La distribuzione openSUSE Tumbleweed GNU/Linux è stata aggiornata al kernel 4.8.4. Come per numerose altre distro è stato sistemato il “Dirty COW” bug, problema presente da diversi anni ma scoperto solo di recente.

openSUSE è un sistema operativo GNU/Linux sviluppato dalla comunità del Progetto openSUSE e sponsorizzato da Novell. Dopo l’acquisizione di SUSE Linux nel gennaio 2004 Novell decise di rilasciare la distribuzione come prodotto open source, coinvolgendo la comunità nel processo di sviluppo.

Lo Snapshot 20160120 di OpenSuse Tumbleweed ha aggiornato il kernel alla versione 4.8.3 mentre lo snapshot rilasciato ieri (20160124) ha aggiornato al kernel 4.8.4. Oltre all’aggiornamento del kernel i devs ne hanno approfittato per aggiornare anche il desktop environment, effettuando l’update troverete a bordo KDE Plasma 5.8.2 LTS.

open-suse-tumbleweed kernel 4.8.4

Aggiornamenti minori: AppStream 0.10.0 cross-distro collaboration package, python3-setuptools 28.6.1 e PHP 5.6.27. Introdotti anche alcuni fix minori che vanno a migliorare la stabilità complessiva della distro.

Il nuovo snapshot è già disponibile e pronto per essere installato, vi ricordiamo di riavviare il sistema al termine delle operazioni!sharing-caring-1-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus.

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

  • Discepolo di Liuk

    Qualche utente del camaleonte mi sa dire come si trovi con questa distro(soprattutto come prestazioni)?

    • Aster

      stupenda,sicura,stabile,io ho usato la versione cinnamon tumleweed e stata piacevolmente leggera e perfetta

    • Tomoms

      Distro ottima con il miglior installer in assoluto e i migliori tool di configurazione. Prestazioni buone anche se non noto differenze rispetto alle altre distro (ho un portatile le cui caratteristiche superano di gran lunga i requisiti minimi delle varie distro, quindi tutte girano più o meno allo stesso modo). Devi aggiungere i repo packman e installarti i codec a mano dopo l’installazione ma è una piccola fatica che vale sicuramente la pena di sostenere.

      • Discepolo di Liuk

        Ma ne vale la pena di aggiungere repo esterni? Francamente mi fido solo del software proveniente dal team ufficiale.

        • Tomoms

          I repo packman sono ormai “un’istituzione” nel mondo openSUSE, tanto che vengono fornite istruzioni su come aggiungerli nello stesso wiki di opensuse. Poi, io personalmente ho sempre trovato il fatto di non fidarsi dei repo una paranoia inutile, insomma a meno che non li vai a prendere da siti poco rispettabili (io non ne ho mai trovato uno) non avrai mai problemi. Inoltre, la maggior parte dei repo di terze parti di opensuse è hostata dalla stessa openSUSE e sfruttano l’opensuse build service. Ovvio che potenzialmente i repo di terze parti potrebbero contenere software dannoso, ma vista la grande coesione e il passaparola che c’è nella comunità Linux e visto il fatto che linux sia usato principalmente da persone con un cervello funzionante e che sposano la filosofia dell'”aiuta per essere aiutato” e non da delle teste di ***** che vogliono farsi i dispetti a vicenda, non mi faccio mai scrupoli ad aggiungere repo se mi servono.

          • Discepolo di Liuk

            Capisco.
            Ma di preciso i codec che contengono, a che servono?

          • Tomoms

            I codec servono ad ascoltare la musica e riprodurre i video in formati proprietari tipo mp3, m4a, wma, mp4, avi eccetera.

    • francesco

      Sto usando Opensuse 42.1 stabilissima , installando i driver nvidia proprietari per la gtx 970 i giochi di steam vanno una bellezza e gestisce benissimo l’i7 6700k.

  • Martinix

    al momento non la uso perche sto facendo i test sulle 42.2, ma a suo tempo non era affatto male 🙂
    anche se di mio preferisco cose un pò più stabili 😉

No more articles