Krita è un software open-source nato per l’editing di immagini e progettato per dare il meglio di sé nella creazione di illustazioni, concept-art e fumetti, ma si adatta bene anche a diversi altri contesti. Possiamo considerarlo tranquillamente la controparte in ambiente KDE (e basato sulle librerie Qt) di GIMP, che invece è pensato per ambiente GNOME e sviluppato utilizzando le GTK.

Nei giorni scorsi lo sviluppo di questo programma, che sta riscuotendo un notevole successo fra gli utenti, ha fatto un netto passo in avanti avvicinandosi sempre di più al rilascio di quella che sarà la versione 3.0. Gli sviluppatori hanno infatti annunciato la disponibilità della prima alpha di Krita 3.0, che si porta dietro diverse novità interessanti rispetto al passato.

krita-1

Tanto per cominciare, il software è stato adattato per lavorare con le librerie Qt5 e con il KDE Framework 5, inoltre, adesso sfoggia un pannello dei livelli rivisitato ed il supporto per lavorare con gli strumenti tipici di GIMP per creare disegni a mano come: spazzole, righelli, guide, griglie e strumenti di cattura. Oltre a quanto già menzionato, gli sviluppatori hanno anche lavorato molto per migliorare l’usabilità generale del programma.

Per chi volesse avere maggiori dettagli riguardo a questo interessante software potete dare un’occhiata all’annuncio sul sito ufficiale del progetto.

[Fonte]

 

No more articles