Mentre Linux Mint 18 è ancora sotto intenso sviluppo Clement Lefebvre e il suo team di sviluppatori hanno annunciato un nuovo aggiornamento per il desktop environment Cinnamon 3.0 giunto ora alla versione 3.0.4.

Cinnamon 3.0.4 è ora l’ultima versione del famoso DE open source che verrà utilizzato di default nella prossima versione del sistema operativo Linux Mint 18 “Sarah” Cinnamon Edition.

desktop environment cinnamon

Il mese di Maggio è stato molto intenso per i developer, un continuo susseguirsi di aggiornamenti, in totale ben 3 maintenance release sono state rilasciate. Sono stati migliorati e sistemati diversi bug riportati dagli utenti dal giorno del rilascio di Cinnamon 3.0. Cinnamon 3.0.4 prosegue sulla scia dei predecessori, è stato aggiornato l’overlay scrollbar toggle che ora puo’ essere visualizzato correttamente su sistemi che adottano GTK+ 3.16 o GUI più recenti. E’ stata aggiornata anche l’utility per l’audio. L’applet Menu ha ricevuto un importante fix per un noto problema legato al drag & drop dei file nel relativo placeholder che non avveniva correttamente .

Cinnamon 3.0.4 è già da ora disponibile e l’aggiornamento è sicuramente consigliato, potete trovarlo sui repository non ufficiali di Ubuntu 16.04 LTS (Xenial Xerus), Arch Linux, e, chiaramente, su Linux Mint. Per maggiori informazioni potete consultare il changelog caricato come di consueto dallo stesso Lefebvre su GitHub.

  • a me ha deluso troppo il rilascio di cinnamon 3… nessuna vera novità sostanziale da giustificare una major release

    • vito rizzi

      considerando la mole di sviluppatori che c’è dietro (non arrivano neanche a 10), direi che è anche tanto quello che fanno.
      Prendi canonical, è da 3-4anni che non aggiunge nulla di nuovo al suo os.

    • holmannus

      Meglio GNOME originale anche se serve tanta pazienza per adattarsi.

      • il problema di gnome è che oggi funziona tutto, tra 6 mesi (tempo di rilascio di un nuovo update), non sai se i temi continueranno a funzionare bene, non sai se eventuali estensioni continueranno a funzionare, ecc…
        gnome mi sa molto bello come DE.
        se introducessero in gnome shell un pannello che tiene anche il numero delle notifiche (come ad esempio il numero di notifiche di telegram) come fa unity e se introducessero la HUD di unity anche in gnome shell, sarebbe il DE definitivo per me

        • Giangi

          Il problema di gnome e’ che se lo installi per come e’ stato concepito, diventa un mattone enorme. Avere gnome-photo, video, gnome-music, gnome-documents installati, porta a un carico sulla cpu costante, con picchi molto elevati, pero’ sono indispensabili per poter effettuare ricerche piu’ complesse, ad esempio trovare un pdf attraverso il testo, mettici poi tracker che gira, calendar e evolution-server e ciao. Le stesse funzionalita’ con unity non comportano alcun carico eccessivo, soprattutto per i pdf, grazie all’integrazione con recoll, e a livello di personalizzazione delle ricerche e’ anni luce avanti, poi che esteticamente unity non sia gradevole come gnome shell, si compensa con la totale rottura del 90% dei temi ad ogni nuova versione.

          • tracker è molto pesante è vero, però una volta che ha fatto il suo lavoro iniziale poi non ti accorgi neanche più di averlo, però effettivamente appena installato gnome shell e tracker inizia a lavorare, il pc diventa molto lento e la cpu schizza al massimo, ma basta lasciare il pc acceso inattivo per un po dandogli il tempo di indicizzare tutto e a quel punto non hai più problemi con tracker

          • Giangi

            Ok, se hai installato il solo tracker e’ vero, ma prova ad avere gnome-documents installato, con attiva la ricerca su gnome documents, ogni volta che vai su attivita’ a ti metti a cercare qualcosa, parte il processo di gnome-documents, che lavora come un matto per cercare la parola che stai scrivendo tra il testo dei vari pdf e documenti vari che hai sul pc e se ne hai molti la cpu ti schizza al massimo, idem per le foto, i video e la musica.

          • Giangi

            Il mio pensiero e’ che se concepisci un desktop incentrato su attivita’,
            l’idea dovrebbe essere quella che da li dovresti poter trovare tutto
            cio’ che vuoi
            e questo su unity funziona bene ed e’ personalizzabile, permettendoti,
            se vuoi, di effettuare ricerche anche su internet e avere direttamente i
            risultati su desktop. Su gnome-shell cosa succede: se non installi
            tracker la ricerca viene effettuata solo sulle applicazioni e a questo
            punto mi basta il menu di xfce, se installo tracker oltre alle
            applicazioni posso trovare anche i file sparsi per la cartella home, ok
            ma allora mi basta aprire nautilus, inizio a scrivere e mi trova i file
            anche senza aver installato tracker, risparmiando in ram e cpu. A questo punto se voglio effettuare
            ricerche piu’ complesse come documenti per contenuto, o foto per dati
            specifici, ecc… devo installare i vari programmini
            photo, documents, video, music, che tra le altre cose sono solo dei
            rapidi visualizzatori di contenuti, quindi alla fine della fiera servono
            solo per integrare le ricerche in attivita’, perche’ uno normalmente
            usa programmi piu’ completi per gestire tutti questi contenuti. Morale
            mi trovo un desktop pesantissimo che pesa molto sulla cpu, per
            effettuare delle ricerche che non mi sembrano cosi’ eccessive. A questo
            punto posso aggiungere alla ricerca eventi a calendario, contatti, meteo
            e poco altro ed ho ulteriormente appesantito il tutto senza ancora
            poter effettuare ricerche su internet. Gnome-shell e’ bello, perche’ e’
            bello, ma unity a mio modo di vedere e’ piu’ funzionale, poi sono
            opinioni dettate dalle proprie esperienze/esigenze.

          • Giangi

            Dimenticavo che tra i vari difetti, secondo me, c’e’ anche il fatto che quando effettui una ricerca il massimo dei risultati che ti compaiono sono 3 e se il file che cerchi non e’ tra quei tre, ti tocca comunque aprire il visualizzatore di turno, su unity di default compaiono i preferiti, ma c’e’ la possibilita’ di visualizzare anche le altre voci e non e’ poca cosa contando che attivita’ dovrebbe essere il fulcro del desktop.

        • Giangi

          Comunque se ti interessa un alternativa ad hud di unity, puoi provare i3-hud-menu che dovrebbe funzionare bene su tutte le derivate buntu e con un po di lavoro in piu’ anche su altre distro, mi pare ci sia anche un video dimostrativo su youtube.

No more articles