In breve: intanto che l’utenza si gode l’aggiornamento a KDE Plasma 5.7 i developer guardano avanti e ci comunicano i loro piani per Plasma 5.8.

Nell’annuncio pubblicato dall’ex leader del progetto Kubuntu Jonathan Riddell si parla di Plasma 5.8. Nella giornata di ieri c’è stato un primo meeting in cui è stato stabilito che la 5.8 sarà una LTS release, il che significa che verranno garantiti 18 mesi di aggiornamenti. E’ un sacco di tempo che non si sente parlare di una versione LTS per il desktop environment Plasma pertanto questa notizia ci ha quanto meno spiazzato. Come di consueto per una release LTS i devs lavoreranno per garantire soprattutto stabilità e performance.

Plasma 5.8 sarà sicuramente accompagnato dalla KDE software suite ‘Applications 16.08’ la cui versione definitiva è attesa per il 18 Agosto 2016 e verrà implementata anche in Plasma 5.7. Il ciclo di sviluppo di questa versione 5.8 sarà abbastanza lungo, la Beta arriverà due giorni dopo il debutto dell’ultima maintenance release di Plasma 5.7 quindi circa a fine Settembre. La versione definitiva, salvo problemi, è attesa per il 18 Ottobre 2016.

Cliccando qui è possibile consultare tutte le nuove funzioni che verranno introdotte in Plasma 5.8. Una nota importante: il supporto a Wayland dovrebbe essere implementato prima del 18 Ottobre.

kde plasma 5.8

La release schedule

La release schedule di Plasma 5.8 prevede 9 point release: KDE Plasma 5.8.1, arriva il 25 Ottobre, per il 1 Novembre è atteso Plasma 5.8.2. C’è da aspettare fino al 15 Novembre per KDE Plasma 5.8.3 e, oltre un mese dopo, precisamente il 23 Dicembre, arriverà KDE Plasma 5.8.4.

La quinta point release è attesa per il 2017, il 3 Gennaio arriverà infatti Plasma 5.8.5, il 7 MarzoPlasma 5.8.6 seguito a ruota da Plasma 5.8.7 il 6 Giugno. Il 31 Ottobre 2017 arriverà Plasma 5.8.8 e l’ultima point release, Plasma 5.8.9, si farà attendere fino al 24 Aprile 2018. Il supporto è quindi garantito per un anno e mezzo.

  • snizzo

    Kde e garanzie sono 2 cose che difficilmente vanno a braccetto xD

  • Marco Persy

    Plama 5 e LTS? ma se a stento riesce a mantenere la configurazione di due schermi senza sminchiarsi ad ogni riavvio..

    • sbaragnaus

      Plasma 5 è molto diventato molto più stabile nelle ultime versioni. Uso Manjaro Linux.

      • Marco Persy

        no, mancano le cose fondamentali, le notifiche, la gestione dell’audio che dicono sia migliorata ma non lo è affatto, la pesantezza generale, le troppe opzioni messe a caso, un systemsettings ereditato da KDE4 e che rende difficile configurare ogni cosa. troppe cose e performance ridicole coi driver nvidia. ad ogni release lo provo (con il progetto Neon) e ogni volta resto deluso.

        • Maudit

          il progetto neon non è una distro per l’uso quotidiano, è una proposta per utenti enthusiast che vogliono avere subito le novità introdotte in kde.
          L’ultima volta che ho provato neon, venivano installate solo alcune kde applications e in particolare quelle già completamente portate a kde frameworks 5.
          Tuttavia non esiste una linea di demarcazione netta fra kde 4 ed il suo sucessore, se non l’assenza di quest’ultimo. Per questo motivo, dato che non trasmetti la sensazione di essere un enthusiast, dovresti provare Manjaro, oppure se hai voglia si sbatterti un minimo, openSUSE Leap + repo kde rolling.

          Per quanto mi riguarda, non rilevo alcuno dei problemi da te evidenziati, al contrario un’ottima stabilità e discrete prestazioni.
          L’unica cosa che a mio parere non va bene, è che non hanno ancora completato il porting dell’intera suite, e quindi – usando programmi rimasti a KF4 – l’utilizzo può risultare in comportamenti incoerenti rispetto a quanto atteso.

    • laodoco

      Sarà che sono un antipatizzante di GNOME, ma scommetto che la 5.8 sarà la prima versione stabile di Plasma 5.

      • Marco Persy

        credici. intanto tutto l’impianto del dual screen è sminchiato e va riscritto. e sai come loro ti rispondono quando segnali un bug? “devi aggiornare alla versione di sviluppo delle Qt prima di segnalare il bug”. è così dalla 5.0, sono concentrati a supportare Wayland quando il supporto per X è tutt’altro che maturo, sono dei pazzi.

        • laodoco

          Non è una cosa fideistica: nel maggio 2015 era in condizioni pietose, nel nov 2015 era molto migliorato, ora nel giugno 2016 (ver. 5.6.5) è migliorato ulteriormente. Gradualmente si sta avvicinando alla piena usabilità. Non si può condannare alla chiusura un progetto per piccoli bug e per un problema sui dual screen. Inoltre su Debian, CentOS e Slackware non è ancora uscito, si è fermi al 4 saggiamente; e quando uscirà dopo il feb 2017 su Debian stabile sono fiducioso che avremo a che fare con un prodotto utilizzabile. Il 2015-2016 è stato un periodo di test per temerari.

  • Linux

    La fine definitiva di quell’abominio di GNOME ora superato alla grande anche da MATE

    • Marco Persy

      rispetto ai paradigmi standard è di sicuro più esotico, ma dopo che impari quelle 3-4 scorciatoie diventi subito produttivo e non ti devi perdere in mille personalizzazioni di Plasma o Cinnamon. MATE è comunque sempre nel mio cuore

    • Marco Missere

      Abominio lo sarà per te. La mamma non ti ha insegnato che si dice “non mi piace”?

    • laodoco

      GNOME resterà, ma sarà affiancato da KDE e MATE.

    • populista

      Per fortuna esiste Mate,che ha ripreso la giusta direzione abbandonata da quell’aborto di GNOME.

  • rico

    Ho appena scoperto che kde plasma 5.7 non mi esegue i pacchetti .deb
    E ho sentito Ian Murdok rivoltarsi nella tomba.
    So che Neon è una distro essenziale ma… ???

    • laodoco

      Non è neanche una distribuzione completa, è più un ambiente di test delle ultime novità di Plasma. Me ne terrei alla larga.

No more articles