Rilasciata di recente la nuova versione di QCAD, che passa dalla 3.14.3 alla nuova 3.15.0. Il CAD 2D multi-piattaforma della Ribbonsoft si aggiorna e implementa nuove features che andremo ad elencare più avanti nell’articolo.

Vi ricordiamo che QCAD è un software multi-piattaforma ed è disponibile in tre varianti, ovvero nella versione PRO (quella a pagamento), nella versione base gratuita e nella versione community come software Open Source.

QCAD 3.15.0

Le principali novità di QCAD 3.15.0 rispetto alla versione precedente la 3.14.3 sono:
⦁ Migliorie nel calcolo dell’area delle poligonali;
⦁ Aggiunto un nuovo strumento di informazioni per la misurazione delle poligonali in Info > Polyline Area;
⦁ Integrata la calcolatrice alla linea di comando;
⦁ Distinzione visiva dei punti di riferimento secondari;
⦁ Consentire alle entità sui layer bloccati di essere scelti come una limitazione dell’entità per il taglio, base per parallels, ecc;
⦁ Aggiunti i modelli DIN6771-1, DIN7200;
⦁ Impedire la cancellazione dei layer bloccati;

Nelle preferenze:
⦁ Aggiunta la preferenza per usare a piena risoluzione (retina) la visualizzazione grafica da “Modifica> Preferenze applicazione> Visualizzazione Grafica> Aspetto> Utilizzare piena risoluzione per il display Retina”;
⦁ Aggiunta la preferenza per il numero massimo di punti di riferimento visualizzati da “Modifica> Preferenze applicazione> Visualizzazione Grafica> Aspetto> Numero massimo di punti di riferimento visualizzati;”;
⦁ Aggiunta la preferenza per il colore del punto di riferimento secondario da “Modifica> Preferenze applicazione> Visualizzazione Grafica> Colori> Selezione> punti di riferimento secondario”;

Per il solo QCAD Professional:
⦁ Da Disegna> Polilinea> Inserisci nodo, aggiunta la possibilità di aggiungere un nuovo nodo al segmento;
⦁ Alla “Linea di comando” aggiunto dwg2dwg, strumento che permette la conversione tra diverse versioni di DXF e DWG;

Menù contestuale:
⦁ Aggiunto “Cambia tipo di segmento” per le polilinee;
⦁ Aggiunto “Inserisci nodo” per le polilinee;
⦁ Aggiunto “Auto estensione Polyline” sempre per le polilinee;
⦁ Aggiunto “Auto Crea Polyline” per le linee e gli archi;
⦁ Aggiunta preferenza per mostrare le operazioni di show / hide;

Per poter visualizzare tutti i cambiamenti di questa (e delle altre versioni) o i problemi riscontrati e risolti, vi rimandiamo alla pagina qcad – changelog.

Come accade da un po’ di anni, non troveremo la versione gratuita e la versione pro come download separati. Infatti ad ogni sessione avviata si avranno come addon le features della versione pro, per la sola durata di 15 minuti, tempo oltre il quale il software si riassetta sulla versione community, disabilitando gli addon pro.

Per poter usufruire delle features della versione pro, bisognerà riavviare il software. Per poter utilizzare il QCAD 3.15.0 in versione community, bisognerà disinstallare tutti i componenti aggiuntivi della versione pro, cliccando su “rimuovi” accanto al componente aggiuntivo selezionato a destra nella finestra di prova. Gli addon di cui stiamo parlando consentono il supporto per DWGPRO TOOLS e CAM.

Il codice sorgente di QCAD è rilasciato sotto i termini della (GPL v3) GNU General Public Licenseversione 3.

Per ulteriori informazioni e per il download vi rimandiamo al sito della Ribbonsoft.

[Fonte]

No more articles