Anche questo mese vogliamo proporvi una mini-guida ai portatili FreeDos o Linux ready, come ben sapete è difficile trovare laptop sprovvisti del sistema operativo, Windows domina il mercato e viene installato di default su (praticamente) ogni pc.

Questa rassegna di portatili ha l’obiettivo di facilitarvi la vita. I prodotti sono divisi in fasce di prezzo.

Fascia bassa:

Lenovo B50-10

lenovo-b50-b10

Consigliato per un uso domestico (multimedia, navigazione), il portatile è essenziale e solido, segnaliamo la scelta di un monitor opaco e antiriflesso.

Il prezzo di questo portatile si aggira attorno ai 240€ su Amazon. Vediamone le caratteristiche principali:

  • Intel Celeron N2840 Dual Core 2GHz
  • RAM 4 GB DDR3L (massimo supportato 8 GB)
  • Disco rigido 500 GB
  • Scheda grafica integrata Intel HD
  • Schermo 15,6″ 1366 x 768
  • 2 porte USB (una 2.0 e l’altra 3.0)
  • Webcam + microfono
  • Lettore schede di memoria
  • Masterizzatore DVD
  • Ethernet
  • WiFi b/g/n
  • Bluetooth
  • Uscita HDMI
  • FreeDOS (senza sistema operativo)
  • 2,3 Kg

HP 255 G4

HP-255-G4

Il G4 è un prodotto di HP. Il mese scorso il prezzo si aggirava attorno ai 230€, oggi potete trovarlo su Amazon a soli 216€. Il processore (AMD E1) fa quello che può, ma sostituendo l’hard disk con un SSD, le performance migliorano in maniera considerevole. Questo G4 è eccellente per un utilizzo domestico/multimediale.

Vediamone le caratteristiche principali:

  • AMD E1-6010
  • RAM 4 GB DDR3L (massimo supportato 8 GB)
  • Disco rigido 500 GB
  • Scheda grafica integrata AMD R2
  • Schermo 15,6″ 1366 x 768
  • 3 porte USB (2x 2.0 e 1x 3.0)
  • VGA
  • Webcam + microfono
  • Lettore schede di memoria
  • Masterizzatore DVD
  • Ethernet
  • WiFi b/g/n
  • Bluetooth
  • Uscita HDMI
  • FreeDOS (senza sistema operativo)
  • 2,1 Kg

Acer Extensa EX2519-P5F5

extensa15

Acer propone un portatile dal peso relativamente contenuto, completo e abbastanza potente ma soprattutto elegante. Sono disponibili due versioni, la prima è dotata di una CPU Celeron N3050 e il prezzo si aggira intorno ai 265€ mentre la seconda monta un Celeron N3700, decisamente più potente, e la trovate a 325€. Entrambe le configurazioni sono acquistabili su Amazon. Vediamone le caratteristiche principali:

  • CPU Celeron N3700 / Celeron N3050 (a scelta)
  • RAM 4 GB
  • Disco rigido 500 GB, 5400rpm
  • Scheda grafica Intel hd graphics
  • Schermo 15,6″ 1366 x 768
  • 3 porte USB (2x 2.0 e 1x 3.0)
  • Webcam + microfono
  • Lettore schede di memoria
  • Ethernet
  • WiFi b/g/n
  • Bluetooth
  • Uscita HDMI
  • FreeDOS (senza sistema operativo)
  • 2,1 Kg

Lenovo Essential B50-80

lenovo b50-80

New entry rispetto al mese scorso è il Lenovo Essential. Questo prodotto è veramente valido, l’ho testato personalmente e l’installazione di Linux Mint (via USB) è stata rapida e senza alcun problema. Facilissimo il collegamento alla rete WI-FI, pronto ad accedere ad internet, rapido nell’aprire i programmi (da L.Office a file multimediali etc), inoltre è silenziosissimo. E’ un prodotto consigliabile a chi vuole un dispositivo economico ma con buone prestazioni a una cifra moderatamente bassa, su Amazon lo trovate a 345€.

Ecco a voi le caratteristiche principali:

  • CPU Intel Core i3 4005U @1.7 GHz
  • Chipset Intel HM70 Express
  • RAM 4 GB operante a 1600 MHz
  • Disco rigido 500 GB, 5400rpm
  • Scheda grafica Intel hd graphics
  • Schermo 15,6″ 1366 x 768
  • 3 porte USB (1x 2.0 e 2x 3.0)
  • Webcam + microfono
  • Lettore schede di memoria
  • Ethernet
  • WiFi b/g/n
  • Bluetooth
  • Uscita HDMI
  • FreeDOS (senza sistema operativo)
  • 1.8 Kg

Fascia medio-alta:

In questa fascia trovate due portatili decisamente più potenti rispetto ai precedenti, chiaramente la cifra è decisamente maggiore.

HP 250 G3 Notebook

hp 250 G3

Il portatile ha un bel form-factor in plastica: esternamente opaco, mentre dentro più lucido ma non raccoglie impronte. Tutto sommato una discreta costruzione. Non è molto pesante anche se il peso non è equamente distribuito. E’ piuttosto sottile (2.5 cm chiuso).

Il display un tipico pannello TN di fascia bassa è comunque un buon display opaco che svolge egregiamente il suo lavoro. L’i5 svolge tutti i compiti senza problemi. Il collo di bottiglia potrebbe essere dato dal disco rigido a 5400 rpm, è consigliabile cambiarlo con un SSD.

A mio parere questo è il miglior laptop sotto i 500€, potete trovarlo qui a circa 460€. Ecco a voi le caratteristiche tecniche:

  • RAM 4GB
  • CPU Intel Core i5 6200U @1.7 GHz
  • Disco rigido 500 GB, 5400rpm
  • Scheda grafica Intel hd graphics 4000
  • Schermo 15,6″ 1366 x 768
  • 3 porte USB (2x 2.0 e 1x 3.0)
  • Webcam + microfono
  • DVD Super Multi
  • Lettore schede di memoria
  • Ethernet
  • WiFi b/g/n
  • Bluetooth 4.0
  • Uscita HDMI
  • FreeDOS (senza sistema operativo)
  • 2,2 Kg

Asus P2520LA-XO0084D

asus P2520LA

Notebook molto bello a vedersi e ottimo per lavorare in ufficio/casa: sicuramente non per i gamers più accaniti ma va bene per qualche gioco non troppo esigente dal punto di vista dei requisti hardware.

Per scrivere, guardare film o fare presentazioni è perfetto: costo concorrenziale, prestazioni più che sufficienti, monitor led nitido e preciso, inoltre ASUS regala 3 GB gratuiti di spazio nel cloud (servizio web Storage 3). Lo trovate a circa 460€ su Amazon.  Vediamone le caratteristiche principali :

  • Processore Intel Core i5-5200U
  • RAM 4 GB
  • Disco rigido 500 GB, 5400rpm
  • Scheda grafica Intel HD 5500
  • Schermo 15,6″ 1366 x 768
  • 4 porte USB (1x 2.0, 3x 3.0)
  • Webcam + microfono
  • DVD Super Multi
  • Lettore schede di memoria
  • Ethernet
  • WiFi b/g/n
  • Bluetooth 4.0
  • Uscita HDMI
  • FreeDOS (senza sistema operativo)
  • 2,4 Kg

Fascia alta:

Dell XPS 13 Developer Edition

portatili xps_13

Questo è in assoluto uno dei migliori portatili presenti sul mercato. Il Dell XPS 13 Developer Edition arriva con a bordo Ubuntu 14.04. Combina le prestazioni e la portabilità del notebook XPS 13 con Ubuntu 14.04 LTS per creare una soluzione da client a cloud adatta agli sviluppatori. E’ un notebook bellissimo, le finiture sono stupende, la tastiera è pulita e il display è strabiliante. Sono presenti tre vesioni, una da 1099€, una da 1349€ e una da 1589€. Vi riporto le caratteristiche tecniche del modello più appetibile, quello da 1099€, per quanto concerne l’acquisto potete trovarli sul sito di Dell dove è possibile configurare il proprio modello.

  • Intel Core i5-6200U (3 MB di cache, fino a 2,8 GHz)
  • Memoria LPDDR3 da 8 GB a 1.866 MHz
  • SSD 256 GB
  • Scheda grafica Intel® HD
  • Display InfinityEdge FHD (1.920×1.080) antiriflesso da 13,3”
  • 3 porte USB 3x 3.0
  • Webcam + microfono
  • DVD Super Multi
  • Lettore schede di memoria
  • Ethernet
  • WiFi b/g/n
  • Bluetooth 4.0
  • Uscita HDMI, VGA, DisplayPort
  • Ubuntu 14.04
  • 1.2Kg

I portatili freeDos (o con Linux a bordo) sul mercato sono veramente in numero esiguo, inoltre ne escono di nuovi con una frequenza molto bassa, per noi questa è una valida rassegna… voi avete qualche altro modello da proporre?

 

  • Giancarlo Piccinini

    ragazzi una domanda perché i produttori PC
    non danno le specifiche Hardware
    che escono
    da questi BELLISSIMI COMANDI LINUX

    lspci
    lshw

    • Fighi Blue

      nelle specifiche del mio pc al negozio c’era:
      Skype support
      intel processor
      500 GB hd

    • perchè all’utente medio basta vedere cpu e ram, stop.
      sarebbe comodissimo vedere tutto l’output di lspci così ti fai un’idea chiara di tutto l’hardware, invece così è un terno al lotto, fino a che non lo compri non sai quale è la scheda wifi, e non sai molte altre info che ad un utente un po più interessato fanno comodo

      • mrholiday

        in molte situazioni nemmeno il venditore conosce questi dettagli, purtroppo questo crea problemi notevoli.

  • ilcampione

    esite qualche azienda che vende nb in stile santech ma a basso costo?

    Avete qualche dritta?
    Grazie

    • Matteo Gatti

      raiontech? dai un occhiata:)!

      • ilcampione

        Grazie

  • Andrea__93

    Però il Dell XPS 13, senza una scheda video dedicata, venduto a piu di 1000Euro proprio non si può sentire…

    • be ha il suo perchè.
      sinceramente io preferisco un notebook senza gpu dedicata, questa fa salire il prezzo, fa salire i consumi e sopratutto fa salire il calore.
      l’xps non è certo un notebook qualsiasi, è fatto di materiali pregiati e con cura, non lo si può paragonare ai notebook economici di plastica.
      lo schermo dell’xps è fullhd nel modello base e 4k negli altri 2 modelli e non sono certo pannelli economici, ma di gran qualità visiva.
      inoltre lo schermo è praticamente borderless, quindi a parità di schermo è più piccolo di altri e quindi pesa anche meno.

      io sinceramente lo comprerei volentieri se potesse permettermelo, però preferisco i 15.6 pollici.

      poi ovvio notebook con quell’hardware li trovi anche a 700 euro con gpu dedicata, ma poi spesso hanno lo stesso dissipatore condiviso tra cpu e gpu che fa salire le temperature. e dopo un po di tempo iniziano i problemi causati dalle alte temperature.

      • Matteo Gatti

        il dell è assolutamente uno spettacolo! a cosa serve la scheda dedicata su un prodotto del genere? non è certo pensato per i gamer!

        • infatti il nome dovrebbe gia chiarire il motivo dell’assenza della gpu dedicata.
          che poi ormai anche le integrate vanno bene per giocare con compromessi a 720p, e le gpu dedicate sui notebook sono solo un problema (per esperienza personale)
          l’unico modo per non aver problemi con gpu dedicate è comprare notebook da gaming ma a quel punto arrivi a spendere 1500 euro, ma i notebook sotto i 1000 euro a meno che non sono in offerta, se hanno gpu dedicata stai pur sicuro che avrai problemi di calore

          • Luca Cavedale

            quoto, se si vogliono dedicate particolari, tanto vale prendere il segmento gaming e basta, con tutto quello che ne consegue ( mobilità piu limitata, consumi e calore maggiori), altrimenti una integrata e un buon processore, in ogni caso personalmente mai più portatili da poche centinaia di euro, mi interesserebbero gli ultrabook ma ahime i prezzi sono altini per le mie tasche

          • Andrea__93

            Sisi sarà sicuramente di qualità, anch’io sono dell’idea che un portatile non dovrebbe essere usato per giocare… però visto il prezzo, potevano metterci una GPU dedicata, anche di fascia bassa. Non tanto per giocare ma anche per fare qualche fare qualche lavoretto di editing video o photoshop.
            P.S. Perchè le GPU dedicate di solito danno problemi? Te lo chiedo perchè anch’io dovrei prendermi un portatile e sono indeciso tra due modelli che costano praticamente uguale; uno ha un Intel I3-4005U ed una GT920m e l’altro un i5-5200U ma con GPU Intel HD 5500 🙂

          • danno problemi a causa del calore, una gpu dedicata scalda parecchio, e nei notebook economici i sistemi di raffreddamento non sono adeguati, stesso heatpipe per cpu e gpu quindi il calore della gpu passa sopra alla cpu scaldandola e vengono dissipate da un unico dissipatore quindi fatica a smaltire il calore sotto stress.
            il calore poi può dare problemi a tutto il notebook, nel mio procedente notebook, ho dovuto cambiare il connettore che alimenta la scheda madre perchè a distanza di pochi mesi dall’acquisto si è rovinato e quando entrava in funziona la gpu dedicata spesso non riceveva sufficente alimentazione e quindi iniziava ad usare la batteria e non prendeva corrente dall’alimentatore.
            poi il calore mi dava problemi alla tastiera, tanto da obbligarmi a sollevarla (si poteva sganciare quindi la sollevavo leggermente dal case altrimenti il tasto w funzionava male nel senso che dopo un po che lo tenevo premuto, anche se lo rilasciavo continuava a ricevere w come input quindi puoi immaginare il casino mentre giochi).
            poi sinceramente la gt920 non permette di giocare quasi a niente, quindi forse tanto vale tenersi solo l’integrata.
            (io ho optato per apu amd proprio per sopperire alla mancanza della gpu dedicata)
            inoltre su linux la gpu dedicata sui notebook è più un problema da gestire rispetto ad avere una sola gpu.

          • Andrea__93

            Capisco…grazie mille per la risposta! 🙂

          • per lo meno questa è la mia esperienza 🙂

          • “Non tanto per giocare ma anche per fare qualche fare qualche lavoretto di editing video o photoshop. ”
            il notebook è pensato per i dev non tanto per i grafici.
            comuqnue qualche lavoretto con un’integrata puoi farlo anche con blender e photoshop o anche editing video, certo non avrai performance di dedicata buone, ma quando devi mettere una dedicata di fascia bassa tanto vale non metterla per niente.

          • Samael

            Ma onestamente nel settore grafico il notebook è l’ultima macchina da poter tenere in considerazione.
            Non tanto per l’assenza della GPU dedicata (che ha comunque il suo peso) quanto per la dimensione del display e per il fatto che nel XPS è persino anti-riflesso, che comporta quindi meno brillantezza e meno affidabilità in termini di calibratura.

            Se dovete fare lavori di grafica, l’unica cosa è usare un desktop con una buona GPU dedicata e con un monitor >= 24″ IPS.
            Lavorare di grafica su schermi con diagonali piccole come un <= 15.6" è una tortura.

          • alex

            Più che della potenza di calcolo, almeno con photoshop, mi preoccuperei della qualità del display, in quell’ambito hanno più che senso risoluzioni superiori al fullhd e bisogna anche vedere lo spazio colore. Se non hai una vera esigenza di mobilità meglio un desktop con un ottimo monitor, e se devi risparmiare fallo sull’hardware del desktop 😉
            Per dire, se proprio ti devi spostare e ti interessa la fotografia, prenditi un tablet da affiancare al desktop…

    • Il Dell XPS 13 i7 (SSD 1TB, 16GB RAM) viene venduto a più del doppio…

  • RMS

    si potrebbe fare anche una guida ai vari applicativi per free-dos

    • ilcampione

      Hai vinto !!!

  • è deprimente vedere che notebook con schermi fullhd (o comunque superiori allo schifo di 1366×768) e senza quei dannatissimi hdd da 5400rpm di 10 anni fa (ma almeno con sshd ibridi) bisogna spendere 1000 e passa euro.
    sotto tale cifra si trovano solo schifosi schermi 1366×768 e hard disk lentissimi

    • Luca Cavedale

      non capisco ancora sta m*** di hdd meccanici, ormai i prezzi degli ssd si sono abbassati tantissimo, si vede che ne al consumer medio utonto interessa più di tanto

      • alex

        Prima di tutto immagino che sia una questione di magazzini pieni, e poi anche se i prezzi degli ssd sono crollati rimangono ancora relativamente costosi sui tagli più grandi.
        Poi aggiungici il fatto che nei notebook “premium” qualcosa in più la devi dare per giustificare il loro piazzamento, un po’ come negli accessori delle macchine…
        In fine, soprattutto nel mercato a cui sono rivolti i notebook qui riportati per la fascia bassa (quindi ambito lavorativo, office… ), non è detto che l’ssd sia per forza preferito visto che credo che i meccanici rimangano al momento ancora più affidabili. O almeno non so se gli ssd hanno ancora avuto il tempo di dimostrare un analoga affidabilità, anche perchè su un notebook economico comunque finirebbe anche un ssd economico…

  • lucapas

    Ma stiamo scherzando? Per avere un FullHD devo spendere minimo 1100 Euro? Assurdo! Devo acquistare un PC per mia figlia ma dovrò attendere ancora e capisco perché il mercato stia andando male: a prezzi accessibili offrono solo spazzatura!

    • Powerbit

      A luglio il mio coinquilino ha preso un lenovo full hd 15.6” “tagliandato” amd da unieuro a 400€..

    • Samael

      E poi ci si lamenta di Apple e dei suoi PC “sovraprezzati”, ma alla fine quando qualcuno cerca di mettere display un pelino più decenti dello schifo proposto di solito, ecco che i prezzi diventano subito quasi uguali.

      Vedasi la stessa pagliacciata fatta con gli ultrabook.

    • ilcampione

      ma davvero se non c’è il fullHD il pc è spazzatura?? io uso un 13,3″ 1366×768 e ovviamente non è come il fullhd, ma non è che vedo pixel o non riesco a lavorare. Quello che voglio dire è che se non “fate grafica” non credo sia indispensabile (ho studiato e lavorata anche con 15,6 a 1280×800).

      io credo che il portatile debba avere in ordine:
      – Autonomia
      – Scaldare poco
      – Velocità disco e potenza di calcolo

      Poi se vuoi un super monitor lo prendi esterno
      (detto questo se lo trovi FHD, ben venga, ma non è da quello che scelgo un nb)

      • Samael

        Sì, perché il display in un notebook è una delle cose più importanti che si debbano tenere in considerazione.
        Un buon display con un buon numero di DPI a parità di diagonale, permette un rendering superiore, migliore qualità dell’immagine, e soprattutto caratteri più nitidi che riducono di molto lo stress visivo e rendono più gradevole il tutto.
        E quando parlo di caratteri più nitidi, intendo dire che c’è una migliore gestione dell’aliasing e dell’hinting.

        Senza contare che l’uso di display ad alta densità permetterebbe anche di migliorare la parte software, in quanto più o meno tutti gli stack che si occupano di font rendering sono pieni zeppi di hack che cercano di porre rimedio senza riuscirci realmente ai due problemi che ti ho citato sopra.
        ClearType su Windows per esempio spesso non riesce a gestire bene il subpixel rendering, e spesso ti ritrovi con linee verticali che hanno ombre “multicolore”.
        Lo stesso su Linux quando fontconfig non ha una configurazione adeguata.

        Il problema però è che non esiste una configurazione adeguata a 360° perché spesso un pannello è diverso dall’altro, e di conseguenza una configurazione buona per te non è necessariamente buona per qualcun altro.
        Persino le patch infinality, che spesso hanno risolto molti problemi, non sono la panacea, in quanto a volte sono insufficienti.

        La qualità dei pannelli è una cosa per la quale tutti quanti dovremmo combattere, perché gli OEM marciano proprio sul fatto che per molti è un problema secondario.

        Per me è l’avere un buon display è importante quanto l’avere una potenza di calcolo adeguata alle mie esigenze.

        • alex

          Infatti, i dati del display sono la prima cosa che guardo nella scelta. Solo poi il processore ed altre caratteristiche.

  • mrholiday

    dalla mia esperienza i Lenovo non sono così linux friendly come si potrebbe sperare considerando che sono gli eredi di ibm.

    • Giorgio Ghisotti

      molto spesso dipende dal modello specifico, io per esempio uso arch su un lenovo thinkpad x220 e l’unica cosa che non funziona è il bottone hardware per mutare il microfono (perchè per funzionare utilizzava un driver di windows). Ho anche installato ubuntu mate su un portatile lenovo di un mio amico (credo un b50 ma non ci ho badato più di tanto) e non ha dato problemi.
      Certo è che non ci stanno più attenti come un tempo.

    • Alessandro Giannini

      Io ho installato linux mint 64 bit su un Lenovo Thinkpad L440 senza problemi (in origine, aveva Windows 7 e dopo ancora Windows 10). Per contro, un Lenovo B50-30, acquistato su E-Price con FreeDos, me ne ha dati diversi. Come ha detto Giorgio Ghisotti, dipende molto dal modello!

  • Aury88

    segnalo il lenovo B51-80 con caratteristiche identiche al HP250 G3 e venduto con freedos anche a 380€
    Risulta essere tutto funzionante con ubuntu 15.10 out of the box e con la possibilità di installare i driver proprietari per una migliore gestione della CPU.
    per quello che offre penso che abbia un prezzo onesto….unica critica è sulla plastica utilizzata che non è certo di elevata qualità.

  • Dell XPS 13, i7, funziona perfettamente con Debian 8 se si usa il kernel 4.5.2 (al momento da compilare; in backports c’è la 4.5.0, che non ho provato).

    • Alessandro Giannini

      Ho visto un XPS 13 con installato anche Manjaro, ma non so come era configurato, quando rivedo il proprietario gli chiedo lumi, perché sono molto interessato!

  • Piriponzolo

    Salve. Contrariamente a quanto detto all’inizio dell’articolo, secondo me oggi non é proprio così difficile acquistare un notebook senza s.o.- Io ho preso un ASUS X554LA FreeDos Intel Core i3 5005U su Ebay a 305€ e funziona bene con qualsiasi noto s.o. GNU/Linux.

No more articles