Grandi novità per la fibra ottica in Italia, l’amministratore delegato di Enel, Francesco Starace, ha annunciato che la compagnia elettrica ha intenzione di cominciare a cablare nel mese di maggio 2016 con l’installazione di circa 30 milioni di contatori di nuova generazione.

L’AD ha fatto presente che in quell’occasione avrebbe potuto anche portare la fibra consentendo risparmi di costi per il sistema. .

A margine di un convegno ha infatti affermato: “A maggio partiremo con la cablatura. Non partiremo da soli ma con altri operatori telefonici”, aggiungendo che ciò accadrà solo per le zone A e B: cioè quelle non a fallimento di mercato (in altre parole le grandi città e zone ad alta densità di utenza).

Starace ha però accennato anche alla possibilità di intervenire per portare la fibra nelle zone C e D, quelle meno popolate e un po’ più remote, dicendo che “dobbiamo aspettare le gare”. Per quanto riguarda i possibili partner, sebbene non siano stati fatti nomi, allo stato attuale tutto farebbe pensare a un’imminente intesa con Wind e/o Vodafone.

Quanto a possibili sinergie fra la sostituzione dei contatori  e la posa della fibra l’Authority sostiene che “Enel ha quantificato le potenziali sinergie derivanti dalla contestualità tra la sostituzione dei misuratori e l’eventuale posa di fibra ottica nel quadro dell’attuazione della Strategia BUL, tali sinergie risultano, peraltro, di modesta entità, in quanto limitate alla condivisione di mezzi logistici e di risorse gestionali di struttura”

E voi come siete messi a fibra? Siete già forniti o sperate anche voi che questo progetto possa finalmente portarvi una connessione al passo coi tempi?

[Fonte1, Fonte2]

No more articles