Il migliore strumento “gratuito” per la creazione del proprio Cloud personale è Owncloud, un software open source liberamente scaricabile  che offre la possibilità di essere installato su un server online.

Owncloud è un software open source, scritto in PHP, che necessita di un database in MySQL/MariaDB, PostgreSQL o Oracle su cui immagazzinare le informazioni.

A Owncloud è possibile accedere da interfaccia web, mediante un browser o grazie ad una app a pagamento da dispositivo mobile con sistema operativo Android o iOS.

Grazie a un client dedicato e gratuito, per i sistemi operativi Windows, Apple o Linux, è possibile accedere direttamente ai file, creando una directory virtuale sul nostro computer. La versione gratuita ci permette di configurare un cloud pienamente funzionale, la versione a pagamento ci offre in più la possibilità di brandizzare lo strumento.

La release 9.0 verrà rilasciata nelle settimane a seguire e introduce il tanto atteso ‘code signing‘ ovvero  una procedura che permette di verificare l’integrità dei tuoi dati medante firma digitale. Grazie a questa tecnologia saremo sicuri che i nostri dati sono protetti e non corrotti, al giorno d’oggi non è poco. La procedura di cifrazione è molto semplice ed è presente una guida step by step che facilita le cose.

owncloud

“Una volta eseguita la crittazione di un file esso sarà protetto in modo permanente (sia che venga modificato o meno dall’utente, ndR). Anche nel caso di un attacco da parte di hacker esperti non è possibile andare ad aggirare la firma digitale dato che la chiave di hash non è salvata sui nostri server”- ci spiega Lukas Reschke, esperto di sicurezza di ownCloud .

L’obiettivo del cloud signing è quello di dare agli utenti un maggior senso di sicurezza, permettendo di aprire le porte del cloud anche ai più scettici. Questo è un ulteriore passo verso un mondo in cui i nostri dati sono realmente al sicuro.

Per tutte le features di Owncloud vi rimandiamo al sito dell’azienda stessa che spiega ogni funzione con dovizia di particolari e immagini dettagliate.

[Fonte]

No more articles