Sicuramente molti di voi conoscono, e magari utilizzano, il famoso media center open-source Kodi, che ogni giorno si fa sempre più strada grazie ad ottime funzionalità multimediali soprattutto in ambito streaming. Nella giornata del 24 Aprile il progetto, tramite il suo portavoce Martijn Kaijser ha annunciato la disponibilità della prima point release di Kodi 16, contraddistinto dal nome in codice “Jarvis”.

Dopo essere stato sotto i ferri degli sviluppatori per due mesi, durante i quali sono state rilasciate due build release candidate, Kodi 16.1 è arrivato e porta con sé tanti fix ai diversi bug segnalati dagli utenti fin dal rilascio della versione 16.0 e qualche piccolo miglioramento qua e là.

Riguardo l’installazione, l’annuncio ufficiale si esprime così: “Non dovrebbero esserci problemi ad effettuare l’installazione sopra la vecchia versione senza prima rimuoverla. Per gli utenti MySQL: non effettuiamo mai il dump del database nelle nostre release di manutenzione o di bugfix, potete tranquillamente continuare ad usarlo nelle vostre reti.”

kodi 16-2

Volendo parlare delle novità portate da Kodi 16.1, vi segnaliamo le seguenti:

  • Ora è possibile non nascondere più le cartelle degli add-on;
  • Il rendering con DirectX multiple ha subito dei miglioramenti;
  • I capitoli video non verranno più saltati se c’è un solo capitolo disponibile;
  • La libreria mancante libgif.so è stata aggiunta al pacchetto Android;

Inoltre pare che adesso il percorso /mnt/runtime venga ignorato per l’AndroidStorageProvider al fine di migliorare le performance generali e che tanti fix “sotto il cofano” siano stati inseriti per aumentare di molto la velocità di apertura della finestra della guida EPG, che dovrebbe essere migliorata del 20%.

Questi sono solo alcuni dei miglioramenti arrivati con la nuova versione di Kodi, per maggiori dettagli potete consultare il changelog completo, disponibile qui insieme al comunicato ufficiale del rilascio. Come detto prima questa è una point release che mira a fornire una maggiore stabilità ed a risolvere diversi bug, quindi vi consigliamo di aggiornare la vostra versione di Kodi il prima possibile.

[Fonte]

 

No more articles