In breve: si prospetta un periodo difficile per Ubuntu touch.

Questa è la situazione: sia il Bq Aquaris E4.5 che il Bq Aquaris E5 sono sold out e non più disponibili per l’acquisto sul sito ufficiale di BQ. Anche il Meizu PRO 5, l’Ubuntu Phone più recente a essere rilasciato, è difficilisimo da trovare se non attraverso siti dove si vendono prodotti usati.

Insomma, chi vuole un Ubuntu phone, o passa per il mercato dell’usato o deve prendersi un telefono Android e flashare un’immagine di Ubuntu touch.

Gli utenti si lamentano su twitter

Con un numero cosi basso (attualmente nullo) di telefoni in stock gli utenti hanno pensato bene di rivolgersi a BQ usando Twitter e le risposte non sono state esattamente quelle sperate.

‘Hauptquartier‘ ha twittato alla compagnia Spagnola chiededo se l’Aquaris X5 Plus sarebbe stato rilasciato anche nell’Ubuntu edition:

bq twitter question/1

La risposta ricevuta è stata un secco no. Il motivo si può anche ricercare nel fatto che l’Aquaris X5 Plus ha a bordo la CPU Qualcomm Snapdragon 625 (8 core), chipset non ancora supportato da Ubuntu touch.

bq twitter question/2

L’utente non ha desistito e ha chiesto se sono attesi nuovi telefoni BQ con a bordo Ubuntu touch ricevendo come risposta “non abbiamo alcun piani per Ubuntu touch

Cio’ significa che BQ non produrrà più alcun Ubuntu Phone?

No.

Innanzitutto queste dichiarazioni su Twitter vanno prese con le pinze, chi gestisce l’account twitter potrebbe non essere al corrente oppure non avere l’autorizzazione per svelare i piani futuri dell’azienda. Magari BQ sta pensando a un nuovo device con a bordo Ubuntu touch ma siamo solo alle fasi iniziali e non è ancora entrato nella fase di marketing. Inoltre raramente nuovi dispositivi vengono annunciati in modo cosi’ “sbrigativo”. Al netto delle supposizioni resta pero’ il fatto che Ubuntu touch è ben lontano da essere una realtà ai livelli di Android e le grosse aziende non sembrano intenzionate a puntarci più di tanto.

Vi ricordiamo che seguirci è molto semplice: tramite la pagina Facebook ufficiale, tramite il nostro canale notizie Telegram e la nostra pagina Google Plus.

Qui potrete trovare le varie notizie da noi riportate sul blog. È possibile, inoltre, commentare, condividere e creare spunti di discussione inerenti l’argomento.

[Fonte]

No more articles