Ora che KDE Plasma 5.6, famoso Desktop environment di cui vi abbiamo parlato più volte qui su lffl (potete trovare le principali novità a questo indirizzo), è stato rilasciato, gli sviluppatori possono concentrare i propri sforzi sulla prossima major version. Una release schedule del nuovo KDE Plasma 5.7 è stata recentemente rilasciata e indica come data di rilascio Lunedì 5 Luglio 2016. Prima però KDE pubblicherà ben 3 aggiornamenti (maintenance release) per Plasma 5.6.

Il lavoro sul nuovo Plasma 5.7 comincerà già dalle prossime settimane, il primo repository freeze è atteso per il 2 di Giugno mentre il final freeze arriverà due settimane dopo, il 16 Giugno, data in cui l’unica beta build prevista sarà disponibile all’utenza per la classica fase di testing.

KDE-plasma-5.7

Per i giorni 19 e 20 Giugno KDE ha lanciato un messaggio “Come one and all and help test “, chiaramente l’aiuto della community è fondamentale per cercare di risolvere i principali bug.

Il 5 Luglio arriverà la final release che sarà seguita a stretto giro di posta da KDE Plasma 5.7.1, quest’ultima versione è attesa per il 12 Luglio. Il 19 Luglio arriverà invece  KDE Plasma 5.7.2, il 3 Agosto Plasma 5.7.3 e il 23 Agosto Plasma 5.7.4. L’ultimo aggiornamento sarà Plama 5.7.5 atteso per il 27 Settembre.

Vi ricordo infine che Martedì 5 Aprile è stato rilasciato KDE Plasma 5.6.2 ed è pertanto consigliato effettuare l’aggiornamento.

[Fonte]

  • sbaragnaus

    Auspichiamo che porti una maggiore stabilità a questo DE che cerca sempre di innovare rimanendo fedele a una tradizionale concezione di desktop.

    • ciro

      “Auspichiamo che porti una maggiore stabilità”……per fortuna è stabile e per fortuna rimane fedele,forse ti confondi con windows….

      • SalvaJu29ro

        Stabile al 100% non lo è, ma è ancora giovane (è il mio DE preferito quindi lo dico a “fin di bene” :D)

      • sbaragnaus

        Sarà colpa della distribuzione che uso (Manjaro), dei driver Mesa, di Skylake o di chissà quale altra cosa, ma io ho spesso problemi col compositing e qualche crash.

    • giocitta

      Mi spiace essere scortese, ma penso che kde-plasma 5.5 e 5.6, stabilissimi, tu non li abbia mai provati.

      • Drumsal

        Purtroppo condivido quanto detto da sbaragnaus. Il DE è molto carino, ha un look più fresco di tutte le versioni precedenti, cosa che mi ha spinto a provarlo, unitamente al fatto che volevo provare alcuni sw che viaggiano con KDE, digikam in primis.
        Ora, se con stabile intendiamo che non si pianta, allora stabile lo è, almeno nel mio utilizzo, però continua ad avere dei comportamenti anomali sul mio nb, suppongo legati in qualche modo ai driver video, che non si presentano con altri DE. Quindi lo uso, ma ancora non come DE principale

        • Maudit

          Cosa intendi per anomali? Io uso ancora la versione 4 per lavoro, e pure li con schede intel ci sono cose che considero “anomale”, ma hanno soluzione.

          • Drumsal

            In breve, ogni tanto , all’apertura o chiusura di alcuni programmi lo schermo si mette a blinkare senza motivo. La stessa cosa subito dopo il login manager e quando lo spengo. Succede con tutte le distro KDE che ho provato ultimamente (Manjaro, Opensuse addirittura non si avvianeanche in live). Sospetto che si tratti di qualcosa legato ai driver video, ma non ho idea di cosa toccare! Ovviamente non mi succede con altri DE (Cinnamon e Mate). Il s.o. è utilizzabilissimo, però questa cosa è antipatica.

          • Maudit

            Perfetto, succede anche a me e dipende dai drivers intel (con scheda video nVidia non capita).
            La soluzione è quella di andare (su KDE4, mentre su KDE 5 devi trovare l’equivalente) in:
            Impostazioni di sistema -> Effetti del desktop -> Tab tutti gli effetti

            Da li disattivi gli effetti collegati agli eventi che fanno lo sfarfallio/blink.

            Ad esempio l’opzione “Esci” sotto la categoria “aspetto” che viene descritta come “Desaturate the desktop when displayng the logout dialog”, è responsabile dello sfarfallio che si verifica quando viene fatto il logout.

            Prima di disattivare completamente gli effetti potresti provare a modificare il metodo di rendering.

            Sempre su “Impostazioni di sistema -> Effetti del desktop” vai nella tab avanzate e gioca un po’ con le opzioni “tipo di composizione” e “sistema grafico QT”.

            E’ molto probabile che modificando questi parametri (credo che per il primo, xrender sia la soluzione più stabile) tu possa mantenere gli effetti grafici evitando sfarfallii ed altri comportamenti inconsulti.

          • Drumsal

            Grazie mille, questo week end provo e ti do un feedback. P.S. il mio netbook ha una APU AMD C-60, che corrisponde come scheda grafica alla 6290, quindi desumo che il problema non si verifichi solo con Intel

      • sbaragnaus

        Io, invece, mi chiedo come tu possa giungere a una simile conclusione. Sono anni che uso Kde sul mio pc principale. Le ultime versione di Kde Sc 4 erano molto stabili, poi hanno voluto rinfrescare tutto il DE e sono rimasti programmi non portati sulla nuova piattaforma e problemini qua e là.

        Plasma 5.6 è leggermente migliorato ma – forse sarà la combinazione della mia distribuzione (Manjaro che comunque ritengo abbia una delle migliori implementazioni di questo DE) con il processore Skylake e la grafica integrata – continuo ad attendere la prossima.

        Xubuntu sul portatile invece non fa una grinza dal lato della stabilità.

  • daniele dragoni

    7 luglio 2015? forse va corretto.

    • Matteo Gatti

      certo 2016! chiedo scusa già sistemato 😀

  • Falegnamino

    A me KDE “stranamente” non è mai piaciuto, ma da quando è uscito Plasma mi sono dovuto ricredere a tal punto di averlo installato come DE preferito.

    • Marco Missere

      Io non ho mai digerito KDE 4, ma Plasma 5.5 mi sta piacendo davvero tanto 😀

  • Luca Cavedale

    mi sto ormai rodando con manajaro linux e kde con plasma 5.6, devo dire che grazie anche a pacman e aur di archlinux, mi sto divertendo troppo ;D

    • Falegnamino

      Pacman è incredibilmente veloce!

  • El Ninho

    non lo uso dalle versione 3, forse e giunta l’ora che questo DE lo riprovi!

    • Marco Missere

      Io personalmente non ho mai digerito KDE 4, ma Plasma 5.5 mi sta piacendo davvero tanto 😀

      • El Ninho

        domani la provo, cmq io non riesco a stare più di 2 mesi sullo stesso DE, mi piace variare per questo sto lontano da windows 🙂

        • Marco Missere

          A chi lo dici! Nel 2015 ho alternato spesso fra GNOME Shell e Unity, così come due anni prima fra Cinnamon e Unity. Quest’anno sono su KDE da 2-3 settimane dopo aver usato ininterrottamente GNOME Shell per 6 mesi.

      • É vero non pensavo fosse maturo come si è rivelato.

    • Io dopo qualche anno sono tornato a kubuntu 16.04 che già in questa beta finale è stabile tanto che lo sto usando in produzione con ottimi risultati. Un buon lavoro fatto da kubuntu…

  • Davidus

    E intanto Debian è ancora fermo alla versione 5.4.3. Conosco bene la politica di Debian, però che palle….

    • SalvaJu29ro

      Non userò Kubuntu 16.04 perchè si è fermato alla versione 5.5.4 (mentre ora siamo alla 5.6.2)
      Sarà possibile tramite PPA, ma non mi fido

      • gabriele tesio

        beh, il ppa è gestito dagli sviluppatori di kubuntu, quindi se non ti fidi degli sviluppatori di kubuntu non dovresti fidarti di loro ad usare kubuntu stesso 😉

        • SalvaJu29ro

          Non mi fido di quel PPA perchè una volta aggiornando Kde 4 non c’è stato più verso di mettere la lingua italiana

          • Marco Missere

            Io sto usando Plasma 5.5 su Kubuntu 15.10 (aggiornato da Plasma 5.4 mediante il PPA) e va benissimo, fidati 😉

          • SalvaJu29ro

            Ci farò un pensierino allora

          • Emanuele Cavallaro

            Puoi sempre tornare indietro con ppa-purge.

    • theShort

      Se hai così fretta passa a Debian testing o Debian unstable.

      • Davidus

        Sono proprio su Debian Testing, ma di aggiornamenti di KDE non se ne vedono.
        E anche su Sid la situazione è la medesima, le versioni di KDE tra Testing e Sid sono identiche.

        Che posso fare, aspetterò. 😉

        • gabriele tesio

          Potresti provare kde neon, è basato su ubuntu, quindi debian, così non ti allontani troppo da cosa sei abituato, ed è gestito dagli sviluppatori kde quindi avrai plasma sempre aggiornato.

          • Davidus

            Sì, ci ho pensato. Quando avrò tempo mi riserverò una partizioncina nel mio HD per provarlo.

          • sbaragnaus

            Come alternativa puoi anche provare Manjaro, dove Kde dà il meglio di sé.

          • Davidus

            Sì, è un’alternativa che sto considerando. 😉

          • sbaragnaus

            Facci sapere, mi raccomando.

    • Attenzione avere le ultime versioni non vuol dire essere di qualità…

      • Davidus

        Ma certo, hai sicuramente ragione. Però spero che su Debian arrivi presto KDE 5.5, dato che siamo rimasti alla 5.4.3 e ora è stata rilasciata la versione 5.6.2.

      • SalvaJu29ro

        Visto quanto è acerbo Plasma 5 direi che in questo caso essere più aggiornato vuol dire avere più qualità
        E’ inevitabile visto che è ancora giovane

  • floriano

    peccato che adesso kubuntu utilizzi Systemd…..

    • gabriele tesio

      cosa c’è che non va bene con systemd?

      • floriano

        mi sembra un inutile macigno…

        • gabriele tesio

          Nel senso che rallenterebbe il pc?
          Io noto che la 16.04 è più veloce della 14.04 sia in avvio che nell’uso normale, e non si usa ancora unity 8 che dovrebbe poi essere più leggero.

          • ange98

            No, nel senso che ingloba cose che non dovrebbe inglobare (anche se a me non dispiace più di tanto)

          • gabriele tesio

            Guarda, avevo visto un video di bryan lunduke qualche tempo fa, non ricordo esattamente quale, mi pare ”linux sucks 2016”, in cui ne parlava, e francamente non vedo il problema, vuole fare tante cose, finché riesce nell’intento non ho motivo di lamentarmi.

          • ange98

            Ma infatti finché funziona (e anche piuttosto bene) non trovo neanch’io un motivo per lamentarmi, anzi… Molte cose me le ha facilitate e avere un unico init system (di riferimento perlomeno) lo trovo un grande passo avanti per la comunità Linux

          • Samael

            Il problema è che la gente fa confusione tra systemd e init, a causa della poca comprensione dell’importanza della nomenclatura da parte di Poettering ed il resto del team.
            IMHO avrebbero dovuto usare systemd solo come nome della suite e chiamare il service manager serviced, così si sarebbero evitate inutili confusioni.

            systemd è una suite che ha il compito di fornire uno userland a Linux che:
            – ne esponga le API anche nello userspace;
            – offra strumenti per l’amministrazione del sistema, tra cui il service manager.

  • Danilo

    Ho usato le ultime release della 3 e tutta la serie 4. Dopo qualche anno di pausa torno su kde 5 e cosa trovo? Un sistema che sembra essere tornato alla versione 4.3. Per giunta vorrei capire chi ha pensato di impostare la cosa di tenere premuti i widget per spostarli (scomodissimo). In complesso è veramente vecchio graficamente parlando, sembra un prodotto di 10 anni fa. Un vero peccato perché le qt offrono possibilità che le gtk si sognano e il de nella serie 4 e anche nella 5 ha sempre quel pelo di instabilità che gnome Shell non ha. Ripeto un vero peccato perché sotto al cofano c’è veramente tanta roba, kde credo sia il classico esempio di prodotto migliore sulla carta, ma inferiore all’effettivo.

  • ange98

    Magari quando raggiungerà una stabilità decente, lo riproverò. L’ultima volta mi ha lasciato con l’amaro in bocca e mi ha fatto passare a GNOME Shell (da KDE 4).

No more articles