Mark Shuttleworth ha reso noto il nome in codice della prossima release di Ubuntu che verrà rilasciata ad Aprile 2017.

Ubuntu 17.04 si chiamerà Zesty Zapus. Lo Zapus, l’animale totem di questo rilascio, è un roditore della famiglia dei Dipodidi comunemente noto come topo saltatore nordamericano. Al genere Zapus appartengono roditori di piccole dimensioni, con lunghezza della testa e del corpo tra 75 e 110 mm, la lunghezza della coda tra 108 e 165 mm e un peso fino a 35 g.
zesty zapus
Dunque quasi nessuno nei vari blog ha indovinato l’animale totem, i più gettonati erano Zany Zebra o Zealot Zonket.
Persino Google si è fatta trovare impreparata:google-autosugest

Ubuntu 17.04 Zesty Zapus

Queste le motivazioni addotte da Shuttleworth circa la scelta del piccolo roditore -“We are a tiny band in a market of giants, but our focus on delivering free software freely together with enterprise support, services and solutions appears to be opening doors, and minds, everywhere. So, in honour of the valiantly tiny leaping long-tailed over the obstacles of life, our next release is called Zesty Zapus”-.

Non ci resta che attendere Aprile per vedere all’opera il successore dello scoiattolo e dello Yak.

sharing-caring-1-1

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus.

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

  • simpatico il topo… quindi in ubuntu 17.04 eccezionalmente ci sarà xfce come DE di default? xD

    • Edmond Logan

      LXQt ^^

  • Piccolo OT: io non ho mai capito il rilascio kernel di ubuntu.
    ubuntu non aggiorna mai il kernel, quindi non passa mai dal kernel 4.8 al kernel 4.9 e fino a qui nessun problema.
    ma mentre il kernel si aggiorna alla versione 4.8.1, oppure .2, .3 ecc… ubuntu rimane sempre alla versione .0 e cambia solo il numero dopo il trattino ad esempio 4.8.0-22 oppure -25 ecc… su archlinux il numero dopo al trattino stava ad indicare al fatto che il PKGBUILD veniva modificato, quindi magari vengono corrette delle dipendenze, oppure viene migliorato “l’algoritmo” d’installazione o vengono corretti problemi nel PKGBUILD, e non indicava una nuova release del software, ma una semplice nuova release del PKGBUILD, invece in ubuntu in queste release, si allineano anche con il rilascio del kernel o applicano solo patch varie per correggere problemi di stabilità e/o sicurezza?
    cioè mi sa strano e privo di senso far nascere una distribuzione con il kernel 4.8.0 e farlo rimanere sempre li senza aggiornare al 4.8.1 .2 .3 ecc… visto che queste sono release per correggere i vari bug riscontrati nella release 4.8.
    non so se mi sono spiegato, ma se qualcuno sa spiegarmi questa politica di release ne sarei felice 🙂

    • Markures

      È un ragionamento simile che fanno gli sviluppatori di Ubuntu. Diciamo che loro partono già dalle versioni RC finali, e la chiamano ad esempio 4.8.0.6, poi con i successivi aggiornamenti ( sia ufficiali del kernel, sia i loro ) aumenta. È fatto per distinguere le versioni. Volendo puoi installare quello ‘ufficiale’, ma credo che il loro sia più ottimizzato al sistema.

    • alex

      Non ho ben capito ma forse 4.8.0-xx indica il livello di patch inserite nel kernel che continua ad essere sempre indicato con 4.8. Credo che non per forza tutte le patch ecc… vengano inserite e lo siano negli stessi tempi e stessi modi, quindi non è detto che 4.8.0-xx e 4.8.xx siano allineati.

  • Francesco Bedussi

    Ma dalla release successiva si ricomincia con la A?

    • ancora non si sa nulla, credo che questo verrà detto tra 6 mesi dopo che è stata rilasciata la versione 17.04

    • Simone

      No. Finisce qui.
      Ubuntu arrivata alla Z non viene più rilasciata.
      Così i soliti detrattori di Canonical saranno contenti.

  • Luky

    Beh e ancora nessun mir, nessun unity8 di default, mi chiedo se facciano davvero una rolling come si deve finalmente con due release una stabile e l’altra “testing”

No more articles