In breve: Ecco la consueta analisi di lffl circa i dati pubblicati nel sondaggio di Steam del mese di Luglio.

Valve aggiorna mensilmente le statistiche sulla diffusione dei principali sistemi operativi utilizzati dagli utenti che accedono alla piattaforma di Mr. Gabe Newell

Gli utenti di Linux si aggirano sempre attorno allo 0.80%, (0.81% per la precisione, +0.01% rispetto al mese di Giugno) in calo rispetto a Maggio (0.85%). Lo 0.20% degli utenti totali di Steam utilizza Ubuntu 16.04 LTS che ha quindi conquistato i pc di molti utenti. Seguono a ruota Ubuntu 14.04 e Linux Mint 17. L’andamento di Linux prendendo in considerazione un periodo abbastanza lungo (2-3 mesi) risulta abbastanza stabile.

steam sondaggio utenti linux

I dati relativi a Luglio 2016 evidenziano un dato positivo per il sistema operativo Windows 10 (64 bit) in grado di ottenere un ottimo +1.73%. Un risultato per nulla scontato, tenuto conto che, ampliando l’ambito di osservazione sino a comprendere l’intera base installata Windows – formata quindi anche da chi non accede a Steam – Windows 7 continua a detenere circa il 40-50% di share.

Il sorpasso era nell’aria, e anzi ora si può parlare di distacco, tenuto conto che alla fine di aprile Windows 10 si era portato a ridosso di Windows 7.

Sommando, infatti, la base installata Windows 10 64-bit (44,67%) con quella che utilizza Windows 10 32-bit (1,58%) si ottiene uno share pari al 46,25%, superiore rispetto alla quota del 36,33% complessivamente detenuta da Windows 7 64-bit (30.03%) e Windows 7 32-bit (6,30%). Windows 10 64-bit è Windows 10 32-bit sono risultate, inoltre, le uniche release di Windows a registrare un trend in crescita a Luglio.

Dati curiosi: su Steam spopola Htc Vive che ha una base d’utenti molto maggiore rispetto a Oculus Rift. La scheda video più utilizzata è sempre la gloriosa GTX 970.

htc_vive

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus.

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

 

No more articles