Linux eccelle nei sistemi embedded, nei server e ovunque ci sia bisogno di operazione efficiente e affidabile. Nel lato desktop, però, a volte soffre la mancanza di buon software dedicato alle funzioni che un utente si aspetta dal proprio pc personale. Una di queste categorie sono i photo manager, che molti usano regolarmente per gestire i propri ricordi ma che scarseggiano su Linux.

Oggi vi parleremo di cinque ottimi software che svolgono proprio questo compito e che sono compatibili con la maggior parte dei sistemi operativi GNU/Linux.

KPhotoAlbum

photo manager

KPhotoAlbum, un photo manager del progetto KDE, offre ottime opzioni di categorizzazione basate anche sulla data. Si possono suddividere le foto per persone, posti, eventi etc. In basso nella finestra troviamo la linea temporale utilizzabile per la navigazione in ordine di data.

Il programma include varie funzioni di organizzazione e anche editing, tra cui:

  • Opzioni di organizzazione avanzate
  • Ampie possibilità di esportazione che includono la maggior parte delle piattaforme di photo sharing
  • Operazioni in batch (ovvero su più foto)

Purtroppo, molte di queste caratteristiche devono essere impostate manualmente dall’utente. Se questo non vi spaventa e usate KDE Plasma, KPhotoAlbum potrebbe fare per voi.

gThumb

gthumb

gThumb è un photo manager leggero sviluppato per il desktop environment GNOME. Copre tutte le funzionalità base di photo management e anche qualche opzione di photo editing. In particolare, gThumb supporta le seguenti funzioni:

  • Visualizzatore di immagini
  • Image browser
  • Organizzatore di imagini
  • Editor di immagini (basico)

e altro – la lista completa è disponibile qui. Decisamente da provare se usate GNOME o altri desktop GTK.

Darktable

darktable

Darktable è più un editor fotografico che un organizzatore. Questo non significa che non svolga bene anche quest’ultimo compito. Darktable presenta un’interfaccia grafica invariante indipendentemente dal desktop environment e supporta molte funzioni tra cui:

  • Organizzazione di foto basilare
  • Photo editing avanzato
  • Supporto per l’esportazione in Picasa e Flickr

Darktable si presta a chi cerca una soluzione unica per organizzare e ritoccare le proprie foto.

Shotwell

shotwell

Shotwell è un’altro photo manager per GNOME, meno completo di gThumb ma che fa il suo mestiere. Può svolgere una buona quantità di compiti senza problemi, come ad esempio:

  • Importare foto da una macchina fotografica
  • Organizzazare le foto in base a Eventi, Tag e Cartelle
  • Editing di base e conversione in vari formati
  • Supporta l’upload a vari servizi web

Adatto a chi cerca qualcosa di semplice e non ha bisogno di funzionalità particolarmente avanzate.

digiKam

digikam

digiKam, come KPhotoAlbum, è sviluppato con in mente il KDE Plasma, ma funziona tranquillamente anche su altri desktop environment (una volta scaricate le dipendenze Qt). Contiene molte funzioni e offre un’interfaccia comoda. Le possibilità sono davvero tante, dato che il programma può:

  • Organizzare una raccolta di foto
  • Importare foto da macchine fotografiche, dispositivi usb e persino album web
  • Esportare foto su varie piattaforme e in vari formati
  • Modificare le foto con un editor piuttosto avanzato.

Per questo, digiKam è sicuramente un’ottima scelta per chiunque.

Speriamo che questa lista vi sia stata utile, fateci sapere se usate o userete uno di questi programmi.

[Fonte]

  • loki

    ho rinunciato tempo fa ad affidarmi a qualunque software per organizzare le mie foto, ero stufo di affidare la catalogazione a software non portabile o che rompeva il database se usato da versioni differenti. per ora tengo tutto in un albero di directory ben ordinato senza tag e altre cose che purtroppo sarebbero comode, però almeno ho finito di rodermi il fegato

    • Ho sempre usato shotwell.

      Sono però pienamente d’accordo sul’utilizzo di questi software; non è sempre garantita la portabilità e la compatibilità con le versioni precedenti.

    • Marco Moraschi

      Un parametro importante che in questo tipo di liste difficilmente si considera è appunto la “robustezza temporale” del lavoro svolto.
      Kde fino a un anno fa per esempio era il peggio del peggio, le tag di kphotoalbum non erano compatibili con quelle di digikam e ho detto tutto.
      Shotwell è carino e veloce, scrive i dati nelle foto, ma la gestione degli eventi è isolata ad un pc (per esempio faccio la catalogazione sul portatile perchè è più comodo ma non riesco a esportarla sul fisso per la conservazione) si aggiunga che non gestisce la creazione degli album (che invece è fatta bella facile da gthumb con un file xml facilmente utilizzabile su più macchine)
      Il vincitore sarebbe digikam, ma ha talmente tante possibilità che necessita di un progetto molto ben chiaro sul tipo di catalogazione che si intende fare soprattutto in fase di importazione da cellulari e macchine fotografiche che abbiano scattato lo stesso evento. Se si ha tempo però è senza rivali.

  • rico

    Non lo uso come organizzatore, ma per l’editing (ritocco, ritaglio, ridimensionamento, ecc. ecc.) uso sempre l’ottimo e semplice Fotoxx, l’ultima versione disponibile su kornelix .net

    • Drumsal

      Semplice ma efficace per i jpeg. Se non sbaglio però coi raw non lavora

  • Ktrl+S

    Qualcuno ha mai usato RawTherapee? Non credo che abbia funzioni di catalogazione, ma da quel che ho capito è un ottimo strumento per il fotoritocco

    • Aster

      dicono che darktable e più completto

    • Sim One

      Usato sia RawTherapee che Darktable per la lavorazione di foto formato RAW, non JPEG ovviamente.
      RawTherapee è più semplice e immediato, ma con molte meno funzioni. L’efficacia è un po’ superficiale ma il suo lavoro lo fa discretamente bene.
      Darktable è più completo e pure troppo. L’interfaccia è incasinata e non segue un workflow da camera oscura, le funzioni sono un po’ da ricercare e non è sempre facile. Ci sono innumerevoli controlli per ogni regolazione e, ti assicuro, sono funzioni per lo più inutili che creano confusione.
      Sinceramente l’ho abbandonato e sono tornato a Lightroom che è e rimane il numero uno per questi lavori.
      Darktable è volutamente troppo sofisticato ma deteriora la qualità del lavoro creando complicazioni inutili. Bocciato.
      RawTherapee invece lo tengo d’occhio perché, anche se lentamente, migliora.
      Adesso mi sembra sia fermo da un po’, ma potrei sbagliarmi.

      • Giangi

        Provato photoflow?

        • Ktrl+S

          no, non lo conoscevo. Gli darò un’occhiata, grazie!

        • Sim One

          No, ma grazie! Ho appena visto il sito. Ora lo provo!

      • Ktrl+S

        Grazie mille della dritta. E di Lightzone che mi dici? L’hai visto?
        Ho letto il manuale e mi sembrava un bell’oggetto e con un approccio molto diverso dagli altri

        • Sim One

          Lightzone l’ho usato agli inizi. Sinceramente è da un po’ che non ne seguo lo sviluppo. Dagli screenshot vedo che è cambiato moltissimo. Non ho memoria per dirti com’è o com’era… mi dispiace. Anche questo è un prodotto da provare.
          Purtroppo nella fotografia, Adobe la fa da padrona ancora.
          Speriamo che le cose cambino.

No more articles