Lo sviluppatore di openSUSE Ludwig Nussel ha annunciato durante la giornata del 24 Maggio che la prima versione Alpha di openSUSE Leap 42.2 è pronta per essere testata pubblicamente.

Nell’annuncio ufficiale (che trovate per intero qui) lo stesso Nussel mette però in guardia gli utenti con queste parole: “Prima di cantar vittoria, vi prego di notare che l’obiettivo per la Alpha1 era per la maggior parte quello di preparare il setup ed i tools per la 42.2. Quindi come ho già specificato nel mio ultimo aggiornamento di stato, in questo momento 42.2 non è altro che 42.1 con alcuni update. Ma ci sono comunque due eccezioni.”

Tali eccezioni riguardano la versione del kernel Linux, che adesso è la stessa di SUSE Linux Enterprise 12 Service Pack 2 Beta 1, cioè la 4.4 LTS e l’aggiornato Qt 5.6 Tookit, il quale ad onor del vero era già approdato in openSUSE Tumbleweed qualche giorno fa. Oltre a questi cambiamenti principali, come già anticipato, sono stati introdotti molti aggiornamenti e patch di sicurezza.

openSUSE Leap 42.2-1

Il ciclo di sviluppo di openSUSE Leap 42.2, che pare rappresenterà un major update per per tutti coloro i quali utilizzano la versione 42.1 sul loro computer, continuerà con una seconda build Alpha, che dovrebbe diventare disponibile per il pubblico poco prima della openSUSE Conference 2016 che si terrà fra le date del 22 e del 26 Giugno a Norimberga, in Germania.

E’ prevista poi una terza versione Alpha che dovrebbe arrivare durante il mese di Luglio ed il cui rilascio sarà seguito, un mese dopo, da quello della prima versione Beta. Infine dovremmo vedere una seconda Beta a Settembre e due Release Candidate durante Ottobre che dovrebbero portarci all’arrivo della versione definitiva di openSUSE Leap 42.2 durante la prima settimana di Novembre.

Durante tutto questo ciclo, gli sviluppatori prevedono di integrare oltre 700 pacchetti aggiornati dalla release di SUSE Linux Enterprise 12 Service Pack 2. Nel frattempo, se avete intenzione di testare openSUSE Leap 42.2 Alpha1 potete scaricarne l’immagine ISO a questo indirizzo e, da buoni membri della community, potete aiutare nello sviluppo del sistema operativo segnalando i bug che incontrate durante il vostro test.

[Fonte]

No more articles