Il Ministero della Difesa adotta Windows 10

78
93
windows 10

Come riportato sul sito ufficiale di Microsoft il Ministero della difesa italiano ha adottato ufficialmente Windows 10.

difesa windows 10

Il Ministero della Difesa punta sull’innovazione e annuncia un nuovo progetto tecnologico con cui rinnoverà il proprio parco PC dotando i propri dipendenti di Windows 10, con l’obiettivo di garantire al contempo produttività e sicurezza. In uno scenario di Spending Review in cui recuperare efficienza è sempre più un imperativo per gli enti pubblici, il Ministero intende ottimizzare i processi grazie all’adozione del nuovo sistema operativo di Microsoft, che consentirà al personale preposto all’amministrazione civile e militare della difesa e delle forze armate italiane di beneficiare di un’esperienza più intuitiva e di interagire in modo più efficace su qualsiasi device. Un rinnovamento strategico anche nel segno della cybersecurity, in un Paese in cui si assiste alla crescente proliferazione di minacce informatiche che vedono l’Italia contraddistinguersi per percentuali di infezioni IT superiori alla media mondiale, secondo le rilevazioni del Microsoft Security Intelligence Report 2015. Windows 10 offre infatti al Ministero importanti garanzie in termini di protezione delle identità digitali, dei sistemi e dei dati.

Questa è una parte del discorso che si può leggere sul sito ufficiale di Microsoft.

La scelta appare  in contrasto con l’adozione, sempre da parte del Ministero della difesa, del software open-Source LibreOffice. Inoltre le motivazioni addotte non sembrano esattamente inattaccabili (mi riferisco alla sicurezza di Windows 10..). Speriamo solo che la scelta di adottare Windows 10 non vada a minare l’adozione di LibreOffice.

sharing-caring-1-1-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus.

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.