In questo articolo verrà mostrato come installare Steam su Ubuntu 16.04 Xenial Xerus.
Esistono due modi: quello più raccomandato e quello meno raccomandato.

E’ d’obbligo però fare un paio di assunzioni:
1) Si deve già avere Ubuntu 16.04 (Unity) e 2) si deve possedere un dispositivo capace di supportare Steam (Steam for Linux system requirements).

Installare steam: primo metodo (facile e raccomandato)

Steam può essere installato su Ubuntu 16.04 Xenial Xerus dall’Ubuntu Software center oppure tramite il comando apt:

Se si riscontra l’errore di ‘package not found’, basta abilitare la multiverse repository per risolvere il problema.

  1. Aprire ‘Software & Updates’
  2. Andare nella finestra di ‘Ubuntu Software’
  3. Spuntare la casella a fianco di ‘Ubuntu Software Restricted by Copyright (Multiverse)
  4. Chiudere

Verrà chiesto di aggiornare l’indice di pacchetto.

Una volta completato, si può installare Steam cercandolo nell’Ubuntu Software center. Alternativamente, si può cliccare il link sottostante per iniziare l’installazione:

Comando apt per Steam su Ubuntu

Se invece si preferisce utilizzare la linea di comando, basta digitare i seguenti comandi:

sudo add-apt-repository multiverse

sudo apt update && sudo apt install steam

Andate avanti nell’articolo fino alla sezione “Passi successivi” per continuare.

Secondo metodo (difficile e NON raccomandato)

Se si vuole utilizzare il pacchetto di installazione fornito dal sito di Steam, questo è la procedura.

Per prima cosa, ovviamente, bisogna scaricare il pacchetto di installazione dal sito ufficiale cliccando sul link sottostante.

Download Steam per Ubuntu (.deb)

Andare nella cartella Downloads e cliccare due volte su file .deb per iniziare l’installazione.

Se si ha una versione a 64-bit di Ubuntu è consigliabile installare l’applicazione usando linea di comando per assicurare che non vi siano problemi di dipendenza.

Per farlo, aprite una nuova finestra di Terminale ed eseguire i seguenti comandi (assumendo che il pacchetto sia ancora nella cartella Downloads):

cd ~/Downloads

sudo dpkg -i steam-lastest.deb

Passi successivi

Il passo successivo è aprire il setup di Steam. Il launcher si dovrebbe trovare proprio sul desktop (o nella Unity Dash).

Per prima cosa verrà chiesto di accettare alcuni Termini e Condizioni. Dovrete spuntare la casella in basso e cliccare per procedere.Steam_inst_1

Se siete su una versione a 64-bit, si aprirà una nuova finestra di Terminale chiedendo i permessi per installare un paio di pacchetti multiarch con ulteriori dipendenze da installare per il corretto funzionamento.Steam_inst_2Nel caso in cui fermiate l’installazione delle dipendenza, verrà mostrata questa finestra di dialogo:Steam_inst_3

Steam fornirà in seguito ulteriori aggiornamenti dai propri server, chiederà infatti di aggiungere la repo di Steam per i futuri updates.Steam_inst_4

Troubleshooting (risoluzione di problemi)

Nel caso Steam fallisse il caricamento, potete dare un’occhiata sull’Arch wiki (funzionante anche per Ubuntu).
Specificatamente:

LD_PRELOAD='/usr/$LIB/libstdc++.so.6 /usr/$LIB/libgcc_s.so.1 /usr/$LIB/libxcb.so.1 /usr/$LIB/libgpg-error.so' steam

Per questa brevissima e semplice guida è tutto!

[fonte]

  • Marco Persy

    quando si usano le guide Arch per far funzionare Ubuntu, capisci che la distro più famosa del mondo sta subendo un lento ed inesorabile declino..

    • Aury88

      wow…una stringa per risolvere uno specifico errore dell’installazione di uno specifico programma a causa dei runtime vecchi di quel programma (che solitamente è un problema del programma) diventa una guida arch per far funzionare ubuntu…xD

      peccato ci fosse già una risposta su askubuntu (error-in-installing-steam-on-ubuntu-15-04) del luglio 2015 ed editata nella sua attuale versione il febbraio 2016 da cui si è fatto copia
      incolla per il wiki arch, datato solo a marzo 2016, e peccato che anche se non ci fosse quella risposta la “guida arch per far funzionare ubuntu” sia in realtà il fix suggerito nel bugreport sul progetto ValveSoftware/steam-runtime in github (#13) per far girare il client steam su ubuntu (14.04).

      noto che, ancora una volta, non si è persa occasione di trovare e annunciare avvisaglie/prove di questa fantomatica lenta ed inesorabile decadenza di ubuntu…attività, spesso portata avanti unicamente da alcuni che si firmano “un arciere”, che si ripete ad ogni possibile cosa/evento riguardante anche indirettamente ubuntu, da quando è uscito unity…una volta si giocava sul campo dei numeri per dimostrare questo (e che numeri!…quelli delle ricerche di distrowatch)…siamo arrivati a quale wiki viene usato per trovare la documentazione…xD

      • Danilo Mancino

        Lasciando da parte la preferenze di ciascuno, il wiki di arch è uno dei più validi ed estesi. Non dividiamoci su tutto che già siamo pochi.

        • Aury88

          a chi sta rispondendo? non ho detto nulla sulla correttezza e quindi sulla validità del wiki di arch…e sarà probabilmente anche uno dei più estesi e non mi sembra di aver scritto nulla che obiettasse a questo…sul fatto che siamo in pochi è vero…il non dividerci è cosa buona e giusta ma mi sembra debba essere una volontà portata avanti da entrambe le parti e fino a prova contraria non sono stato io a dare ad arch della distro in lento ed inesorabile declino solo perchè la sua wiki ha una pagina copia incollata da askubuntu.
          quindi per carità apprezzo assolutamente tutto quello che ha detto, ma ha sbagliato interlocutore visto che da parte mia non c’è assolutamente la volontà di dividere alcunchè o fare assurde gare a chi ce l’ha più grande (il marketshare).
          qui non si tratta di preferenza, che non ho assolutamente tirato in ballo, si parla di dati di fatto: 1) quel wiki non serve a” far funzionare ubuntu”
          2) quel wiki è solo uno e non il primo a presentare la soluzione al problema
          3)quel wiki è realizzato su una risposta di askubuntu o su una risposta nell’issue 13 del progetto dello steam client su github sempre riferito ad un bugreport per ubuntu
          4) quel wiki non dimostra alcunchè, tanto meno non dimostra il “lento ed inesorabile declino di ubuntu”
          5) il lento ed inesorabile declino di ubuntu si preannuncia da quando è uscito unity di default e ubuntu è ancora li che che ne dicano alcuni commentatori che
          6) spesso si firmano con la sigla “un arciere”
          cosa le sembra dividere la comunità o non corretta della mia risposta?

          • Danilo Mancino

            Tutto corretto quanto ha detto, semplicemente la risposta dell’altro utente mi sembrava più una battuta, tutto qui, non bisogna prendersela per queste cose

          • Simone

            Dai, lo sai che gli arecieri sono gli hipsters di Linux, devono per forza attaccare le altre distro, specie Ubuntu, per ragioni che nemmeno loro conoscono (anche se spesso pensano di sì). E lo dice un arciere, ma che usa anche Ubuntu.

      • ange98

        La stringa sulla wiki di Arch è stata inserita in seguito ad alcune lamentele circa questo problema su altri canali di Arch (forum e bugtracker mi pare). Non tutto gira intorno a Ubuntu, inoltre anche se venisse attaccata impara a fregartene un po’.

    • El Ninho

      Io invece ho capito che ubuntu e in declino perché mi si è rotto lo scaldino del bagno, XD

  • Non voglio fare il solito rompiscatole ma nell’articolo ci sono alcuni errori.
    Tipo: “E’ d’obbligo però fare un paio di assunzioni”… beh, se proprio ci si sente obbligati ad assumere personale per LFFL fate un pò voi… Forse s’intendeva altro, anche se comprendo che il termine “assumere” meglio non usarlo in questi contesti ma usare vocaboli più consoni e più comprensibili.

    Nei seguenti due punti magari metterli in elenco anziché in una sola frase era più sistemato ma c’è dell’altro:

    “1) Si deve già avere Ubuntu 16.04 (Unity)”… non è vero perché Steam funziona anche sulle derivate e su altre distribuzioni, quindi non è d’obbligo che si debba già avere installata l’ultima versione di Ubuntu.

    “2) Si deve possiedere un dispositivo capace di supportare Steam (Steam for Linux system requirements)”…. non ho capito, ma non dovrebbe essere scontato che stiamo parlando di una macchina con requisiti tecnici hardware adeguati? Inoltre “possiedere” non è grammaticalmente corretto, invece il termine giusto è “possedere” in questo caso. Magari occorre fare ulteriori controlli prima di pubblicare gli articoli. Grazie per l’attenzione.

    • Marco Persy

      è la semplice traduzione dell’articolo originale su OMGUbuntu!: “modo 1” “Troubleshooting”.. non mi stupisce mai lffl per la qualità dei suoi articoli

      • Ah, beh… oltretutto basta solo andare sul sito di Steam e scaricarselo. Punto.

        Non è che c’è da fare un articolo intero.

  • zio Sbill

    OT
    cercate
    Windows 10, non autorizza l’aggiornamento: Microsoft la risarcisce con diecimila dollari (fatto quotidiano)

    • Simone

      Io ho condiviso [uno status a caso] su FB e Zuckenoso mi ha mandato un assegno di 20k$ 🙂

No more articles