Giorni febbrili per il mondo che ruota attorno ai desktop environment, dopo KDE, con Plasma 5.6, e GNOME 3.20 è stato ora rilasciato Trinity R14.0.3 che, come suggerisce il numero, è la terza release della versione R14.
Il progetto TDE è open-source e con quest’ultima release i developer hanno portato qualche nuova funzione ma soprattutto una miriade di bug-fix, vediamo le modifiche principali.

E’ stato introdotto il supporto per Ruby 2.2 e giflib 5.1, sono state inoltre chiuse alcune falle di sicurezza. E’ stata sistemata una problematica veramente fastidiosa che impediva a diversi applicativi software (ad esempio K3b o KOffice) di aprire i file salvati sul disco di sistema. Risolto anche un problema legato alla distro Fedora 21 che non riconosceva i file .ogg.

trinity desktop environment
                                                                                           TDE R14
Questo è l’annuncio degli sviluppatori rilasciato contestualmente all’aggiornamenti:

“R14.0.3 è la terza release della serie R14.0, ed è stata costruita sulla base della precedente versione, la R14.0.2. Queste maintenance release sono step d’aggiornamento che permettono di risolvere tempestivamente i bug segnalati dagli utenti preservando l’assoluta stabilità del software.”

Trinity Desktop Environment R14.0.3 è disponibile al download per tutti i sistemi GNU/Linux e puo’ essere scaricato direttamente dal sito del produttore. Come al solito riportiamo il link al changelog, in modo che possiate verificare voi stessi tutte le modifiche apportate dagli sviluppatori!

[Fonte]

  • SalvaJu29ro

    Mammamia è orripilante graficamente

    • stessa cosa che stavo per dire io.. capisco gli affezionati a kde3, ma anche l’occhio vuole la sua parte… non ha molto senso nel 2016 usare un DE con quella grafica xD
      alternative leggere e più moderne ci sono

      • Samael

        Ma non ugualmente funzionali.
        KDE3 in termini di personalizzazione è una spanna sopra qualunque altro DE. Persino KDE4 non regge il confronto.
        E le persone che lo usano sono notoriamente utenti a cui non interessa avere un DE “bello”, ma uno che faccia il suo lavoro.

        • alex

          su questo non discuto, però quella grafica mi rattrista… contenti loro 🙂

          • Samael

            L’ultima volta che mi informai sul progetto, avevano in mente di riscriverlo pian piano in Qt4, ottenendo così la possibilità nativa di usare Oxygen, smettendo al contempo di mantenersi in casa un fork delle Qt3.
            Ma onestamente non so che fine abbia fatto la cosa.

          • SalvaJu29ro

            Progetto veramente ambizioso…forse troppo
            Comunque non mi sorprenderebbe se nel giro di un paio d’anni arrivasse un fork di Kde 4.11 o 4.14 (4.11 è lts)

          • Samael

            Considera che sono tipo una quindicina di sviluppatori che devono lavorare su milioni di righe di codice.

            Cioè, se già sono durati un po’ di anni è pure molto, onestamente. xD

          • SalvaJu29ro

            Ma chi glielo fa fare dico io xD

          • alex

            Immagino che fosse parecchio tempo fa, considerando che KDE lavora ora con le QT5 l’idea di riscriverlo in QT4 non mi sembra una genialata 😀

        • si questo non lo metto in dubbio

        • Andrej Peribar

          ma uno che faccia il suo lavoro

          Sono molto curioso, poichè è abbastanza comune l’obiezione.

          Non voglio far polemica in nessun modo ma cosa si intende per “che faccia il suo lavoro”?

          • Samael

            Semplice: vogliono un DE che abbia lo stesso look & feel di sempre, senza cose come il Desktop Semantico ecc.
            In sostanza, vogliono solo la scrivania a cui sono sempre stati abituati.

          • Andrej Peribar

            Ahh OK! Non lo definirei “che faccia il suo lavoro” visto che ciò che è richiesto ad un de oggi è anche altro.

            Immagino che xfce o de ancora più minimali (openbox + tint2) sarebbe qualcosa di più idoneo, ma c’è ne sono altri.

            Alla fine si può scegliere 🙂

            Io per esempio sono stato molto colpito dall’impostazione di Phoenix OS (è un Android x86 non centra nulla con Linux) direi che se proprio si dovesse creare un de semplice sarebbe da seguire quella strada.

            Certo con un de “vecchia scuola’ ci sarebbero poi i problemi di stonatura con i SW e poca integrazione (esempio le notifiche a discrezione dei SW, niente expose, niente ricerche specifiche in una barra globale niente di evoluto in pratic),, ma in fondo se è quel che di cerca, perché no. 🙂

    • Matteo Gatti

      a me ricorda un po il buon vecchio Windows XP 😀

      • SalvaJu29ro

        Anche a me in un certo senso, ma Windows xp era più bello graficamente..il che è tutto dire (almeno del desktop nella foto)

        • Matteo Gatti

          quello della foto è proprio trinity R14 mica una foto del 1970 🙂

    • loki

      almeno non è flat…

No more articles