Sabato scorso, dopo quasi due mesi dalla precedente versione beta, è stato rilasciato il nuovo AMDGPU-PRO Linux beta driver per le schede grafiche AMD GCN 1.2. Una delle principali caratteristiche di questi driver è il supporto alle API Vulkan, anche se limitato alle sole GPU GCN 1.2.

L’ultimo AMDGPU-PRO beta funziona finalmente anche su Ubuntu 16.04 in maniera corretta. Tuttavia, anche se questo AMDGPU binary driver utilizza DKMS (Dynamic Kernel Module Support), non risulta compatibile con il kernel Linux 4.4 (la soluzione consigliata, al momento, è di utilizzare il kernel Linux 4.2).

AMDGPU_001

Non manca il supporto alle OpengGL 4.5, completamente funzionante sia per le GPU Fiji che Tonga. Nel frattempo il software open-source RadeonSI Gallium3D sta recuperando lentamente terreno grazie al supporto alle OpenGL 4.3, ma non vi sarà un rilascio stabile di Mesa basato sulle OpenGL 4.5 prima del prossimo mese di Settembre.
AMDGPU_002Lo stack AMDGPU-PRO Open Cl, inoltre, sta funzionando anche meglio della corrente implementazione open-source Clover-based GPGPU.

AMDGPU_003Se volete provare il nuovo AMDGPU-PRO driver, assicuratevi di avere sul vostro computer una GPU GCN 1.2, poichè in tal caso, con Ubuntu, non dovreste avere problemi, anche se vi ricordiamo che il software è ancora in avanzato stato i beta.
Le prestazioni potrebbero variare a seconda della distribuzione Linux utilizzata.

[Fonte]

  • l’ho provato su un notebook con apu carrizo… che nonostante sia GCN 1.2 non è ufficialmente supportato per ora.
    il risultato è pessimo (spero che dipenda solo dal fatto che amd ancora non supporta ufficialmente questa apu), le temperature sono alte in idle e con cpu in powersave, e sotto sforzo superano gli 80°, assurdo… inoltre le performance diminuiscono tantissimo rispetto al normale driver opensource AMDGPU.
    spero che quando il driver sarà completo, riesco ad avere temperature massime in linea con il driver catalyst/crimson (che raggiungeva massimo 55° o al limite per qualche istante 60°, non di più), temperature minime dei driver open (38°) e performance almeno uguali ai catalyst (per poi migliorare col tempo).
    se sarà così sarò contento di aver scelto amd, altrimenti, per il prossimo notebook torno ad intel.
    ho scelto un notebook con apu carrizo proprio per il supporto di amdgpu, e per le promesse di amd sul sriver ibrido, speriamo che non mi debba pentire della fiducia che gli ho dato

    • Box2Tux #Linux

      Io penso che linux per giocare non sia ancora adatto. C’è bisogno di giochi con vulkan.

      • mah dipende… i giochi ovviamente sono molti meno rispetto a windows, ma a parte quello linux è pronto per giocare con hardware Nvidia (dove a volte le performance linux superano anche le performance windows, e come nel caso di the talos pronciple, le supera pure di molto sia con opengl che sopratutto con vulkan).
        a non essere pronto non è linux, ma gli sviluppatori, e AMD con i suoi driver.

        • Box2Tux #Linux

          Si, ma xorg non è che sia il massimo.
          Linux farà il meglio di sé con wayland + vulkan. Se valve spingerà gli sviluppatori, (magari diminuendo la sua percentuale) allora anche nvidia e amd faranno driver migliori

          • si ma prima di vedere wayland soppiantare xorg passeranno un sacco di anni.
            xorg non è il massimo ma non possiamo farci niente, wayland è stabile da anni ormai, ma ancora a parte il team gnome sono pochissimi quelli che ci stanno puntanto, infatti a parte gnome, le sue applicazioni e poche altre applicazioni, nessun software ancora lo supporta, poi una volta che wayland avrà sostituito completamente xorg, allora gli sviluppatori di videogiochi inizieranno a scrivere giochi per wayland, ma fino ad allora nessuno punterà sul nuovo protocollo

          • Aury88

            penso che alle case produttrici di videogiochi interessi poco quello che fa il team gnome o dei vari applicativi…credo siano più interessate a quello che fa valve con il suo steamOS che è appunto ancora basato su xorg

          • Samael

            Ragazzi, si sta parlando del nulla.
            Qui non c’entra niente il display, e ve lo dice uno che Xorg lo butterebbe domani mattina se fosse per lui.

            Qui è un problema di driver. E i driver non hanno nulla a che vedere col display in sé, perché sono semplicemente codice lato kernel che contiene per lo più le funzioni di accesso all’hardware, e codice lato utente (OpenGL, DRM ecc.) che contiene la parte riguardante le prestazioni.
            I driver X11 sono semplicemente driver proxy con la controparte del kernel.

            In sostanza, sia con Xorg che con Wayland avreste comunque il problema dello scarso supporto di AMD verso i suoi prodotti.

          • Aury88

            ma infatti…stavo rispondendo nello specifico del commento dell’utente sopra, non dell’articolo.
            per quanto riguarda AMD e la faccenda dei driver penso che se le steamos dovessero prendere piede non converrà più alla AMD continuare a non interessarsi adeguatamente del supporto per linux…atteggiamento che comunque mi sembra molto migliorato rispetto qualche anno fa anche se non ha ancora dato i frutti sperati e non ha ancora raggiunto la qualità dei driver concorrenti….anche per il discorso driver quindi dipende tutto da cosa fa valve con il suo steamos

          • Maddo

            Il problema è che è un gatto che si morde la coda: steamos non diventerà popolare in quanto allo stesso prezzo ti fai(o ti fai assemblare da terzi) un pc windows dove giochi a tutto. I dev non cagano linux perché non c’è abbastanza utenza e ritorno economico per giustificarne la spesa(che significa guadagnarci, non rientrare nei costi) e steamos non diventerà popolare finché non ci saranno giochi. DEADLOCK.

          • Aury88

            non devi guardare il sistema e quindi il suo bacino di utenti. devi guardare le tecnologie utilizzate: se usi una tecnologia multipiattaforma come vulkan o le openGL non hai solo gli utenti linux, ma hai gli utenti linux+windows. è così che scardini il circolo vizioso. tanto è vero che comunque, dall’annuncio di steamos, c’è stato il porting di centinaia di giochi(anche importanti), nonostante steamos sia ancora di fatto una beta e nonostante linux sia sempre rimasto relegato al suo 1% sul desk.

            per carità, poi è vero che steamOS non sarà popolare finchè non avrà giochi, ma lato sviluppatore di giochi frega poco se tanto si sviluppa con engine e librerie multipiattaforma (che tra l’altro si dice diano compatibilità o minori difficoltà di porting per mac, playstation e, per i giochi più leggeri, per android ).i giochi in directx già usciti ormai non verranno portati (almeno fino a che il bacino di utenza linux non sarà sufficiente per il porting) ma per i giochi futuri basta l’impegno di valve su steamos per rendere comunque allettante la creazione di titoli in maniera che siano da subito compatibili per tutte le piattaforme, anche perchè viene ritenuto abbastanza credibile l’odio di steam per il market di microsoft e quindi possibile ua forma di ritorsione con eventuale abbandono del client o politiche a favore degli acquisti su altre piattaforme

          • Maddo

            C’è un piccolo problema che non hai considerato: Gioco in OpenGL/Vulkan non significa che automaticamente esce su linux. Altrimenti roba come doom l’avresti su linux. La gente continuerà a usare DirectX11 ancora per molti anni(come ancora parecchi usano DX9), sia perché ci sono già strumenti più che maturi, sia perché le librerie a basso livello son difficili da usare(DX12/Vulkan), e riguardando vulkan, non ha Microsoft dietro che regala soldi e personale alle case per usare le DX12. L’unico motivo realistico per usare Vulkan al posto delle DX12 al momento è avere un’ottimizzazione superiore anche su versioni precedenti di windows, fine. Le “librerie multipiattaforma” non ti consentono di premere un tasto e come per magia hai il porting linux bello e funzionante come quello di windows, altrimenti Blizzard(per dirne una che fa giochi anche su mac) avrebbe tutti i suoi giochi nativamente su linux, visto che anche 1 persona che se lo compra sarebbe un guadagno se fosse come dici tu, ma non lo è. Perché servono team dedicati al porting, al testing, al debugging, un processo di aggiornamento del titolo che deve essere uguale per tutte le piattaforme(e quasi mai è così), driver che funzionano(e già nvidia singhiozza abbastanza, amd manco a discuterne) e di nuovo, bacino d’utenza che ne giustifichi i costi. Titoli che vedi su linux negli ultimi anni sono tutti titoli portati da team esterni, con wrapper wine-like tipo eON e compagnia e che vengono aggiornati con MOLTO ritardo, motivo per cui in genere si parla di titoli vecchi che vengono portati poiché ormai non più aggiornati(tomb raider/metro/ecc). Also hai detto una cosa importante: i titoli già esistenti hanno poche o nessuna speranza di venir portati su linux, il che significa che ti stai tagliando giusto per fare il “linuxiano nerd” buona parte del mercato pc, mentre con windows avrai SEMPRE sia i vecchi che i nuovi titoli, senza wine e cagate varie. Non ha senso oggi, non avrà senso in 5 anni, FORSE avrà senso in 10+ anni.

          • Aury88

            beh…o dio…i titoli vecchi ne ho una catervata che non mi funzionano più o i funzionano malissimo su w7, senza considerare che titoli vecchi diventano comunque sempre meno determinanti per le nuove utenze. quindi sono aspetti che in qualche misura colpiscono anche su windows
            è chiaro che non è un bottone magico usare le tecnologie multipiattaforma per fare porting ma è anche vero che da un lato hai una tecnologia di base portabile, dall’altra a priori non hai speranza di porting…ed è proprio la speranza di un porting in futuro con un ritorno economico che ho aggiunto la frase sull’impegno di valve su steamos…oggi non è conveniente realizzare giochi per steamos, ma in futuro?
            ma i titoli vecchi anche loro per il porting devono fare i conti con valutazioni di ritorno economico, no? tanto più che il titolo vecchio avrà comunque meno possibilità di farcela nel confronto con titoli nuovi perchè allora molti giochi hanno subito il port per piattaforme linux?

          • Samael

            Non cambierebbe nulla perché AMD ha un supporto da schifo su qualunque OS.
            Su Windows stanno giusto un po’ messi meglio di Linux, ma sono pessimi comunque.
            AMD ha sempre fatto schifo, fin da quando le schede video uscivano marcate ATI.
            Le uniche che funzionavano decentemente erano le vecchie che su Linux usavano il driver open source, ma tutte quelle che usano i driver ufficiali sono praticamente abbandonate a se stesse.

            La soluzione è: smetterla di comprare AMD. A prescindere.

          • Aury88

            beh…se stanno così le cose (io non lo so, uso solo portatili con grafica integrata) ci penserà il mercato a farle estinguere…imho ancora meglio!

          • appunto… che ho detto io?? prima di vedere wayland spopolare passeranno ancora molti anni, perchè nonostante wayland è gia stato rilasciato in versione stabile anni fa, ancora oggi, a parte gnome e pochi altri software, nessuno ancora oggi lo sta usando, quindi è troppo presto ancora per attendere giochi scritti appositamente per wayland (senza usare il wrapper xwayland).
            prima che ciò avvenga bisognerà aspettare che le distribuzioni inizino a migrare in massa a wayland.. ma siamo ancora distanti da ciò, lo stesso fedora sta rimandando wayland di default di versione in versione, figurati quindi se le software house iniziano a programmare i giochi prendendo come riferimento questo nuovo protocollo.
            non mi meraviglierei se dobbiamo tenerci xorg altri 5 anni o più

          • Aury88

            non riesco a capire cosa intendisi tu allora…che tutti gli altri software o distro o DE non siano ancora passate a wayland non è assolutamente influente per le case produttrici di videogame…..c’è solo una cosa che deve fare il passaggio e quello è steamOS che di quello che fanno le distro, i programmi o i DE ugualmente se ne infischia.quindi perchè le tiri in ballo nel tuo discorso? fondamentalmente basta che sia steamos che faccia questo passaggio per vedere il porting; e questo anche se tutto il resto del mondo gnu/linux non usasse wayland e addirittura anche se venisse abbandonato da chi attualmente lo supporta.

          • “c’è solo una cosa che deve fare il passaggio e quello è steamOS che di
            quello che fanno le distro, i programmi o i DE ugualmente se ne
            infischia.quindi perchè le tiri in ballo nel tuo discorso”
            perchè steamOS si basa su debian e come DE usa gnome shell.
            debian si sa che è una distro che punta alla stabilità, sarà l’ultima o quasi a passare a wayland, inoltre prima che si utilizzi wayland bisogna che ci siano gli applicativi scritti per wayland (steamOS non è solo una sessione bigpicture di steam, ma ha anche altri applicativi da comune desktop), quindi è impensabile che anche steamOS passi a wayland fino a che xorg non viene largamente sostituito.

            poi certo steamOS se passasse a wayland allora le software house iniziano a supportarlo per forza di cose, ma il punto è che dubito che steamOS sia pronto a passare a wayland nel giro di poco.
            tra l’altro ancora viene preso ubuntu come riferimento e non steamOS anche perchè questo è ancora una beta e molto poco diffuso, ubuntu invece è stabile.

          • Aury88

            da quello che avevo capito e almeno fino a poco tempo fa, steamos veniva preinstallato con due sessioni: una gnome session (non attiva di default e assolutamente non necessaria per il gaming) basata su gnome e una steamos session che è quella da cui avvi i giochi e che non è basata su gnome-shell e aveva addirittura un proprio compositor (basato credo su xcompmgr)…è cambiato qualcosa o mi sfugge un punto?
            per applicativi cosa intendi? le librerie/dipendenze su cui si basa steamos se non hanno un interfaccia grafica non devono subire il port di wayland…al più l’unico problema è il kernel usato in debian ma se wayland è stabile da più di un anno il kernel dovrebbe già essere uno di quelli compatibili con wayland(debian 8 è uscito nel 2015 se non erro)…se parliamo di applicativi veri e propri allora si sta parlando della gnome-session che probabilmente sarebbe la prima a venir eliminata se dovesse comportare ritardi nell’introduzione di tecnologie valutate convenienti per il gaming su steamos (che è l’unico obiettivo).
            al più ci potrebbero essere incompatibilità delle dipendenze con altre richieste dal core debian (anche qui se fossero a livello di gnome-session basterebbe rimuovere questa feature, con il core sarebbe più difficile)ma non ho idea se sia questo il caso….quindi mi fido di quanto dici 🙂
            ps: anche ubuntu è basata su debian, questo non le impedisce di usare tecnologie più cutting-edge quindi non penso che il mancato passaggio di debian a wayland sia così imprescindibile.

            Il punto di ubuntu come riferimento non l’ho capito onestamente…ubuntu è un riferimento solo per l’installazione del client steam in linux ma non dovrebbe centrare nulla con steamos…intendi forse che le software house stanno sviluppando usando ubuntu come base? se è questo il punto io non credo sia così anche perchè valve come operatore di mercato (specialmente nel gaming) è molto più affidabile credibile ed importante di canonical…tanto è vero che è stata valve a convincere le case produttrici di hardware a fare le console…canonical non è neanche riuscita ad imporre la propria distro.

          • “.è cambiato qualcosa o mi sfugge un punto?”
            che io sappia è ancora così

            “Il punto di ubuntu come riferimento non l’ho capito onestamente”
            attualmente sono più i giochi che nei requisiti inseriscono solo ubuntu piuttosto che steamos e ubuntu.
            sinceramente essendo ancora una beta, dubito proprio che gli sviluppatori si mettono a testare il corretto funzionamento di un gioco su un OS in beta perchè eventuali problemi di performance o stabilità possono dipendere anche semplicemente dall’OS.
            steamOS sarà il vero riferimento quando sarà ultimato e stabile

          • Aury88

            ma non si è scelto debian proprio per la stabilità? mi fai dire che più che la stabilità in se gli sviluppatori vogliono un sistema che si sa non deprecherà dipendenze entro i prossimi anni…in quest’ottica il supporto per debian (e quindi steamos) dovrebbe avere molto più senso che uno per ubuntu…e in generale anche per la stabilità dovrebbe valere questo discorso…distro più stabile di debian non c’è

          • Maddo

            No? Il progetto originario prevedeva proprio ubuntu come base, si è scelto debian solo per questioni puramente “legali”. Anche perché il ciclo di aggiornamento del sistema non è in mano a nessun altro se non a valve. Potevano partire pure da Arch Linux se avessero voluto, semplicemente sono andati sulla distro generalmente più conosciuta come ambiente.

          • Aury88

            questa delle questioni legali mi giunge totalmente nuova…hai un link così mi posso documentare meglio? sa è così, è stata una posizione miope quella di canonical…i vantaggi dati dal supporto diretto e dalla ricaduta in immagine/popolarità sarebbero stati di gran lunga maggiori di qualsiasi danno eventuali concessioni legali avrebbero potuto comportare.

          • Maddo

            Non ricordo esattamente il minutaggio, ma è stato chiesto in questo Q&A e Bacon ha risposto che si trattava di problemi al solito di soldi per copyright. Non lo linko, ma cerca “Jono Bacon Q&A – 7th January 2014” su tutubo.

          • Aury88

            hai anche il minuto x°D…provo a vedermelo tutto ma ci metterò qualche giorno xD
            grazie per il titolo;-)

          • Maddo

            Eh amico mio, mi stai chiedendo di ricordarmi il minuto di un’affermazione di un tizio di una distro che non seguo in un video di 2 anni e mezzo fa? XD

          • Aury88

            la mia era più una speranza nel fatto che l’avessi visto di recente o avessi una memoria da elefante (alla fine il titolo hai saputo dirmelo no?) xD
            pazienza….mi vedrò il video sperando che parli di quello che mi interessa verso l’inizio xD

          • Aury88

            trovato…minuto 20…però è un ipotesi di Bacon, non un fatto certo…comunque se fosse vera l’ipotesi confermo l’assoluta miopia di canonical…anche solo far vedere il logo di ubuntu durante il caricamento di steamos o il supporto diretto (bugreport/bugfix/os-specific develop) avrebbe dato a canonical vantaggi sicuramente superiori a quelli ottenuti facendo scegliere a valve una distro diversa…troppo miope per essere nello stile di canonical imho….credo che se una valutazione di questo genere c’è stata l’abbia fatta unicamente valve…probabilmente ha preferito evitare problemi (che canonical imho non avrebbe dato) e basare il tutto su una distro che non ha questo problema potenziale

          • si ma debian è stabile, ma steamOS non è debian, steamOS è una derivata, introduce una marea di patch al kernel che in teoria dovrebbero migliorarne le performance inoltre anche i repo non sono quelli di debian puri, hanno alcuni pacchetti più aggiornati.
            insomma è come ubuntu, si basa su debian ma poi è una distro tutta stravolta da debian, e allo stesso modo steamOS si basa su debian ma non è debian e quindi non ha neanche la sua stabilità visto che comunque le modifiche fatte sono tante

          • Aury88

            ma se hanno comunque stravolto debian perchè allora non hanno stravolto anche lato display-protocol/server? tanto più che wayland, come dici tu, è stabile da parecchio non sarebbe convenuto fare adesso un passaggio che comunque prima o poi dovranno fare?
            è questo che non capisco…si scegli una distro strastabile come base e allo stesso tempo si ottiene l’instabilità di una distro/beta e l’utilizzo comunque di tecnologie “vecchie” come xorg.

          • perchè anche se wayland ha raggiunto la sua release stable tempo fa, ancora non è maturo abbastanza, ad esempio solo di recente hanno aggiunto la possibiltià di incollare il testo copiato negli appunti usando il click della rotellina del mouse, funzionalità da sempre presente su xorg.
            questo giusto per fare un esempio.
            inoltre i driver video proprietari nvidia, solo di recente hanno aggiunto il supporto a wayland, quindi ancora ci sarà da lavorare per migliorare sempre più il supporto, amd invece supporta il nuovo protocollo con i driver open (catalyst ormai è morto e non verrà più aggiornato), amdgpu-pro, non so se supporta wayland, ma credo di si visto che la base è sempre amdgpu.
            ma comunque ancora amdgpu-pro è solo in beta e anche il driver open amdgpu non supporta ancora tutte le gpu GCN.
            insomma sarebbe troppo presto per valve usare wayland, anche perchè dovrebbe realizzare in primis un porting del suo fork di xcompmgr e del suo client steam (oltre ovviamente a tutti i suoi giochi)
            dopo aver fatto questo deve accertarsi che le performance siano almeno uguali a xorg, quindi deve ottimizzare.
            (il client farebbe prima a riscriverlo da 0, visto quanto fa schifo, ma questo è un altro discorso)

          • Aury88

            ok, ora la situazione steamos mi è più chiara.
            grazie mille!
            🙂

          • loki

            che ha xorg che non va per giocare?

      • Samael

        Il problema qui non è Linux. Il problema è AMD che fa schifo su qualunque OS produca driver. Ha sempre fatto schifo e continua a farlo.

        • Box2Tux #Linux

          Ora non esageriamo.

          • Samael

            Ma esagerare cosa?! È la pura verità…

            AMD lato GPU è una pessima azienda e lo è sempre stata. Ha sempre mantenuto da schifo i suoi driver ufficiali, al punto che le vecchie ATI funzionavano meglio con gli open source che con i Catalyst, che a volte manco si installavano per incompatibilità con le ABI di X11.

            Senza contare che stiamo parlando della stessa azienda che non voleva portare OpenCL su Linux perché “era troppo difficile”.

            Dire che AMD fa schifo non è un’esagerazione, ma una constatazione per la quale, considerate le minch*ate fatte negli anni, vien da chiedersi ancora perché certa gente si ostini a darle soldi.

          • Box2Tux #Linux

            Almeno non castra le GPU….comunque, con le ultime GPU e gli ultimi driver AMD è migliorata.

          • Samael

            Tanto te la ritrovi comunque castrata a causa dei pessimi driver, quindi non hai risolto nulla.
            Puoi giusto usarle per cose non impegnative, e anche in quel caso stai tranquillamente coperto dalle GPU integrate Intel che sono supportate decisamente meglio.

            Che poi da una vita si dice che AMD negli anni è migliorata. Ad ogni nuova GPU e nuovi driver si leggono commenti che pronosticano “la volta buona” (TM), ma a conti fatti se vuoi qualcosa di serio l’unica azienda da cui si può andare resta sempre NVIDIA, che pur avendo driver mediocri sta comunque spanne sopra a tutti.

          • “Puoi giusto usarle per cose non impegnative, e anche in quel caso stai
            tranquillamente coperto dalle GPU integrate Intel che sono supportate
            decisamente meglio.”
            tra un’integrata intel e una dedicata amd a voglia se c’è differenza.
            non esagerare.
            stai generalizzando, amd ha problemi solo sotto linux, invece sotto windows non ha più problemi, anzi negli ultimi mesi ha avuto molti più problemi nvidia su windows 10 che non amd.
            per non parlare poi di dx12 e vulkan dove amd ha supporto hardware all’async compute mentre nvidia ha implementato il supporto solo via software

          • Samael

            Io ho detto di usarle per usi modesti, e lì la differenza non è poi così tanta, onestamente.
            E ti posso assicurare che le integrate Intel non sono poi così male come si pensi.
            Certo non giochi su titoli AAA, ma tanto se è li che vuoi andare compri NVIDIA e fai prima.

            E no, ribadisco che non è vero che AMD non ha più problemi con Windows. Li ha ancora. Ne ha meno che su Linux (ed è ovvio), ma non è comunque al livello di NVIDIA.

          • “Io ho detto di usarle per usi modesti”
            mahh continuo a non essere d’accordo.

            “E ti posso assicurare che le integrate Intel non sono poi così male come si pensi”
            le integrate intel sono decenti giusto quelle di skylake (esempio hd520) che come performance si avvicinano alle performance delle integrate carrizo (a 15W di tdp, se gia hai carrizo a 35w, non gli stanno dietro), e nonostante questo amd è ferma a 28nm per le sue apu, contro i 14 nm di intel.
            le integrate davvero buone sono le iris pro, ma a causa della memoria esram sono molto costose e quindi sono montate solo su cpu di fascia alta, quindi il paragone non è più valido, perchè se devi spendere 300+ euro di cpu e sei interessato alla potenza grafica, avrai di certo pure una gpu dedicata almeno di fascia media.

            “ribadisco che non è vero che AMD non ha più problemi con Windows. Li ha ancora”
            esempi concreti dei problemi di amd su windows?

          • Maddo

            Il driver OpenGL di AMD, sia su windows che su linux continua a funzionare malerrimo, con cose rotte da mesi, alcune da anni, segnalate e mai fixate. Problemi di crash di parecchi giochi da un driver all’altro(hitman, tomb raider, ashes, metro, ark) al punto tale che il team di FFXIV ha detto di NON aggiornare i driver AMD oltre i 15.11(gli ultimi non catalyst, perché i crimson hanno letteralmente fatto sanguinare parecchie persone[pun intended]). Problemi di schermo nero randomizzato con app che usano l’accelerazione gpu dai 16.3 fino agli ultimi(suite adobe, player video, qualsiasi roba con backend DXVA2 ecc…) e si potrebbe continuare per parecchio. AMD è avanti come architettura, processo produttivo e tecnologie introdotte, ma ancora non ha software al pari del suo hardware proprio perché i driver escono spesso in ritardo e mal testati. Ora, nvidia non è un paradiso, anzi, possibilmente è una delle compagnie peggiori come politiche e marketing esistenti, però i suoi driver son fallati 1 sì e 10 no, e hanno uno 0-day support per i giochi che amd neanche si sogna facendo uscire i suoi driver a mesi di distanza.

          • a dir la verità ora amd rilascia su windows almeno un aggiornamento al mese… a maggio ad esempio ne ha rilasciati 3 oppure 2, il mese scorso uguale.
            rilasciano un aggiornamento ad ogni gioco AAA uscito e comunque sia anche se non escono giochi almeno un driver al mese lo fanno.
            questo ritmo lo hanno preso dal rilascio di crimson

          • Maddo

            Il piccolo problema è che ogni “hotfix” che rilasciano rompe roba interna standard(tipo l’ultimo 16.5.3 ha rotto lo scaling per GCN1.1[290/390]) e ciò rompe parecchi giochi, se vai a vedere tra i known issues ad ogni driver nel changelog scoprirai che molti titoli AAA soffrono di problemi con e senza CF attivo(CF in questo momento è un palo da usare, speriamo in futuro). Le cose stanno prendendo la giusta direzione, questo sì, rispetto al 2012 siamo nel paradiso terrestre, però ancora siamo abbastanza lontani dai livelli nvidia come driver. OpenGL invece sembra stia venendo completamente ignorato e l’unica speranza sembrano i driver open per linux, su windows siamo nell’indecenza più totale e non c’è alternativa post’ora…

          • comunque sia su windows 10 recentemente nvidia ha avuto non pochi problemi con i driver.
            comunque si questi frequenti update sono poco curati, escono spesso ma hanno una marea di known issues.
            ma è il prezzo da pagare se si vogliono aggiornamenti per ogni AAA come fa nvidia.
            per me rimane una cavolata, allora è meglio rilasciare un update ogni mese o 2 oppure quando c’è veramente bisogno per migliorare le performance.
            ma è anche vero che così tutti sono contenti, chi vuole aggiornare per il supporto agli ultimi giochi aggiorna chi invece vuole qualcosa di più stabile tiene l’ultimo whql

          • Maddo

            Con UN driver soltanto e soltanto su gtx 900(o le 700, non ricordo tbh), fixato ore dopo, AMd ha problemi che causano applicazioni intere di non funzionare e MESI dopo, ancora non hanno rilasciato il fix. Questa è la differenza e questo è il perché amd è ancora sub-paro come supporto driver, benché sia sulla buona strada almeno lato D3D e Vulkan.

        • be è un po esagerato ciò che hai detto.
          su windows ad esempio amd non ha problemi e non fa schifo.
          solo le performance opengl sono deludenti anche su windows, ma per il resto su windows una gpu amd non ha nulla da invidiare alle gpu nvidia, anzi invecchiano meglio perchè non vengono castrate dai driver quando escono le serie successive.
          ma in ambiente linux hai perfettamente ragione.
          io ho acquistato un notebook con apu amd per dare fiducia a questa azienda, sta di fatto che nonostante carrizo doveva essere ben messo su linux, con il driver grafico amdgpu, ancora è in uno stato pietoso, le performance sono peggio delle integrate intel (quando in realtà dovrebbe essere largamente superiore ad una intel HD5200), le temperature sono troppo alte anche se il pc non fa nulla ogni tanto le temperature raggiungono 70 gradi a random coni driver open, mentre con i driver closed le temperature non superano mai i 55°, ma questo driver non può più essere usato perchè non supporta xorg 1.18 e i recenti kernel, inoltre ha problemi con gnome shell, e glitch con il puntatore del mouse.

          il driver ibrido ancora in beta non supporta carrizo anche se è gcn1.2 e quindi dovrebbe essere supportato.

          per quanto mi riguarda, se amd corregge il tiro e riesce a darmi buone performance e sopratutto buone temperature su linux, bene, altrimenti è l’ultima volta che compro un loro prodotto.
          mi dispiace, nvidia la odio, usa tutte tecnologie sue proprietarie che danno solo problemi inoltre fa invecchiare volontariamente le vecchie gpu per singerti a comprare quelle nuove, ma attualmente la scelta è poca in linux.

          tra l’altro amd da qualche mese ha abbandonato (temporaneamente) il supporto driver per carrizo a causa di alcuni bug che non hanno risolto…. ma ti sembra normale che per un’apu che ha 1 anno di vita non sta ricevendo più update da mesi? non mi frega niente se ci sono dei bug, tu devi essere seria e pensare a risolverlo in fretta, altrimenti col cavolo che la prossima volta torno a comprare roba tua.

          ora come ora mi sono pentito della scelta, tornassi indietro comprerei un notebook broadwell senza gpu dedicata, di certo non riprenderei un notebook amd (lato windows sono soddisfatto, ma lato linux per niente, e siccome uso prevalentemente linux, non sono soddisfatto)
          però spero che a breve amd mi faccia cambiare idea e spero che ripaghi la fiducia che gli ho dato, sono stanco di avere un notebook che ogni tanto senza motivo raggiunge temperature di 70° e fa un continuo rumore a causa della ventola.

          da quando amd ha rilasciato i driver crimson, su linux si è migliorata costantemente (tranne per carrizo per i problemi che ho gia detto riguardo l’abbandono degli update driver), e anche su linux si sta dando molto da fare per quanto riguarda i driver open, ma su linux siamo ancora molto, troppo distanti dall’avere un buon driver, sopratutto in ambito notebook dove le temperature sono molto importanti.

          attualmente sconsiglio sia le apu che le gpu amd per linux (su windows invece le consiglio senza problemi), vediamo un po se in futuro la situazione migliora.

          • Samael

            Dea1991, magari fossero così rose e fiori le cose.
            I driver AMD su Windows sono vittima della stessa scarsa cura, specialmente quando si parla di aggiornamenti. Certo, rispetto a Linux sono comunque oro colato, ma questo penso sia fuori da ogni dubbio.
            Ma da qui ad essere pari ad NVIDIA ce ne passa.

            Riguardo le cattive esperienze con AMD, io sono un ex-possessore di una vecchia ATI Radeon 9200. Una scheda video AGP, ma che all’epoca (dieci anni fa circa) faceva il suo dovere più che egregiamente.
            Mi ricordo che già all’epoca i driver ATI non potevano essere installati. La cosa bella è che tecnicamente erano compatibili, solo che quando tentavo di installarli mi diceva che X era incompatibile.
            Con i driver open source non ho avuto problemi, fino all’arrivo del KMS (metà 2009 circa). Da lì in poi le urla.
            Vedevo puntini rossi ovunque e quando muovevo la finestra i puntini la seguivano. xD
            All’inizio pensai che fosse un problema di scheda video (caspita, aveva comunque gli anni suoi), ma poi scoprì che invece era problema di driver.
            Questo problema lo fece con tutti i kernel a partire dalla 2.6.30. Poi da lì un mio amico mi regalò una altrettanto vecchia GeForce FX5200 e boom. Il paradiso.
            Certo, un paradiso piuttosto modesto dato i problemi che i loro driver creavano a Linux (io usavo la serie 173.xx), però rispetto ad ATI era comunque un altro mondo.

            Riguardo il detestare NVIDIA, ti dirò: sono il primo che dice che i driver NVIDIA sono mediocri, specialmente per i loro atteggiamenti relativi alla questione framebuffer/KMS, ma il punto è che, come hai ribadito tu, sono l’unica via possibile.

          • “Poi da lì un mio amico mi regalò una altrettanto vecchia GeForce FX5200 e boom”
            xD anche io ho avuto una Fx5200.

            comunque seguendo phoronix tutti i giorni, amd si sta dando molto da fare, peccato solo che per quanto i driver saranno maturi uno magari ha gia la gpu da anni e sincermanete credo che dopo tutto questo tempo in una situazione driver indecente, si è rotto le scatole.
            se il mio notebook si rompesse ora, non darei nuovamente fiducia ad amd, sono passati gia 9 mesi circa da quando ho comprato il notebook e in questo periodo ho dovuto combattere con driver closed source funzionanti ma obsoleti, non più aggiornati e con problemi, mentre invece con i driver open come ho gia detto è un inferno… le temperature sono alte e le performance almeno almeno un 50% in meno rispetto ai proprietari.

            se amd non mi fa cambiare idea passerò a intel anche se mi dispiace.

          • inoltre il problema è che la situazione amd su linux è totalmente random, una scheda va bene, un’altra no.
            ad esempio un apu richland con i driver open non ha alcun problema di temperatura, carrizo invece si, inoltre non si fa altro che aspettare e sperare.
            prima i catalyst, poi il loro abbandono per puntare tutto su amdgpu, dopo mesi, il driver amdgpu ha acquisito performance decenti (ma ancora inferiori ai catalyst, ma anche qui è tutto random, alcuni giochi vanno meglio con i catalyst altri con quelli open, non è che uno per giocare deve passare continuamente dai driver open a quelli proprietari a seconda del gioco che fa), poi ora con la beta di amdgpu-pro (il driver ibrido che si basa su amdgpu-pro) bisogna attendere ancora, perchè per ora non hanno ancora lavorato sulle ottimizzazione per opengl e quindi le performance sono simili ai driver open, ma comunque non sappiamo come andranno una volta rilasciato stabile il driver con le dovute ottimizzazioni (mi auguro che guadagnino un 100% di performance, visto che ora come ora le performance sono pietose rispetto alla stessa fascia di nvidia).
            poi anche per i driver open, ad esempio per il supporto a DAL, bisogna aspettare il kernel 4.8 (quindi fine anno), prima era il kernel 4.7, ma poi hanno rimandato.
            così come il supporto di amdgpu per le gpu gcn 1.0, bisogna attendere il kernel 4.8.
            insomma è un’attesa continua e oltre all’attesa non si sa veramente quanto la situazione migliorerà.

            amd è ora che da delle sicurezza agli utenti linux, altrimenti siamo obbligati a scegliere intel e nvidia.

    • a quanto pare il kernel 4.7 rc1 ha migliorato decisamente le temperature della mia apu carrizo, ora le temperature sono più basse, non aumentano più a caso senza motivo e la ventola è più silenzionsa

  • Luky

    E anche questo nuovissimo e bellissimo driver non supporta EGL

No more articles