In questa breve recensione esaminerò un dispositivo per raffreddamento notebook di Aukey, modello veramente ben costruito, pratico e silenzioso.

Confezione e accessori

Vi riporto le Specifiche tecniche:
Tensione Nominale: DC 5V
Connettore USB: 2 PZ
Velocità della Ventola: 1100±100RPM
Materiali: HIPS e Maglia Metallica
Lunghezza del Cavo USB: 60cm
Flusso d’Aria: 65 CFM
Dimensione del DC Ventola: 118x118x15mm(3 PZ)
Dimensione del Prodotto: L380xW280xH28mm
Peso Prodotto: 686g
Dimensione del Pacchetto: 400x285x35mm

Contenuto del Pacchetto
1 x Laptop Cooling Pad
1 x Cavo USB
1 x Manuale d’Istruzione

Questo slideshow richiede JavaScript.

Ho iniziato ad utilizzare da qualche anno le basi dotate di ventole per raffreddamento su cui poggiare i notebook. Questa base è dotata di 3 ventole, con un diametro di quasi 12 centimetri ciascuna, retroilluminate per donare un effetto scenografico interessante e capaci di produrre un flusso di aria abbastanza elevato, che garantisce, anche grazie alla superficie metallica della grata di appoggio, una dissipazione termica ottima.

Il supporto è dotato posteriormente di due piedini che permettono di mantenere in posizione inclinata il notebook favorendo una posizione ergonomica al polso durante la digitazione, mentre, sempre posteriormente, troviamo ben 2 porte USB che hanno una duplice funzione: una è necessaria per alimentare le ventole e l’altra, essendo ‘passante’, permette la connessione di altri apparati, come ad esempio il ricevitore per un mouse bluetooth.

Non dovremo pertanto rinunciare ad una preziosa porta USB del nostro laptop. L’accensione delle ventole viene attuata grazie ad un piccolo interruttore rosso, posto di fianco alle porte USB.

Le misure della piattaforma 38 x 28 centimetri consentono la sistemazione di notebook fino a 17 pollici, quelli con display da 15 pollici saranno completamente accolti dalla base, quelli più grandi potrebbero sforare di alcuni cm per lato ma nulla che possa comprometterne l’uso.

La base di appoggio, superiormente in metallo, è anche dotata di alcuni inserti in gomma antiscivolo per permettere una migliore aderenza dei portatili quando viene utilizzata in modalità inclinata. Il portatile una volta posto sulla base non è assolutamente a rischio ‘scivolamento’, il prodotto è ben fatto da questo punto di vista.

Il design è accattivante, le linee sono squadrate, il prodotto non sfigura nè sulla scrivania dell’ufficio ma neanche in una postazione da gamer.

Le prestazioni

Bisogna innanzitutto sottolineare che l’efficacia del dispositivo dipende dal vostro notebook. Se la disposizione delle feritoie non è ideale il prodotto fatica ad aiutare il vostro portatile nella dissipazione dell’aria.

Per testarne l’efficacia ho utilizzato il software Prime 95, che va a stressare tutto il sistema facendo svolgere calcoli alla CPU e impegnando la RAM. Ho fatto proseguire per 5-6 minuti il software con e senza il prodotto di Aukey e in parallelo ho usato un software per rilevare la temperatura dei core con salvataggio delle temperature in un file di log a cadenza di 5 secondi. Il mio notebook è un Lenovo Y50-70 con a bordo una cpu Intel i5 4200H operante a 3.4GHz.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dopo vari cicli di prime 95 ho analizzato i file di log e sono giunto alle seguenti conclusioni: grazie al raffreddamento di Aukey il portatile ha tenuto la temperatura mediamente più bassa di 2-3 gradi, mentre per quanto concerne il picco massimo la differenza è minima: un grado. E’ chiaro pero’ che il parametro da tenere in considerazione è il valore medio della temperatura in un lasso temporale ampio e non il picco, che è abbastanza aleatorio e potrebbe derivare da diversi fattori.

Fondamentalmente un buon risultato, le ventole aggiuntive riescono a calmare i bollenti spiriti del vostro notebook, chiaramente non ci si poteva aspettare molto di più.

Questo slideshow richiede JavaScript.

In conclusione devo complimentarmi con Aukey per questo prodotto che utilizzando materiali di qualità ha prodotto una piattaforma di raffreddamento molto silenziosa, ad un prezzo che si aggira intorno ai 25 euro, per la precisione lo trovate a 23.99€  su Amazon.

  • Andrea

    Non mi è chiaro lo screenshot con le temp. è per caso invertito?

    • Marco Persy

      da quello che ho capito ha acceso il il “coso” quando la CPU era sotto sforzo massimo e nonostante ciò la temperatura di picco non è cambiata

      • Andrea

        bo, i due screenshot mostrano il coso spento 50-50°c e il coso acceso 81-82°c

        • Matteo Gatti

          no ragazzi le screen non sono invertite, state facendo confusione: dallo screen si possono dedurre solo le temperature MASSIME raggiunte.

          quei 50 gradi sono temperature “live” cioè nel momento in cui ho scattato la screen, ovvero dopo aver spento prime 95. semplicemente vedete 50 gradi in un caso e 82 nell’altro perchè quando ho fatto il test senza la base per raffreddamento ho fatto lo screen con prime 95 ancora acceso e quindi le temperature al momento della screen erano più elevate ( come si evince anche dal LOAD % al momento in cui ho scattato la foto)

          Le temperature medie non sono visibili dallo screen ma le ho analizzate io su excel estrapolandole dai file di log

          per capire vi basta scaricare 5 secondi realtemp

        • Marco Persy

          il coso acceso ma sotto sforzo CPU. credo, ormai non ne sono più sicuro 😀

  • alex

    OT: non sarebbe possibile sistemare la gestione degli “ultimi commenti”? sarebbe bello poter cliccare e raggiungere esattamente il commento invece dell’articolo (come faceva una volta), poterne vedere di più e almeno non dover scrollare mezzo articolo prima che scrollino anche loro per arrivarci… grazie

  • questa base, spinge aria verso il notebook oppure la butta verso la scrivania?

    • Andrea

      da quanto letto penso aiuti ad estrarre l’aria calda dal laptop (dissipare) quindi aspira dalla base e soffia sul tavolo; insomma mentre raffreddi il laptop spolveri i mobili…
      “Se la disposizione delle feritoie non è ideale il prodotto fatica ad aiutare il vostro portatile nella dissipazione dell’aria.”

No more articles