Il 6 Giugno prossimo, salvo ritardi, verrà rilasciato Fedora 26. Le recenti parole del program manager Jan Kurik hanno confermato le voci che si rincorrevano da un po’ di tempo circa l’arrivo di una versione di Fedora con LXQt, leggerissimo desktop environment Qt-based.

Si allarga quindi la già grande famiglia degli spin di Fedora. “Ora che LXQt è maturo è giunta l’ora di mettere a disposizione dei nostri utenti una versione di Fedora con questo desktop environment”, queste le parole di Kurik.

LXQt non rimpiazzerà LXDE

fedora- 26 lxqt

Il desktop environment di default su Fedora è ovviamente GNOME, che viene usato nell’edizione Workstation, ma gli utenti possono scegliere anche KDE Plasma, Xfce, LXDE, MATE-Compiz, Cinnamon e Sugar.

Si vociferava che l’edizione LXQt avrebbe preso il posto di LXDE ma pare non sarà così, infatti l’edizione LXDE non dovrebbe essere eliminata.

Lo sviluppo di Fedora 26 è tutt’ora in corso, l’alpha è attesa per il 14 Marzo mentre la beta per il 26 Maggio, date che possono subire modifiche da un momento all’altro.

sharing-caring-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus.

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

  • Andrea

    Orrendo….ma si può ancora oggi presentare della roba così antiquata?

    • Ale

      E leggerissimo, quindi può andare bene per PC vecchi o cose tipo raspberry pi

      • Andrea

        si ma ci sono distribuzioni leggere graficamente molto più belle

        • Aster

          Più alternative meglio e,tu quale definisco bella;)?perché e soggetivo

          • Andrea

            il pannello bianco è orrendo, nonché il menu che si apre bianco sembra un pugno in un occhio, le icone sono tipo win 3.11; il bello è soggettivo? no, il piacere una cosa o non piacere può essere soggettivo ma il bello è bello. se prendo una cosa bella è bella e questo va detto, poi uno può dire a me non piace ma ammettere che è bella. idem il brutto.

          • Aster

            Ma non hai ancora risposto quale de e bello per te;)?

          • Andrea

            kde

          • Aster

            Ok

          • Andrea

            cinnamon

          • Aster

            Quindi sono due KDE e cinnamon

          • Andrea

            Pantheon perché no, da seguire sicuramente nella sua evoluzione

          • Aster

            Uso anche io cinnamon perche mi gestisce bene displayport e HDMI,ma alterno con budgy mi piace molto e incuriosisce

          • Andrea

            kde lo sto provando con kde neon e mi ha davvero colpito positivamente, la ram si ferma sui 380/400 mb all’avvio e il sistema rispetto a kubuntu sembra molto più fluido e rapido, non so se sia una mia impressione ma pare globalmente più reattivo, e di effetti grafici per muovere kde con plasma c’è ne sono parecchi. budgy l’avevo provato durante il periodo natalizio con il nuovo ubuntu budgy, non mi ha particolarmente colpito, sicuramente bello graficamente ma non mi ha dato nulla di nuovo (il pannello laterale tipo win10 è comodo ma non mi ha entusiasmato) probabilmente ci vorrà tempo perché il progetto evolva in positivo. cinnamon per me va usato sotto mint, sembra ottimizzato ad hoc…. unity 7 dalla 16.04 si è riempito di bug che aggiungendosi alla sua nota pesantezza (oltre 1 gb di ram all’avvio) mi ha totalmente deluso, peccato perché ho sempre avuto un ottimo felling con ubuntu puro.

          • Aster

            Io ho semrpr usato xfce con qualche tema,ma negli ultimi portatili non MJ gestiva bene display port e HDMI quindi sono passato a cinnamon

          • Andrea

            con quale distribuzione?

          • Aster

            Dici cinnamon?prima fedora e open suse,ora aprì city OS e mannaro,anche se la mia preferita rimane xubuntu,(ho 2 portatili linux)

          • Andrea

            sono esempi riferiti out of the box (non parliamo di personalizzazioni messe in atto dagli utenti, cosa offre stilisticamente/graficamente a primo contatto un de)

          • Aster

            Naturalmente

          • Aster

            Non ho detto la bellezza e soggettiva, ho detto cosa e bello per te perche e soggettivo

          • Andrea

            “quale definisco bella;)?perché e soggetivo”

          • Aster

            Esatto la tua definizione

          • Andrea

            esempio, se prendiamo un televisore degli anni 90 a tubo catodico da 27 pollici, il quale occupava circa 2mq in pianta era bellissimo nel suo contesto storico e sociale di quegli anni, oggi nel 2017 sarebbe qualcosa di orrendo a confronti di un televisore lcd da 32 pollici, stessa cosa per questo de, andava bene 10/15/20 anni fa nel conteso storico e sociale in cui è nato, adesso basta, e non ditemi che per avere un de “leggero” deve per forza essere brutto se no non è leggero 😉

          • Aster

            No non dico niente;)ho chiesto per curiosita

          • Dario · 753 a.C. .

            Ma che te ne frega della grafica? Non serve a nulla, per quanto mi riguarda possono anche farlo anche senza icone ma solo testo

          • Andrea

            egoista…. 😉

          • Samael

            Che in sostanza vuol dire: “se è bello per me è bello per tutti”.
            Spiacente dovertelo far notare, Andrea, ma il bello È un concetto soggettivo. Da SEMPRE. Ciò che per TE è bello per me potrebbe non esserlo, e viceversa.

            Per rimanere con l’esempio da te portato, Cinnamon non è bello. Cinnamon è bello per TE e per quelli a cui piace.
            Per me, per esempio, è orrendo, e trovo molto più accattivante una UI in ncurses vista su urxvt, stile anni ’80.
            Cosa ti fa pensare che la TUA opinione valga più della mia o di altre persone che la pensano diversamente da te?

          • Andrea

            Tutto molto bello quello che scrivi, ma lo trovo al tempo stesso banale e scontato. Un esempio, che penso sia molto attuale e molto diffuso, specialmente tra i commenti dei vari siti di tecnologia, riporta la grande spaccatura fra gli utilizzatori del brand apple e i non utilizzatori; mi spiego meglio: io personalmente non apprezzo la politica del brand, non comprerò mai nulla di questo brand e non lo consiglierei mai a nessuno, ma devo per forza ammettere che i prodotti, passati e presenti, siano prodotti belli. Esteticamente nulla da dire, sono belli. Sarebbe inutile che andassi a dire o scrivere in giro che sono brutti. Perché? Ovviamente per me vale il contrario. Poi che una cosa sia funzionale o no, comoda o che ne so….è un altro discorso, ma ammettiamo l’evidenza senza nessuna remora….

          • Samael

            Certo che è banale e scontato. Infatti discorsi di questo genere non si dovrebbero nemmeno fare. Spiegare ad una persona che “non è bello ciò che è bello, ma è bello ciò che piace” (famoso detto) è come spiegare ad un quarantenne che sta sempre a contatto con le persone il perché lavarsi i denti sia importante. Sono cose scontate che si presume che TUTTI sappiano.

            E riguardo l’esempio di Apple: cosa ti vieta di pensare che siano dispositivi brutti?
            A me personalmente piacciono, ma questo non vuol dire che TUTTI nel mondo la debbano pensare alla stessa maniera.
            Di oggettivo c’è solo la parte tecnica. Tutto ciò che concerne il design è tutto un punto di vista, che può essere condivisibile o meno ma di certo non assimilabile ad un dato di fatto.

          • Andrea

            Sempre molto bello il tuo discorso, ma siamo su frequenze distanti. Grazie del confronto. ; )

          • a me ha sempre fatto schifo il design degli iphone, trovo che ci sono smartphone anche molto più economici, con un design molto più bello.
            e penso che non a tutti quelli che acquistano un iphone piaccia realmente il design, ma piaccia più che altro il brand apple.

          • Andrea

            oh, comunque ho ravvivato un po’ sto blog! quindi i lettori ci sono è solo che stanno in sordina, non come una volta che c’erano centinaia di attività al giorno….

          • Andrea

            ho parlato di prodotti, più in generale

        • granatos

          Leggera e graficamente migliore di LXDE potrebbe essere LXQt o Xfce. Il resto dei DE non è poi così leggero.

      • Maurizio Tosetti

        Vecchi quanto ? Ho un Amilo Amd 2500+ mobile del 2003 e 680 mb di ram (un po’ anomala come quantita’ devo verificare.) La parte piu’ tragica e’ la navigazione web. Nom trovo broswer adatti. Fedora puo’ aiutarmi ?

        • granatos

          su -c ‘dnf remove midori && dnf install firefox’.

          • Maurizio Tosetti

            Perche’ rimuovere Midori e installare Firefox che e’ un disastro?

          • granatos

            La mia esperienza personale mi suggerisce il contrario.

          • Maurizio Tosetti

            Ehm. Mi spiego meglio. Sia Firefox che Midori funzionano male. Su Puppy ultima versione ho Firefox 38.5 esr e su alcuni siti mi dava errore nei certificati. Stesso problema avuto con altre macchine piu’ recenti. Ma qui lo ha proprio bloccato. Midori e’ difficile da configurare e inutilizzabile con i siti google. Vorrei provare con i siti in versione mobile ma non so come fare. La macchina ha a bordo Win Xp Service Pack 2. Non se l’ ultimo Fedora con Lxde possa rendere il pc utilizzabile anche per internet

    • Marco Missere

      Ti riferisci allo screenshot? È LXDE, non LXQt.

    • loki

      stai parlando di informatica o di scarpe e borsette? lasciamo la moda nel suo settore, che è meglio

    • granatos

      LXQt non è affatto brutto:
      https : / / tinyurl . com / zcy5q7z

  • granatos

    Sono contento che resti LXDE spin: leggero, spartano, intuitivo, veloce. Manca solo un lettore di PDF (basta installare qpdfviewer); poi si sostituisce Lxmusic con Audacious e si installa VLC.

  • giovanni

    Vorrei dare il mio contributo alla discussione sul gusto e sulla bellezza dei vari DE. Molto banalmente vorrei far notare che sono i temi a rendere visivamente piacevoli i vari ambienti, poi ognuno può avere preferenze personali. Ma affermare che il gusto è soggettivo è vero quanto è vero affermare che esso si determina per intelligenza, per istruzione, per età e per esperienza. Pensate quando si disegna un automobile. Il designer disegna l’auto a seconda del target di vendita, mica a caso. Quindi è vero che il gusto è soggettivo, ma nel senso che appartiene a quel soggetto. Affermare se una cosa è bella o meno è abbastanza misurabile e determinabile a seconda della quantità, cioè il numero delle persone a cui piace, e della qualità, cioè il contesto o l’insieme delle soggetti che la giudicano.

  • mossadeq

    Per chi volesse vedere uno screenshot del desktop LXQt di Fedora 26:
    http : / / i65 . tinypic . com / wrbzvk . jpg

No more articles