VideloLAN, il cui nome dovrebbe esservi piuttosto noto, ha rilasciato un nuovo aggiornamento di manutenzione per la serie stabile del suo famosissimo media-player VLC (che ricordiamo essere anche open-source e cross-platform) che raggiunge così il numero di versione 2.2.3.

Con questo aggiornamento vengono introdotti in VLC un totale di quindici bugfix che coprono diverse aree del software ed includono il demuxing, il decoding, l’uscita video, le skin, il port in Qt ed anche dei fix riguardanti Windows ed OS X.

Volendo dare un’occhiata più da vicino è sicuramente degno di nota il fatto che questa nuova versione va a sistemare il problema di regressione con il formato Windows Media Video (WMV), inoltre è stato migliorato il supporto ai tag MKV (Matroska), sistemato un potenziale loop infinito che poteva manifestarsi coi suddetti tag ed anche il possibile stack overflow per gli HTTP Live Streaming (HLS), dei quali dovrebbe essere stata sistemata anche la selezione di qualità. Fra gli altri cambiamenti è giusto segnalare che il decoding hardware adesso funziona con la libreria libvdpau-va-gl e che la libreria libass viene ora utilizzata senza il dialogo di caching.

VLC -1

Facciamo anche presente che svariati crash causati dalla libreria libvpx sono stati sistemati e pare che le linee verdi che apparivano sull’output Direct3D siano definitivamente state eliminate. In ultimo segnaliamo che adesso è possibile massimizzare la finestra principale di VLC in un contesto multi-schermo e che la funzione di ripresa per il port Qt del software funziona nuovamente.

La lista dei cambiamenti è decisamente più folta di quanto vi abbiamo illustrato qui, nel caso in cui foste curiosi di avere maggiori dettagli potete consultare il changelog completo che trovate qui, mentre potete scaricare la nuova versione del programma a questo indirizzo e, nel caso in cui voleste dare un’occhiata al codice, trovate i sorgenti qui.

E voi utilizzate VLC come vostro media player o preferite altri programmi? Aspettavate questa nuova versione? Condividete con noi le vostre idee!

[Fonte]

  • Aster

    pero non hanno ancora risolto Signature by key 8F0845FE77B16294429A79346BCA5E4DB84288D9 uses weak digest algorithm (SHA1)

  • rico

    Sto riscoprendo VLC perchè è incluso nella distro Ubuntu MATE 16.04.
    Ottimo lettore, ma non ho mai capito perchè ha il simbolo del “cono” stradale.

    • Giorgio Ghisotti

      Il cono é un’ereditá degli sviluppatori originali, degli studenti dell’École centrale di Parigi (almeno secondo wikipedia) e si riferisce a una loro raccolta di coni stradali

    • Aster

      Ottima scelta mate 16.04:)

  • Andrea

    “E voi utilizzate VLC” cavoli certo che si. Il migliore per quanto mi riguarda per la riproduzione video, per quella audio secondo me ci sono anche altre valide alternative.

  • Ilgard

    Il problema maggiore di VLC è, imho, il fatto che sia tremendamente brutto a vedersi (ed ho sempre avuto problemi con le skin).
    Per il resto mi ha sempre funzionato alla grande.

    • il team di vlc dovrebbe lavorare all’interfaccia per crearne una moderna, da quando è nato ad oggi hanno praticamente cambiato solo lo stile grafico della barra del volume xD e anche quello è così ormai da parecchi anni.

  • Andrea

    OT: chiedo qui perchè so che c’è tanta gente brava e volenterosa nell’aiutare il prossimo. Che differenza c’è (se esiste) nei moduli ssd di tipo M.2 che hanno il connettore con un’aletta larga e una piccolina da quelli che hanno un’aletta larga centrale e le due laterali piccoline? Parlo del connettore che va inserito nella presa M.2 del pc/notebook. Per eventualmente sapere che tipo posso montare c’è qualche metodo, escludendo quallo visivo di dover smontare a priori il notebook e guardare?
    Grazie tante.

    • alex

      Non è che uno è sata e l’altro m.2?
      comunque la cosa migliore è vedere le specifiche tecniche, di solito lo scrivono. O fare una ricerca col modello esatto.

      • Andrea

        No, sono entrambe M.2 cercando su internet si trovano modelli M.2 con tutti e due i tipi di connessione con formato medesimo 80×22 mm

        • alex

          Scusa, mi ero perso una “m”… intendevo msata (quello in due parti, quindi una larga e una piccola). L’m.2 l’ho sempre visto fatto in tre parti. Se così fosse l’msata dovrebbe essere andato a sparire, credo non si usi più sui nuovi dispositivi, ma se il tuo ha qualche anno facile che lo usi.

  • Proxima8

    Eppure sono in molti a sconsigliare il VLC per vedere i H.264, di solito consigliano il CCCP su windows o mpv e derivati su GNU/Linux.

    • Maddo

      E fanno bene. VLC non è malissimo ma è lento a supportare vari formati e ancora oggi nonostante siano passati anni dall’introduzione di Hi10P, ancora ha problemi di seek in caso di impostazioni particolari di x264(e.g il lossless è ancora inseekabile, open-gop ancora non funziona in seek), e ci ha messo la bellezza di un anno e mezzo per supportare opus in mkv(sì, supporta da sempre gli mkv, supporta da un pezzo opus, ma opus DENTRO un mkv è stato supportato solo l’anno scorso). mpv nasce come fork per mettere la parola fine al drama della scissione mplayer/mplayer2 con bug univoci e feature esclusive l’una dell’altra. Molti tra i main dev di CCCP contribuiscono attivamente ad mpv e addirittura si parlava di usarlo come main player al posto di mpc-hc(che ha i suoi problemi).

    • Aster

      Io ho sempre avuto problemi con mkv e 2k su windows uso mpc home cinema mentre su linux mplayer

    • SalvaJu29ro

      Non ho mai avuto problemi a vedere i h264 onestamente

  • Massimiliano Ceretti

    su 16.04 mi da diversiproblemi, afine riproduzioneblocca il sistema,spero che questa versione 2.2.3 risolva ma ho provato ad aggiornare e sono sempre alla 2.2.2.5

  • Vans

    A quando il supporto a chromecast?

  • Alessandro Giannini

    Obiettivamente, l’interfaccia standard di Vlc avebbe bisogno di una revisione, ma sul programma in sé non ho obiezioni 🙂

No more articles