A pochi giorni dal primo aggiornamento settimanale, ecco arrivare una nuova release ufficiale del sistema operativo Open Source Solus, che con l’ultimo update si aggiorna alla versione Solus 1.1.

Le novità offerta da questa nuova release sono davvero numerose e di rilievo, tanto che è davvero difficile stilare un changelog completo e dettagliato. Fortunatamente, gli sviluppatori hanno rilasciato alcune importante dichiarazioni in merito, andando ad approfondire gli aspetti maggiormente toccati.

Siami lieti di annunciare il rilascio di Solus 1.1, la prima release di update della serie Shannon. Solus 1.1 porta con sé il piano di lavoro dell’edizione 1.0 con numerosi affinamenti e miglioramenti al Budgie, oltre ad altrettanti miglioramenti al large core ed allo stack della grafica di sistema.”

Queste le parole dello sviluppatore Josh Strobl in merito all’annuncio.

Scendendo nel dettaglio, il team Solus ha aggiornato il Budgie alla versione 10.2.4, andando dunque a risolvere alcuni problemi con le icone, la rete ed il rendering. Il cambiamento più significativo è il passaggio dal GDM al lightDM.

Inoltre, sono diverse le ottimizzazioni hardware introdotte, ciò significa che componenti come il Mesa, Xorg, i driver X11 sono stati aggiornati ed incorporati all’OS. Presente anche il supporto alle OpenGL 4.1, ed alla stampa, oltre all’implementazione dell’HP Linux Imaging e Printing (HPLIP).

Per ulteriori informazioni e per scaricare Solus 1.1 vi rimandiamo alla pagina ufficiale del progetto, dove troverete anche il link per il download.

 

[Fonte]

  • SalvaJu29ro

    Ma che gestore di pacchetti ha? E visto che è indipendente è numeroso il numero di pacchetti disponibili?

    • non vorrei dire una cavolata e non vorrei confondermi con un’altra distro indipendente.
      però non usa pacman?

      • SalvaJu29ro

        Non saprei, ma sarebbe un punto a suo favore

        • se usasse pacman sarebbe un grandissimo punto a suo favore, per me è il migliore package manager… molto veloce, semplice, immediato, pulito e con un buon output a video.
          quando devo usare apt di ubuntu mi prende la disperazione dalla lentezza nell’installazione e dall’output confusionario.

          • SalvaJu29ro

            Quoto, ovviamente
            la differenza di velocità è imbarazzante

          • Se usasse pacman tanto varrebbe usare archlinux e installarsi da aur budgie desktop 😛

    • johnk

      eopkg

      • SalvaJu29ro

        Ah, mi è nuovo

        • Lo spazio delle mortadelle

          “Nuovo”, è il vecchio PiSi

  • quando parlate delle distribuzioni in generale specialmente se poco conosciute, mi piacerebbe che diceste… ecco la distro X che si basa su Y.
    oppure come in questo caso ecco Solus, una distro indipendente…. ecc… ecc..
    poi vabbè, quando parlate di ArchLinux, debian, slacware, ecc… non c’è bisogno che specificate che sia una distro indipendente, ormai lo sanno tutti.
    però per altre distro, come ad esempio questa di cui si è sentito poco parlare, sarebbe una bella cosa fare un’itroduzione dicendo se la distro è indipendente o se è derivata da un’altra distro

    • palia95

      Grazie per il consiglio, sarà fatto nei prossimi articoli!

      • grazie di ascoltare i consigli.

  • SalvaJu29ro

    Tornando alla distro:
    Il de è interessante, ma secondo me dovrebbero mettere i preferiti nel menù

  • “è il passaggio dal GDM al lightDM.”
    sinceramente a me piace più gdm (anche al di fuori di gnome) lightdm gtk mi ha sempre dato problemi di personalizzazione, lo sfondo non sono mai riuscito a cambiarlo in arch, ne da file di configurazione ne con il suo tool grafico di personalizzazione, credo sia proprio un bug del greeter gtk.

    • Purtroppo gdm dipende da gnome-shell, quindi se non ti tiri dietro gnome-shell non puoi usare gdm.

      • ah è vero non c’avevo fatto caso

No more articles