Rilasciata e già disponibile per il download una nuova versione di Vivaldi, vediamo le novità.

Nel caso non siate familiari con Vivaldi vi ricordo che è un web browser creato usando tecnologie open source quali il Blink engine, Node.js e React.js. Nonostante ciò il browser non è open source.
Vivaldi 1.4 non introduce tante novità quante ne erano state inserite nella precedente versione, della quale vi abbiamo parlato qui, ma ci sono comunque alcune migliorie e nuove features da sottolineare.

Theme scheduling

Vivaldi 1.4 introduce il cosiddetto Theme Scheduling che permette di impostare il browser in modo tale che cambi in automatico il tema al variare dell’ora. Caratteristica interessante, torna comodo se ad esempio volete usare un tema dark di notte ed uno più chiaro di giorno senza doverli impostare manualmente ogni dodici ore.

Per configurare il theme scheduling aprite le impostazioni (Tools > settings) e sotto la voce Themes troverete una nuova opzione chiamata Scheduled Themes.

vivaldi 1.4

Web Panels

Migliorata anche la gestione dei pannelli web (web panels), è ora possibile impostare una larghezza diversa per ogni pannello. I Web panels permettono di aggiungere alcuni siti (Twitter, etc) alla sidebar del browser in modo da renderli sempre visibili mentre navigate su altri siti.
vivaldi 1.4 webpanels

Potete consultare il changelog completo cliccando qui.

sharing-caring

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus.

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

[Fonte]

  • Arcturus

    Anche questo è un browser made in USA,fosse stato europeo e/o open source l’avrei anche usato ma spyware per spyware preferisco usare l’originale(Chrome).

    • Ganhoo

      Bisogna avere delle prove prima di poter dire se qualcosa sia uno spyware o meno.

      • El Ninho

        Se non è open qualcosa da nascondere c’è visto che usa tutte tecnologie open

        • Ganhoo

          Qualcosa da nascondere != spyware(senza prove).

          • Luca Cavedale

            quoto, in ogni caso dal mio punto di vista preferisco usare ( almeno nel mio piccolo e fintanto che posso) strumenti solamente open source, ma più per etica che altro.

          • Ganhoo

            Fai più che bene!

          • Luca Grignani

            La mente umana non ragiona come un codice binario: “puoi dire con certezza che c’è uno spyware, oppure non dire nulla……
            Esiste una graduazione del giudizio e dire che presumibilmente contiene spyware non è una affermazione azzardata. Credo sia questo quello che ha voluto dire El Ninho….

          • Ganhoo

            Qual é il senso? Fare un’affermazione così per me vuol dire infamare un software, il che sarebbe giusto, se ci fosse un reale motivo….

          • Luca Grignani

            Forse non mi sono fatto capire: la diffamazione c’è quando affermo il falso, ma se mi voglio cautelare perché presumibilmente ritengo ci sia uno spyware, sono liberissimo di farlo.

          • Ganhoo

            Sì, ok, questo lo avevo capito, ma
            a)”spyware per spyware” mi sembra un messaggio abbastanza chiaro
            b)Anche presumendolo, rimane una cosa stupida da dire secondo me, perché si sta parlando solo basandosi sulla natura del software.
            b/2)Se l’utente ha pure Steam installato, la cosa diventa pure ipocrita 🙂

          • Luca Grignani

            Non saprei, è una questione in cui non mi voglio addentrare. La mia critica riguardava la forma del giudizio senza entrare nel merito di questo o quest’altro.

          • ilcampione

            bhe ma effettivamente se è closed tanto vale usare chrome e chromium (e magari firefox).
            Io tempo fa usavo opera, poi arrivò chrome… e non ce ne fu per nessuno.

            Detto questo: che motivi commerciali vuoi avere in questo campo? non potrai mai sfondare, sopratutto se ti basi sulle stesse risorse di chorme… il mercato è già saturo e sicuro non si sentiva il bisogno di vivaldi, se magari (e sottolineo magari) fosse opensorce avrebbe qualche speranza… ma closed…

            Da un utente che ha installato vivaldi (solo sulla partizione windows ovviamente)

          • Ganhoo

            Non lo so, gli eventuali motivi commerciali bisogna chiederli a loro, io non ne capisco.
            Comunque sì, nemmeno io sentivo tanto il bisogno di Vivaldi

          • loki

            la fiducia deve essere reciproca. se loro non si fidano a mostrarmi il codice, io non mi fido a usare i loro prodotti. allo stesso modo se non dovessi fidarmi di una persona che mantiene un livello di privacy per me troppo alto, non avrei rapporti con quella persona. le ragioni non influenzano il mio sentimento di fiducia

          • Ganhoo

            E non li usare, ma non dire neanche cose che non sai.

          • loki

            ovviamente non lo so, mi è negato di saperlo. però posso tranquillamente dire che non esiste alcuna ragione (tecnica) per cui chrome non possa contenere spyware. e questa è un affermazione sicura almeno per tutte le applicazioni che comunicano in modo cifrato con server terzi

          • Ganhoo

            Si tratterà di motivi commerciali, come ti ho detto. Ad ogni modo, se non ciccia fuori lo spyware non puoi affermare con certezza che ci sia.

          • El Ninho

            Una software house chiude il codice fondamentalmente per due motivi: non far copiare o far capire a terzi come funziona, o nascondere qualche back Door. Poi che cosa significa per scopi commerciali se si basa su tecnologie open Vivaldi, Chrome ha un senso a cose closed drm, etc ma Vivaldi come lo giustifichi?

          • Ganhoo

            Evidentemente quella parte closed ha un certo valore per la software house. Non dico che non ci sia una backdoor, dico solo che non si possa dimostrare.

  • Aster

    io lo sostituito opera con questo in quei rari casi che lo uso mi trovo bene

  • rico

    Notevole la personalizzazione che permette Vivaldi: schede, preferiti, strumenti, layout di pagina e caratteri, però non lo userò più: i preferiti a un certo punto si “incantavano”, non era possibile spostarli o lanciarli. Frustrante, dopo aver perso tempo a configurarlo.

No more articles