I Chromebook sono portatili eccezionali: leggeri, potenti e soprattutto economici. Sono basati su Chrome OS, sistema operativo progettato da Google e basato su un kernel Linux la cui unica pecca è essere abbastanza limitato/chiuso.

Ecco perchè molti possessori di un Chromebook preferiscono sostituire Chrome OS con una distribuzione GNU/Linux. Ci sono numerose guide in rete su come installare un altro OS in dual boot, noi cerchiamo di spiegarvi come rimpiazzare completamente Chrome OS.

Una distribuzione molto in voga in questo periodo è Solus, abbiamo deciso di utilizzarla per la nostra prova, è stabile, veloce e ricca di tutto cio’ che serve ad un utente normale. Andremo quindi a sostituire Chrome OS con Solus.

chromebook

Solus installato su un Chromebook Acer.

Solus su Chromebook

Prima di iniziare vorremmo informarvi circa alcuni rischi:

  1. seguendo le istruzioni andrete a cancellare completamente Chrome OS dal sistema e quindi anche i vostri dati, è pertanto necessario effettuare un backup;
  2. Ogni volta che vorrete accedere al vostro sistema operativo Linux dovrete usare la combinazione CTRL+L;
  3. E’ assolutamente necessario avere un Chromebook con hardware Intel e non ARM.

Abbiamo testato la guida su un Acer C740. La prima cosa che dovete fare è scaricare la ISO del sistema operativo GNU/Linux che volete installare sul vostro pc e flasharla su una chiavetta USB. Inserite poi la chiavetta nel Chromebook e spegnetelo. Tenete ora premuti contemporaneamente ESC e REFRESH sulla vostra tastiera e successivamente premete il tasto accensione per qualche secondo finchè non compare una schermata di warning. Ora date CTRL+D per entrare in developer mode.

Una volta effettuato l’accesso in dev mode vi verranno chieste le vostre credenziali. Successivamente date CTRL+ALT+T per aprire il terminale in dev mode. Digitate il comando ‘shell’ e poi date Invio.

Se tutto è andato come dovrebbe ora dovete riscrivere il seguente comando:

  • sudo crossystem dev_boot_usb=1 dev_boot_legacy=1

e poi dare invio.

Dopo aver verificato che la vostra chiavetta sia ancora inserita nel portatile, spegnetelo. Accendete nuovamente il notebook e quando vedete comparire la schermata di warning date rapidamente CTRL+L da tastiera per lanciare il boot da chiavetta USB.

Ora non vi resta che installare il sistema operativo come su qualsiasi altro pc. Una volta completata l’installazione spegnete il pc.

Rimuovete la chiavetta USB e accendete nuovamente il Chromebook, utilizzate la combinazione CTRL+L per entrare nel sistema operativo scelto.

E’ tutto! Se non avete capito qualche passaggio non esitate a chiedere nel box dei commenti!

  • Pingback: [GUIDA] Installare una distro Linux su un Chromebook | Aggregatore GNU/Linux e dintorni()

  • alex

    Ancora meglio si può eseguire un ambiente linux e le sue applicazioni direttamente all’interno di ChromeOS, attraverso Crouton. Non serve nessun dual boot e si può usare anche su dispositivi arm per la maggior parte.

    • Funziona qualsiasi distro? Ci sono limiti particolari?

      • alex

        https: //github. com/dnschneid/ crouton

        non mi sembra ci siano particolari limitazioni, a parte i limiti del dispositivo stesso.

        • alex

          http: //mobile.hdblog. it/2014/12/27/crouton-dentro-tab-chrome-os/
          non è recente ma è in italiano.

  • Chris

    questo Solus è imparentato con un certo SolusOS che usavo qualche anno fa? chiedo perché quella era una distribuzione basata su debian che mi piaceva parecchio e purtroppo il suo sviluppatore ha dovuto accantonare il progetto per mancanza di tempo e fondi

    • IlTizioCheNonVuoleRegistrarsi

      Sì, è lo stesso progetto 🙂
      Se ti può essere utile ho “aggiornato” qualche tempo fa la sua pagina Wikipedia aggiungendo il paragrafo “Storia” : http s : / / it . wikipedia . org/ wiki/ SolusOS (ovviamente scrivilo senza spazi il link, io ho dovuto fare così altrimenti il commento entrava in moderazione).

      • Chris

        Vero! oh quanto mi fa piacere rivedere solusos 🙂 al tempo mi aveva piacevolmente sorpreso e la mantenni per diversi mesi installata come sistema operativo principale fino a chiusura del progetto

        • IlTizioCheNonVuoleRegistrarsi

          Felice di esserti stato d’aiuto 🙂

          • alex

            Riprovato e di nuovo mi ha fatto un ottima impressione. 🙂

          • Chris

            l’hai provato in live?

          • alex

            Si, in live su VirtualBox ma alla prima occasione provo ad installarla su un pc e ad usarla per un po’ così posso valutarla meglio.

No more articles