Melody Zou, maintainer di deepin Linux, ha annunciato il rilascio di deepin 15.2, secondo major update della serie stabile del celebre sistema operativo debian-based.

Deepin 15.2 porta avanti lo scopo del progetto di offrire alla comunità un sistema operativo che sia sicuro, stabile, affidabile, ben progettato, bello da vedere e facile da usare da persone di tutti i tipi e di tutte le età e lo fa adottando una nuova interfaccia Launcher che promette di essere più user friendly e smart, a questa interfaccia gli sviluppatori hanno anche affiancato un motore di ricerca più intelligente.

Nell’annuncio ufficiale, Melody Zou afferma quanto segue: “La classificazione è semplice e chiara. Gli utenti possono personalizzare la posizione delle icone in free sorting mode.” Come è lecito aspettarsi, Launcher offre anche diverse altre novità al sistema operativo GNU/Linux, come per esempio un miglior supporto per disinstallare le applicazioni ed una migliore compatibilità con schermi a bassa risoluzione.

deepin 15.2-1

Un’altra componente del sistema che ha ricevuto un update piuttosto consistente è il Control Center, che adesso permette agli utenti di configurare i loro ThinkPad trackpoints, di cancellare le timezone preesistenti dal modulo Data e Ora e di creare delle configurazioni personalizzate per i setup multi-monitor.

A partire da deepin 15.2 l’applicazione Assistenza Remota che permette agli utenti di controllare da remoto i loro computer con deepin Linux installato è stata profondamente integrata nel sistema ed ora è un’app indipendente che adesso permette di invitare anche altre persone a connettersi al proprio PC nel caso aveste bisogno di aiuto in fase di configurazione.

Le ultime novità che vi faccio notare stanno nel fatto che sono state aggiornate le animazioni delle finestre che hanno ottenuto un netto boost alle performance, è stato implementato un menu per le impostazioni delle finestre ed è stata aggiornata la Dock con diverse ottimizzazioni alla feature che permette di nascondere le icone in modo intelligente e di rinominare i file, procedure che adesso dovrebbero risultare più intuitive. Inoltre sono stati sistemati numerosi bug che erano stati segnalati fin dal rilascio di deepin 15.1.

Per maggiori informazioni sulle novità introdotte in deepin 15.2 potete consultare le note di rilascio presenti alla fine dell’annuncio ufficiale che trovate a questo indirizzo. Se volete scaricare l’immagine ISO, disponibile sia a 32 che a 64 bit, potete farlo sempre allo stesso link oppure sulla pagina di download ufficiale che trovate qui.

E voi utilizzate questa celebre derivata di Debian? Come vi ci trovate? Condividete con noi la vostra esperienza!

[Fonte]

No more articles
Per sostenere lo staff nella creazione di nuovi contenuti
Dona in Bitcoin1EerWf67XJXj8JGzGtyRruUavkAMstKxTt