WebTorrent Desktop: client BitTorrent per lo streaming

5
112
webtorrent desktop-logo

Con il progressivo diffondersi nel nostro paese della fibra ottica (almeno nelle grandi città), le potenzialità delle nostre reti sono destinate (si spera) ad aumentare in modo significativo, con la quasi banale conseguenza che sarà molto più facile visualizzare contenuti in streaming.

Purtroppo, ad oggi, i servizi di streaming disponibili qui da noi non sono ancora al livello delle controparti estere, almeno in termini di quantità dei contenuti offerti e la possibilità di vederli in lingua originale. Quindi per poter vedere qualcosa di particolarmente interessante (e che forse qui non vedremo mai) non è raro che ci tocchi ricorrere allo scaricamento dei contenuti tramite file torrent, il che comporta l’occupazione di grosse porzioni di spazio all’interno del nostro disco fisso e richiede molto spesso delle lunghe attese. Qui entra in gioco WebTorrent Desktop, un semplice programma open-source che permette di visualizzare in streaming il contenuto dei file torrent senza scaricarli completamente.

L’applicazione presenta un’interfaccia molto basilare: per caricare un nuovo file torrent è sufficiente effettuare un drag-and-drop all’interno dell’applicazione o copiare il magnet link ed esso verrà inserito nella lista.

webtorrent desktop-3

Purtroppo in WebTorrent Desktop non è presente alcun database interno per trovare online file torrent e nessuna funzione di ricerca. Nella finestra principale vengono solo mostrati 4 video open-source ed i file torrent, audio o video, che vengono man mano caricati dall’utente.

Il vero punto di forza di questo programma però sta nel fatto che oltre a permettere lo streaming dei torrent sul nostro desktop può effettuarlo anche verso Chromecast, AirPlay e DLNA.

Per quanto riguarda la parte prettamente BitTorrent, l’applicazione può trovare i peers tramite tracker server, DHT (Tabelle Hash Distribuite) e scambio di peer. Inoltre è presente il supporto al protocollo WebTorrent, che permette al programma di connettersi a dei peers WebRTC (come ad esempio i web browser).

Volendo parlare di pecche segnaliamo che purtroppo, almeno per adesso, non è presente il supporto all’utilizzo dei sottotitoli (se foste interessati a sapere quando questa feature sarà rilasciata potete tenere traccia del suo stato di sviluppo qui). Un’altra caratteristica che poteva risultare interessante ma che attualmente non è presente è la possibilità di utilizzare un video player esterno per la riproduzione.

Download ed installazione:

WebTorrent Desktop è ancora in fase beta (il numero di versione preciso 0.3.3) ed è disponibile, oltre che tramite il codice sorgente, in pacchetti precompilati per Windows, OS X, Linux generici a 64bit e distribuzioni Debian/Ubuntu a questo indirizzo. Gli utenti Arch Linux possono invece installare il programma tramite AUR (solo in versione a 64bit).

Una volta installato, per effettuare il primo avvio dovete lanciare da terminale il comando: webtorrent-desktop, a questo punto il programma creerà automaticamente il suo file .desktop e per gli usi successivi potrete lanciarlo tranquillamente dal menu del vostro desktop environment.

[Fonte]