L’applicazione di editing foto, che farà parte della release di GNOME 3.20 in uscita entro fine mese apporta miglioramenti alla palette dei colori, introduce nuove icone e l’esportazione manuale.

Ma è l’aggiunta di piccole semplici funzioni, delle quali si sentiva decisamente la mancanza, che va a migliorare sensibilmente GNOME Photos.

Debarshi Ray, sviluppatore, afferma che “-Photos non diventerà mai un programma professionale come Darktable o GIMP, ma è pensato per coloro che necessitano di un editor più semplice ed immediato-“.

E secondo noi questo Photos 3.20 centra perfettamente l’obiettivo.

gnome-photo-2

EDITING SU GNOME 3.2

Riportiamo alcune delle principali novità di questa release :

  • Cropping (including aspect ratio lock and presets)
  • Enhance tools (sharpen, denoise)
  • Color adjustments (luminosità, contrasto e saturazione, ndR)
  • One-click filters (più o meno simili a quelli di “Instagram”, ndR)

La nuova versione di GNOME Photos usa il framework GEGL che verrà implementato anche in GIMP, questo significa che GNOME beneficia di una svariata serie di opzioni molto avanzate gratuitamente. Una di queste è il cosiddetto editing non distruttivo (non destructive-editing) il quale fa si che l’immagine originale non venga modificata, le modifiche apportate vengono esportate in un nuovo file immagine.

E’ stata inoltre implementata la possibilità di condividere facilmente sui social le proprie foto o una selezione multipla di immagini.

Cosi’ come le altre applicazioni GNOME, Photos 3.20 mette a disposizione un overlay dove vengono mostrate le scorciatoie da tastiera e altri piccoli trucchetti. Se avete il programma aperto aprire l’help è facilissimo, è sufficiente cliccare ‘Ctrl + ?’.

Se cercate un’alternativa esiste Shotwell, che è l’app di default per l’editing delle fotografie su Ubuntu. Ha una serie di opzioni per l’editing molto semplici ed essenziali.

Se vuoi ridimensionare una foto, aggiustare la luminosità o correggere semplici parametri questa app è fatta al caso tuo.

[Fonte]

  • gnome photos sarebbe eye of gnome (eog)?

    • alex

      no, eog è un generico visualizzatore di immagini. Questo è pensato per la gestione di foto e il semplice fotoritocco.

  • È installabile anche su altri DE (nel mio caso Xfce) o è integrato indissolubilmente con Gnome?

    • SalvaJu29ro

      Credo non ci siano problemi, forse sarà un po’ incoerente la grafica..ma non ne sono sicuro
      (non il tema ma i pulsanti per chiudere, minimizzare e massimizzare)

  • lucapas

    Ma non potevano aggiornare e migliorare Gthumb? O almeno spero che questo nuovo Photos sia una sua valida alternativa, perché Shotwell non lo sopporto proprio.

No more articles