Considerate i netbook da 10 pollici troppo grandi? Siete alla ricerca della massima mobilità?

Il GPD Pocket potrebbe fare al caso vostro.

GPD Pocket, laptop da 7″

Il GPD pocket è un laptop molto piccolo, così piccolo da stare in tasca. Il device sarà disponibile in due versioni, una con Windows 10 e una con Ubuntu 16.04 (Xenial Xerus).

Il GPD Pocket presenta delle buone specifiche tecniche, il processore è un quad-core Intel Atom x7-Z8700 (lo stesso che troviamo sul Microsoft Surface 3), 4GB RAM e un pannello IPS ad alta risoluzione. Ecco tutte le specifiche nel dettaglio:

  • 7-inch IPS touch display
  • Intel Atom x7-Z8700 (quad-core @ 1.6GHz)
  • 4GB RAM
  • 128GB storage
  • 1x USB Type-C
  • 1x USB 3.0
  • Mini HDMI
  • MicroSD Card slot
  • Courage jack (“headphone port”)
  • batteria 7000mah

Le dimensioni del portatile non permettono una full-size keyboard ma una piccola tastierina adatta per web browsing, social (twitter, facebook..) e poco altro.

gp pocket keyboard

Dubito che qualcuno possa sceglierlo come device principale ma se viaggiare molto e se raramente potete starvene comodi su una scrivania questo GPD pocket ha il suo perchè. Purtroppo il prodotto non è ancora acquistabile ma tra poco verrà lanciata una campagna di crowdfunding su Indiegogo, speriamo vada a buon fine.

Segnalo inoltre che, come riportato da Liliputing, GPD (compagnia che produce il dispositivo) ha in programma la produzione di altri prodotti (GPD Win, Android gaming portables, etc).

sharing-caring-1-1-1-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus.

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

 

  • Andrea

    La foto della tastiera in basso non centra nulla con la foto del dispositivo in alto…..

  • Andrea

    OT. nessuno ha provato kde neon? notizie o altro?

    • IlTizioCheNonVuoleRegistrarsi

      Io lo sto usando proprio ora. Cosa ti interessa sapere?
      Buona serata!

      • Andrea

        Appena installato. A parte come funziona volevo sapere cosa cambia rispetto a kubuntu e se è una rolling? poi non so, info generali….

        • IlTizioCheNonVuoleRegistrarsi

          Ciao Andrea,
          come funzionamento e base generale non cambia molto da Kubuntu. KDE neon non è una distribuzione rolling ma si basa solamente sull’ultima versione LTS di Ubuntu (un po’ come fa Linux Mint). Grazie a ciò riceve i suoi stessi aggiornamenti per ben 5 anni. C’è però un eccezione…infatti KDE neon ha dei suoi repository che contengono SEMPRE (lo posso confermare io stesso) l’ultima versione della suite KDE (Quindi Plasma e le relative KDE Apps). Ciò permette alla distribuzione, quindi, di essere una LTS e godere allo stesso tempo di aggiornamenti continui (proprio come una distro rolling) per quanto riguarda il mondo KDE. In parole pavore, secondo me, hanno unito i pregi di Ubuntu LTS e quelli di Arch Linux.
          In conclusione: KDE neon è una distribuzione che posso affermare essere stabile, non differisce molto da Kubuntu per quanto riguarda il software preinstallato ma gode del vantaggio di avere sempre l’ultima versione STABILE di Plasma e delle KDE Apps. Diciamo, quindi, che può essere un’ottima soluzione per chi, come ho precedentemente detto, vuole una base solida ed allo stesso tempo l’ultima versione del software KDE. Oltre a ciò non mi pare abbia altre “esclusive” rispetto a Kubuntu, infatti tranne che per i repository non credo cambi molto fra le due. Buona serata e, se vuoi sapere altro, non esitare a chiedere!

          • Andrea

            Grazie, e tra la user e la lts della stessa neon cosa cambia?

          • IlTizioCheNonVuoleRegistrarsi

            Ciao Andrea,
            la User utilizza l’ultima versione di Plasma “normale” mentre la LTS utilizza l’ultima versione di Plasma LTS (Infatti Plasma è un po’ come Ubuntu, ci sono versioni stabili normali e versioni stabili a lungo supporto, ovvero LTS). Entrambe hanno come base Ubuntu LTS, tranquillo.
            Buona serata!

          • Andrea

            Grazie ancora. Come prima impressione è molto buona, considerando il mio hardware datato funziona davvero bene e ho visto che consuma pochissima ram. E’ un po’ scarno di programmi ho dovuto perderci un po’ di tempo ad installare i soliti must. Ambiente ovviamente molto moderno e fluido negli effetti e con le sue kapps è aggiornatissimo. Se hai qualche consiglio, suggerimento sarà ben accetto e ancora grazie per le news.

          • IlTizioCheNonVuoleRegistrarsi

            Ciao Andrea,
            felice che ti sia piaciuta ? Di consigli e suggerimenti non ne ho nessuno, alla fin fine è una Ubuntu-based qualsiasi, basta installare tutto quello che si vuole avere visto che, come tu stesso hai detto, la dotazione iniziale è un po’ scarna. Forse, ma dico forse, può esserti utile leggere la guida post installazione di Kubuntu redatta da Marco’ Box. Comunque è stato un piacere aiutarti, a presto!

          • Andrea

            Dimenticavo una cosa, perché oltre al famoso kubuntu aggiungere questa distribuzione? Centra mica il discorso mir/wayland?

          • IlTizioCheNonVuoleRegistrarsi

            Da quel che ho capito è stata creata dell’ex manutentore del progetto Kubuntu perché non si trovava più d’accordo con le scelte di Ubuntu e Canonical, troppo lontani dalla comunità secondo lui. L’obbiettivo è creare una distro sviluppata direttamente dalla comunità KDE (infatti è un suo progetto ufficiale come KDE Phone). Per quanto riguarda Wayland, KDE neon (proprio perché sviluppata dalla comunità KDE) ha già iniziato a rilasciare una versione di Plasma con Wayland, visto che ormai Fedora e GNOME hanno fatto il primo passo a favore dell’abbandono di Xorg. Non penso abbia a che fare con Mir anche perché, da quel che ho letto, quest’ultimo verrà adottato solamente da Unity 8, visto che gli altri DE l’hanno rifiutato in favore di Wayland dopo la “cavolata” che ha combinato Canonical, dicendo in un primo momento di adottare anch’essa Wayland per poi smentire il tutto annunciando lo sviluppo di Mir e XMir.
            Buona giornata!

  • Il titolo dell’articolo non lo trovo corretto, infatti sul sito dell’azienda viene riportato che verrà reso disponibile con Windows o con Ubuntu.
    Scrivere “Laptop Ubuntu” lo trovo un titolo ingannatorio perché non veritiero.

  • Arcturus

    Ma quindi quel processore (x7-Z8700) ha il supporto di Linux/Ubuntu? uno schermo da 7″ è troppo piccolo per usarlo come mini laptop,almeno 10″-11″,per un prodotto cosi spendere anche 180-200 € è troppo.

    • Andrea

      concordo come ho già scritto altrove, anche per me un 7″ per uso laptop non è accettabile a quel punto si lavora in massima portabilità con uno smartphone da 5 /5,5 – minimo 10″
      peccato l’hardware è molto valido…..

Per sostenere lo staff nella creazione di nuovi contenuti
Dona in Bitcoin 1EerWf67XJXj8JGzGtyRruUavkAMstKxTt