale.
            secondo me arch è migliore di debian come rolling release, le versioni rolling di debian servono solo per filtrare i bug e correggerli prima di farli arrivare alla stable, quindi li vedo un po come dei cantieri aperti.

          • michele

            c’è anche la “sperimentale” che stà sopra sid.
            Non so come si installi, ma c’è

          • Windows

            Mh, si concettualmente dovrebbe essere così, però in pratica penso che non siano molto distanti come stabilità.

        • michele

          [ot]con debian 9 (testing) ti installa firefox esr, ma lo puoi rimuovere e installare firefox e ti installa l’ultima versione[/ot]

  • ArchEmi

    Qualcuno sa quando faranno l’aggiornamento per il Raspy?

    • CharlieP

      È uscita già a inizio gennaio, se ti riferisci a Raspbian. Vedendo come vanno le cose, difficilmente ci sarà una nuova release prima di marzo con un ipotetico (considerato gli anni scorsi, le nuove schede sono sempre state presentate a fine inverno) raspberry pi 4. Anche se può darsi che quest’anno salta visto che hanno appena presentato l’aggiornamento Delle schede industriali.

  • granatos

    “Installare l’ultima ISO conviene per evitare di scaricare centinaia di MB di aggiornamenti”. Questo si può evitare scegliendo di usare, durante l’installazione della 8.0/8.1/8.2/etc, i mirror online.

    • a quel punto tanto vale scaricare la netinst.
      Ma, personalmente, mi snerva dover aspettare tre quarti d’ora tra quando avvio l’installazione e quando si conclude, almeno nei casi in cui voglio una macchina virtuale per testare qualcosa.

  • Francesco Maria Rubatto

    Dopo varie prove/tentativi/smadonnamenti/reinstallazioni (insomma praticamente la normalità 🙂 ) ho trovato, almeno per i miei usi, un buon compromesso tra stabilità e software aggiornato: debian testing più anche i repo sid (che mi fanno da backports) e così, usando il nome del ramo di sviluppo, è pure una rolling :-). Per un uso casalingo mi va più che bene; distro basate su Sid pura non mi hanno convinto/soddisfatto a sufficienza.

No more articles