La scorsa settimana è stato presentato ufficialmente il RaspBerry Pi 3, nuovo erede del famoso RaspBerry di precedente generazione e caratterizzato da alcune interessanti novità hardware, fra cui il modulo Wi-Fi e Bluetooth. 

Tuttavia, non mancano i concorrenti, fra i quali il nuovissimo Odroid C2, che, ad una cifra leggermente superiore, offre una scheda tecnica di maggior rilievo, visto anche solo la presenza di 2 GB di RAM contro il singolo GigaByte del Raspberry Pi 3.

Odroid C2 vs RaspBerry Pi3

Più nel dettaglio, il processore installato è un Amlogic quad-core A53 ad una frequenza di clock di 2.0 GHz, la GPU, invece, è l’ormai rodata Mali 450 MP3, ed è in grado di supportare le risoluzione video 4K anche a 60 FPS con gli ultimi codec H265 e 264.

Non manca lo slot per microSD fino a 32 GB, porte USB 2.0 Full-size, una porta GigaBit Ethernet ed il ricevitore IR, mentre per il Wi-Fi è necessario acquistare un dongle aggiuntivo.

Odroid C2

Interessante la possibilità di installare Ubuntu 16.04 o Android 5.1 Lollipop a seconda delle proprie preferenze.

Anche il prezzo è molto simile a quello del RaspBerry pi 3, visto che parliamo di un prezzo lancio di 40 dollari, ovvero poco più di 36 euro al cambio. Vi rimandiamo al sito ufficiale del produttore per ulteriori dettagli e per l’acquisto.

 

[Fonte]

  • cht

    Io sto valutandone l’acquisto ma se lo fai direttamente dalla corea tra dazi e spese varie costicchia. In più una bella emmc da 8/16GB sarebbe sempre da preferire alla classica microsd uhc sia per stabilità che per prestazioni, non dimentichiamo il case. Alla fine ti aggiri sulle 100€. A quel prezzo hai dei box già finiti. Ovviamente se ti interessa la programmazione questo dispositivo è molto sfizioso ma come prezzi non è vicino al raspberry3.

    • Milletrilli

      Infatti!anche dai rivenditori europei il tutto é oltre gli 80 euro .da una ricerca veloce ,stessa storia per il raspberry 3!!

      • gabriele tesio

        boh, io ho aperto amazon e la pi 3 contando la spedizione viene 60€, è comunque un 25% in meno…

        • Milletrilli

          La sola scheda ? Intendevo tutto : scheda ,case,alimentatore .il minimo per il funzionamento

          • gabriele tesio

            beh, se hai un po di roba in casa si possono recuperare molte cose e abbassare i costi, io ho usato caricabatterie che erano da tempo inutilizzati, il case l’ho costruito, cavi vari già li avevo, e ho usato un hard disk che già avevo, ho dovuto comprare solo una schedina sd che non ne avevo di abbastnza grandi, ho fatto tutto con 50€

    • Guarda il pine64, anche quello è bello sfizzioso

      • cht

        ma il problema è sempre cosa ci può girare sopra, sul pine64 non ho visto molto.

    • Andrea

      Non è paragonabile al Raspberry Pi 3 … se quest’ultimo lo usi come NAS mostra tutti i suoi limiti della sua USB ed Ethernet molto carenti.

    • michele casari

      il prezzo è della sola scheda, stessa cosa per il raspberry (o qualsiasi altra piattaforma simile).
      Va sempre aggiunto un case, una micro sd (forse nel raspberry è inclusa?) e nel caso serva una tastiera/mouse.

    • talme94

      Pollin(dot)de e spediscono dalla Germania

  • Teo

    Questi “giocattoli” sono partiti da 10 euro e tra un po’ costeranno quanto un PC…

    • gabriele tesio

      la raspberry non ha mai cambiato di prezzo, la pi 3 costa quanto la 1 quando uscì (35$ circa 31€) però fra tasse spedizione e tutto sale, se vai sul sito di element 14 una pi 3 viene infatti ancora 31€, ma non è inclusa la spedizione ecc. Io ho preso la pi 2 a 42€, su amazon spedizione gratuita (se fossimo inglesi potremmo andare al negozio e pagarla esattamente 24£ che sono 31€).
      Poi ”giocattoli” puoi farci molte cose, c’è gente che fa droni, che le impiega come sensori, o li usa per automatizzare cose, dalla raspberry che ”fa la birra” a quella che ti fa da NAS o media center. Chiamarli ”giocattoli” è un po riduttivo, è uno strumento pensato per darti molte libertà e costare poco, l’uso che ne fai spetta solo a te.

      • alex

        Infatti, li si può anche chiamare “giocattoli” ma nel senso più alto del termine… magari ne avessi avuto uno ai tempi delle superiori o anche solo dell’università!

        • gabriele tesio

          Non è mai troppo tardi!

No more articles